Copertura assicurativa

Copertura assicurativa dei medici in formazione specialistica

 

Rischio responsabilità civile del medico in formazione specialistica

  • La copertura per i rischi professionali e responsabilità civile verso terzi derivanti da attività svolte presso le aziende sanitarie è a carico delle stesse aziende; la garanzia assicurativa copre tutte le attività svolte presso le strutture dell’azienda nonché quelle volte in strutture esterne assimilate a quelle aziendali in forza di disposizioni normative. La garanzia copre tutte le attività assistenziali.
  • Le tutele per rischi professionali e per la responsabilità civile contro terzi possono essere assicurate dalle Aziende sanitarie anche sulla base di norme regionali che disciplinino diverse modalità di copertura del rischio.
  • Le informazioni sulle garanzie per i rischi professionali e per responsabilità civile derivanti dalle attività svolte presso le aziende sanitarie con l'eventuale copertura per "colpa grave", sono reperibili presso gli Uffici competenti delle stesse Aziende Sanitarie.
  • Resta a carico dell'Alma Mater Studiorum la copertura per il rischio della responsabilità civile verso terzi generale - e non professionale - derivante dall'attività didattica svolta presso le strutture universitarie (anche all'estero).

 

Rischio infortunio del medico in formazione specialistica

  • Nel caso d'infortunio, verificatosi sia in Azienda che in una sede esterna, il medico in formazione deve darne immediata comunicazione alla propria Azienda, sede prevalente di formazione che provvederà alla denuncia all'INAIL. Ciò ovunque si trovi il mfs, anche nel caso si trovi in altre strutture, di qualunque tipo (incluse le strutture universitarie), del territorio regionale o extraregionale o all’estero. Compete alle aziende sanitarie la denuncia INAIL anche per le attività didattiche.
  • La copertura per il rischio infortuni verificatisi presso le strutture universitarie durante le attività di mera didattica (anche all’estero) è garantita con polizza privata stipulata dall'Alma Mater Studiorum con oneri a carico dello specializzando (€ 1,04 pagati al momento dell’iscrizione). In caso di infortunio gli interessati possono rivolgersi tempestivamente all'Ufficio Gestione Contratti Assicurativi di Ateneo (051.2098808) per ottenere tutte le informazioni necessarie. La denuncia di sinistro deve essere inoltrata entro e non oltre 30 giorni dall'evento. La denuncia dovrà essere supportata da certificazione medica di Pronto Soccorso, nonché da una dichiarazione di un Responsabile della struttura che attesti l'accaduto.

Nel caso di infortunio occorre rivolgersi:

Azienda Ospedaliero Universitaria S.Orsola Malpighi - Istituti Ortopedici RizzoliAzienda Usl di Bologna :

  • Ufficio Infortuni sul Lavoro presso U.O. di Medicina del Lavoro - Prof. Violante, Via Palagi 9, Padiglione 1, 5° piano, stanza n. 17. Il servizio è assicurato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì. Per informazioni è possibile contattare il numero 051.2142663 o la mail ufficiodenunceinail@aosp.bo.it.
    Il percorso è il seguente:
    - recarsi al pronto soccorso dove verrà rilasciato il primo certificato;
    - informare immediatamente il proprio Responsabile (medico, infermieristico, tecnico o amministrativo) dell’accaduto;
    - Il certificato medico di infortunio deve essere tempestivamente consegnato all'Ufficio Infortuni sul Lavoro che curerà l'inoltro della denuncia all'INAIL entro il termine di quarantotto ore dal ricevimento della documentazione sanitaria stessa. Il rispetto delle tempistiche indicate consente la copertura delle giornate di assenza effettuate per infortunio sul lavoro o in itinere (percorso casa/lavoro e viceversa);
    - qualora l'infortunato non sia in grado di recarsi personalmente presso l'Ufficio infortuni sul lavoro il lavoratore può delegare una persona di fiducia (munita di delega scritta con copia di documento di riconoscimento) per la consegna del primo certificato medico di infortunio al suddetto Ufficio (PS 08);
    - anche i certificati attestanti il proseguimento dell'assenza per infortunio (certificato continuativo), ovvero l'avvenuta guarigione (certificato definitivo), vanno tempestivamente presentati al medesimo Ufficio Infortuni sul lavoro. L'assenza per infortunio va comunicata con le stesse modalità previste per malattia;
    - per gli infortuni verificatisi nei giorni di sabato e domenica o festivi, il suddetto Ufficio deve essere immediatamente contattato il primo giorno lavorativo utile con contestuale produzione della certificazione sanitaria.

  • gli Specializzandi che frequentano sedi federate/aggregate, devono rivolgersi alla propria Azienda di riferimento.