00231 - DIRITTO PENALE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Lavoro dignitoso e crescita economica Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

L'acquisizione e l'approfondimento delle problematiche in tema di garanzie costituzionali nel sistema penale; l'apprendimento dei lineamenti di teoria generale del reato e della pena, nonche della struttura dei principali istituti penalistici con riferimento alla parte generale del codice. L'esame della parte speciale del Codice Penale e delle principali tematiche connesse alla legislazione penale complementare.

Contenuti

Nel corso di diritto penale si intende illustrare la natura e gli scopi del diritto penale nonché i rapporti tra il sistema penale e la Costituzione. In specifico si tratteranno: i princìpi costituzionali, la struttura del reato nei suoi vari elementi, le forme di manifestazione, le cause di giustificazione ed il sistema sanzionatorio. Verranno analizzati a lezione anche i rapporti tra la parte generale e la parte speciale, nonché le principali fattispecie appartenenti a quest'ultima.

E' richiesta la conoscenza della versione aggiornata della disciplina oggetto di studio.

A riguardo può essere utile consultare il sito istituzionale www.normattiva.it.

 

N. B.

a) Per attività formative quantificate in 6-8 CFU:

- Rapporto tra parte generale e parte speciale del codice penale.

- Le principali fattispecie di parte speciale.

 

b) Per attività formative quantificate in 9-10 CFU

- Concorso di persone, tentativo.

- Rapporto tra parte generale e parte speciale del codice penale.

- Le principali fattispecie di parte speciale.

 

c) Per attività formative quantificate in 7 CFU provenienti da CLARA:

- Rapporto tra parte generale e parte speciale del codice penale.

- Le principali fattispecie di parte speciale.

 

 

 

 




Testi/Bibliografia

  • Gli studenti hanno diritto di sostenere l'esame in relazione al programma corrispondente a quello dell'anno accademico dell'attestazione di frequenza; è facoltativo optare per il programma previsto per l'a.a. nel cui corso viene sostenuta la prova.

  • L'opzione dovrà essere comunicata alla Commissione d'esame prima dell'inizio dello stesso e dovrà essere esibita copia cartacea del programma relativo ad anni accademici precedenti a quello in corso.

1) G. FIANDACA, E. MUSCO, Diritto penale. Parte generale, Zanichelli, Bologna, ult. ed.;

ovvero, in alternativa:

F. PALAZZO, Corso di diritto penale. Parte generale, Giappichelli, ult. ed.;

inoltre:

2) G. FIANDACA, E. MUSCO, Diritto penale. Parte speciale, I, Zanichelli, Bologna, ult. ed., limitatamente alle seguenti parti: Introduzione, cap. I (delitti contro la personalità dello Stato), cap. 2 (delitti contro la p.a.), cap. 3 (delitti contro l’amministrazione della giustizia), cap. 5 (delitti contro l’ordine pubblico), cap. 6 (delitti contro l’incolumità pubblica);

ovvero, in alternativa:

R. BARTOLI, M. PELLISSERO, S. SEMINARA, Diritto penale. Lineamenti di parte speciale, Giappichelli, Torino, 2021, limitatamente alle seguenti parti: delitti contro la persona (pp. 3-84); delitti contro la p.a. (pp. 401-610); delitti contro l'amministrazione della giustizia (pp. 611-688); delitti contro l'ordine pubblico (pp. 757-830);

ovvero, in alternativa,

S. CANESTRARI, F.CURI, D.FONDAROLI, V.MANES, M.O.MANTOVANI, A.NISCO, S.TORDINI CAGLI, Percorsi di diritto penale. Parte speciale, Giappichelli, in corso di stampa.

inoltre:

3) F. PALAZZO, I nuovi reati ambientali tra responsabilità degli individui e responsabilità dell'ente, in https://archiviodpc. dirittopenaleuomo.org/d/6074- i-nuovi-reati-ambientali-tra- responsabilita-degli- individui-e-responsabilita- dellente;

ovvero, in alternativa:

Relazione del Massimario della Corte di cassazione, reperibile al seguente link: www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/RelIII_4_15.pdf

 

Letture integrative facoltative:

- F. SGUBBI, D. FONDAROLI (a cura di), Il “mercato della legge penale”: nuove prospettive in materia di esclusione della punibilità tra profili sostanziali e processuali, Cedam, 2011;

- F. SGUBBI, Il diritto penale totale, Il Mulino, 2019.

