Materiale composito fotocatalitico

Composizioni fotocatalitiche, contenenti grafene, in grado di ridurre l’inquinamento atmosferico.

Titolo brevetto Composizioni con aumentata attività fotocatalitica
Area Bioeconomia, Agricoltura e Ambiente
Titolarità TECHNION RESEARCH AND DEVELOPMENT FOUNDATION LTD, ITALCEMENTI FABBRICHE RIUNITE CEMENTO - SOCIETA' PER AZIONI - BERGAMO IN FORMA ABBREVIATA ITALCEMENTI S.P.A., ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA
Inventori Matteo Calvaresi, Marco Goisis, Marcello Molfetta, IRYNA  POLISHCHUK , Claudia Capone, BOAZ POKROY, Gloria Guidetti, Marco Montalti, Francesco Zerbetto, Giuseppe Falini, Andrea Cacciatore, Giampiero De Notarpietro
Ambito territoriale di tutela Europa
Stato Disponibile per accordi di sviluppo, opzione, licenza e altri accordi di valorizzazione
Keywords Grafene, Fotocatalisi, Cemento
Depositato il 08 marzo 2016

L’uso di foto catalizzatori in materiali cementizi è stato ed è oggetto di molte ricerche negli ultimi anni. Le ricerche si sono concentrate principalmente su due obiettivi: l’azione di rimozione degli inquinanti dovuta all’ossidazione degli ossidi di azoto in atmosfera, e l’effetto di pulizia delle superfici in cemento fotocatalitico. Gli attuali catalizzatori non sono sufficientemente efficienti in condizioni reali.

L’invenzione riguarda composizioni fotocatalitiche comprendenti un fotocatalizzatore e un materiale grafenico. Tali composizioni possono essere usate all’interno di vernici, intonaci, composti cementizi, gessi, ecc per ridurre l’inquinamento di aria o acqua. La preparazione del fotocatalizzatore è un processo che non richiede alte temperature o l’aggiunta di surfattanti con problemi di tossicità. Negli studi eseguiti l’innovativo catalizzatore aumenta fino al 40% la fotodegradazione ed è più efficiente fino al 50-70% nel ridurre gli ossidi di azoto rispetto ai fotocatalizzatori attuali. Inoltre l’attività è stabile nel tempo.

  • Efficace azione fotocatalitica
  • Scalabile
  • Reagenti di partenza poco costosi
  • Necessarie ridotte quantità di grafene.
  • Costi ridotti
  • Nessun rilascio di sostanze tossiche
  • Autopulizia delle superfici
  • Riduzione degli inquinanti
Pagina pubblicata il: 14 dicembre 2017