Ecoisteroscopio

Isteroscopio con sistema video-ottico associato a una sonda ecografica, che consente una visione completa della parete dell’utero e degli organi adiacenti.

Titolo brevetto Strumento medico per uso intrauterino
Area Salute
Titolarità ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITA' DI BOLOGNA
Inventori Benedetta Orsini, IVANO RAIMONDO, PETRILLO, DIEGO DOMENICO FASULO, LUIGI COBELLIS, Diego Raimondo, Renato Seracchioli
Ambito territoriale di tutela Italia, con possibilità di estensione internazionale
Stato Disponibile per accordi di sviluppo, opzione, licenza e altri accordi di valorizzazione
Keywords Ecografia, Isteroscopia, Chirurgia, Ginecologia
Depositato il 17 dicembre 2020

Con il termine isteroscopia si intende un esame endoscopico mediante il quale è possibile avere una visione diretta di una cavità uterina. Tale pratica rappresenta lo standard diagnostico e terapeutico per la maggior parte delle patologie endocervicali ed endocavitarie. La recente evoluzione tecnologica ha portato al crescente interesse scientifico per la miniaturizzazione della strumentazione isteroscopica/resettoscopica in dispositivi sempre più sottili senza comprometterne le performance ottica e terapeutica.

L’invenzione descrive uno strumento medico per uso intrauterino, in particolare un isteroscopio per chirurgia mininvasiva, che sia almeno parzialmente esente da alcuni inconvenienti presenti negli strumenti attualmente in uso e, allo stesso tempo, sia di semplice ed economica realizzazione.

L’utilizzo integrato di una sonda ecografica miniaturizzata consente la valutazione del viscere uterino e di eventuali patologie focali nel loro totale spessore superando i limiti ottici dell’isteroscopia tradizionale.

Possibili applicazioni dirette ed indirette:

  • trattamento di miomi parzialmente compresi nella parete uterina
  • prevenzione di false strade chirurgiche, valutando sede e spessore di sinechie cervicali e/o uterine
  • controllo ecografico in caso di resezione di materiale placentare
  • biopsia mirata di lesioni intramiometriali
  • migliore visualizzazione di malformazioni uterine in sede di correzione
  • migliore visualizzazione di gravidanza ectopica interstiziale in sede di iniezione intracitoplasmatica
  • caratterizzazione ecografica più dettagliata di lesioni
  • migliore caratterizzazione ecografica delle lesioni maligne e premaligne dell’endometrio
  • accurato imaging perioperatorio
  • maggiore accuratezza diagnostica in caso di fattore uterino di infertilità femminile
Pagina pubblicata il: 28 aprile 2021