 

N.B. Testi consigliati agli studenti che hanno esercitato il diritto di opzione da altri CdL

a) Per attività formative quantificate in 6-8 CFU:

1) G. FIANDACA, E. MUSCO, Diritto penale. Parte speciale, I, Zanichelli, Bologna, ult. ed., , limitatamente alle seguenti parti: Introduzione, cap. I (delitti contro la personalità dello Stato), cap. 2 (delitti contro la p.a.), cap. 3 (delitti contro l’amministrazione della giustizia), cap. 5 (delitti contro l’ordine pubblico), cap. 6 (delitti contro l’incolumità pubblica);

ovvero, in alternativa:

R. BARTOLI, M. PELLISSERO, S. SEMINARA, Diritto penale. Lineamenti di parte speciale, Giappichelli, Torino, 2021, limitatamente alle seguenti parti: delitti contro la persona (pp. 3-84); delitti contro la p.a. (pp. 401-610); delitti contro l'amministrazione delal giustizia (pp. 611-688); delitti contro l'ordine pubblico (pp. 757-830);

ovvero, in alternativa,

S. CANESTRARI, F.CURI, D.FONDAROLI, V.MANES, M.O.MANTOVANI, A.NISCO, S.TORDINI CAGLI, Percorsi di diritto penale. Parte speciale, Giappichelli, in corso di stampa.

   

b) Per attività formative quantificate in 9 e 10 CFU:

1) G. FIANDACA, E. MUSCO, Diritto penale. Parte generale, Zanichelli, Bologna, ult. ed., limitatamente agli istituti del tentativo e del concorso di persone nel reato;

ovvero, in alternativa:

F. PALAZZO, Corso di diritto penale. Parte generale, Giappichelli, ult. ed., limitatamente agli istituti del tentativo e del concorso di persone nel reato;

inoltre:

2) G. FIANDACA, E. MUSCO, Diritto penale. Parte speciale, I, Zanichelli, Bologna, ult. ed., , limitatamente alle seguenti parti: Introduzione, cap. I (delitti contro la personalità dello Stato), cap. 2 (delitti contro la p.a.), cap. 3 (delitti contro l’amministrazione della giustizia), cap. 5 (delitti contro l’ordine pubblico), cap. 6 (delitti contro l’incolumità pubblica);

ovvero, in alternativa:

R. BARTOLI, M. PELLISSERO, S. SEMINARA, Diritto penale. Lineamenti di parte speciale, Giappichelli, Torino, 2021, limitatamente alle seguenti parti: delitti contro la persona (pp. 3-84); delitti contro la p.a. (pp. 401-610); delitti contro l'amministrazione delal giustizia (pp. 611-688); delitti contro l'ordine pubblico (pp. 757-830);

ovvero, in alternativa,

S. CANESTRARI, F.CURI, D.FONDAROLI, V.MANES, M.O.MANTOVANI, A.NISCO, S.TORDINI CAGLI, Percorsi di diritto penale. Parte speciale, Giappichelli, in corso di stampa.

inoltre:

3) F. PALAZZO, I nuovi reati ambientali tra responsabilità degli individui e responsabilità dell'ente, in https://www.penalecontemporaneo.it/d/6074-i-nuovi-reati-ambientali-tra-responsabilita-degli-individui-e-responsabilita-dellente;

  

Letture integrative facoltative:

- F. SGUBBI, D. FONDAROLI (a cura di), Il “mercato della legge penale”: nuove prospettive in materia di esclusione della punibilità tra profili sostanziali e processuali, Cedam, 2011;

- F. SGUBBI, Il diritto penale totale, Il Mulino, 2019.

 

c) Per attività formative quantificate in 7 CFU per studenti provenienti dal corso CLARA che hanno sostenuto l'esame di diritto penale generale e del lavoro:

 

1) G. FIANDACA, E. MUSCO, Diritto penale. Parte speciale, I, Zanichelli, Bologna, ult. ed., , limitatamente alle seguenti parti: Introduzione, cap. I (delitti contro la personalità dello Stato), cap. 2 (delitti contro la p.a.), cap. 3 (delitti contro l’amministrazione della giustizia), cap. 5 (delitti contro l’ordine pubblico), cap. 6 (delitti contro l’incolumità pubblica);

ovvero, in alternativa:

R. BARTOLI, M. PELLISSERO, S. SEMINARA, Diritto penale. Lineamenti di parte speciale, Giappichelli, Torino, 2021, limitatamente alle seguenti parti: delitti contro la persona (pp. 3-84); delitti contro la p.a. (pp. 401-610); delitti contro l'amministrazione delal giustizia (pp. 611-688); delitti contro l'ordine pubblico (pp. 757-830);

ovvero, in alternativa,

S. CANESTRARI, F.CURI, D.FONDAROLI, V.MANES, M.O.MANTOVANI, A.NISCO, S.TORDINI CAGLI, Percorsi di diritto penale. Parte speciale, Giappichelli, in corso di stampa.

inoltre:

2) F. PALAZZO, I nuovi reati ambientali tra responsabilità degli individui e responsabilità dell'ente, in  https://www.penalecontemporaneo.it/d/6074-i-nuovi-reati-ambientali-tra-responsabilita-degli-individui-e-responsabilita-dellente;

ovvero, in alternativa:

Relazione del Massimario della Corte di cassazione, reperibile al seguente link: www.cortedicassazione.it/cassazione-resources/resources/cms/documents/RelIII_4_15.pdf

 

Letture integrative facoltative: 

- F. SGUBBI, Il diritto penale totale, Il Mulino, 2019.

Metodi didattici

La didattica si svolge secondo il metodo tradizionale della lezione frontale. Compatibilmente con l'emergenza sanitaria Covid-19, saranno organizzati seminari di approfondimento.

Durante le lezioni verranno esaminati alcuni casi pratici, con particolare attenzione agli istituti di parte generale  e alle fattispecie incriminatici in essi richiamati.

La didattica presuppone la consultazione costante di testi normativi aggiornati.

 


 

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica delle conoscenze attese avviene in occasione della prova d'esame, volta a valutare il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti. L'esame consiste in un colloquio con il docente e i collaboratori della cattedra, sui temi oggetto del programma del corso.

Il colloquio verterà sulle tematiche attinenti a quelle indicate nella sezione “Programma e contenuti”.

Il colloquio orale tende a valutare le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente, il quale sarà invitato a confrontarsi con i principali temi trattati durante il corso (principio di legalità, teoria generale del reato e della pena, sistema sanzionatorio, principali fattispecie incriminatrici analizzate nei testi consigliati).

Particolarmente apprezzate saranno le capacità dello studente di sapersi orientare nell'ambito delle fonti normative e dei principali indirizzi interpretativi (dottrinali e giurisprudenziali) richiamati nei testi consigliati per la preparazione all'esame.

La valutazione terrà conto della conoscenza dei profili istituzionali, della capacità di analizzare gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali, di effettuare collegamenti tra le varie parti del programma e di sviluppare argomentazioni critiche, oltre che della chiarezza dell'esposizione e della conoscenza del linguaggio giuridico.

L’attribuzione del voto finale sarà ispirata ai seguenti criteri:
Preparazione sufficiente o poco più che sufficiente sugli argomenti affrontati, scarsa capacità
critica, difficoltà di utilizzo del linguaggio tecnico-giuridico: 18-21;

preparazione discreta o piuttosto buona sugli argomenti affrontati, discreta capacità critica, buon
utilizzo del linguaggio tecnico-giuridico: 22-24;


Preparazione buona o più che buona sugli argomenti affrontati, buona capacità critica,
padronanza del linguaggio tecnico-giuridico:25-28;


Preparazione sostanzialmente esaustiva sugli argomenti affrontati, ottima capacità critica, piena
padronanza del linguaggio tecnico-giuridico: 29-30L.

 

Tesi di laurea

Possono essere oggetto della tesi anche temi non affrontati durante il corso.

Indicazioni a riguardo sono consultabili nel sito docente (contenuti ed avvisi).


 

Strumenti a supporto della didattica

L'esposizione degli istituti penalistici e delle principali fattispecie di parte speciale sarà corredata dalla illustrazione di pronunce giurisprudenziali e riferimenti comparatistici.

Le parti del programma non adeguatamente approfondite a lezione dovranno essere studiate sui testi consigliati.

La consultazione del codice penale è consigliata sia nel corso delle lezioni sia durante lo studio individuale.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Desiree Fondaroli

Consulta il sito web di Attilio Nisco

Consulta il sito web di Davide Bertaccini