37645 - ADATTAMENTI DEGLI ANIMALI ALL'AMBIENTE MARINO

Scheda insegnamento

  • Docente Silvia Franzellitti

  • Crediti formativi 6

  • SSD BIO/09

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 12/03/2019 al 10/04/2019

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Agire per il clima La vita sott'acqua La vita sulla terra

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso, lo studente possiede conoscenze avanzate sulla regolazione integrata dei sistemi fisiologici degli animali marini e sui processi biochimici, molecolari e cellulari su cui questa si basa. In particolare, è in grado di individuare e descrivere le relazioni organismo-ambiente, conosce i meccanismi di percezione dell'ambiente e della comunicazione in acqua, l'integrazione delle risposte alle variazioni ambientali tipiche delle acque costiere e degli estuari o incontrate durante le migrazioni, le strategie di adattamento dei mammiferi marini all'ambiente acquatico.

Programma/Contenuti

  • Osmoregolazione in inverteberati e vertebrati acquatici
  • Adattamenti dei sistemi respiratori alla vita in acqua
  • Adattamenti del sistema circolatorio alla vita in acqua
  • Nuoto e galleggiamento
  • Termoregolazione e strategie di risposta allo stress termico in ambienti termicamente stabili e in ambienti variabili.
  • L’orientamento nell’ambiente marino

Testi/Bibliografia

Fisiologia degli animali marini - II edizione. Autori A. Poli ed E. Fabbri. Casa Editrice Edises, Napoli

Metodi didattici

  • A. Poli, E. Fabbri. Fisiologia degli animali marini. Edises
  • Le dispense del corso saranno disponibili negli spazi virtuali online.
  • esercitazioni pratiche in laboratori attrezzati

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame scritto. L’esame mira a valutare la padronanza e la capacità di trattazione critica degli argomenti affrontati durante le lezioni. I quesiti sono domande aperte a cui lo studente dovrà fornire risposte relativamente sintetiche ma pertinenti con la domanda, anche aiutandosi con schemi e disegni. Per quanto riguarda il modulo di esercitazioni in laboratorio, lo studente dovrà produrre una breve relazione su ciascuna esercitazione secondo lo schema e le indicazioni che verranno fornite a lezione. Le relazioni dovranno essere consegnate in corrispondenza dell’appello di esame scritto. Il voto finale sarà la media ponderata dei voti conseguiti nell’esame scritto (70%) e nelle relazioni delle esercitazioni di laboratorio (30%).

Strumenti a supporto della didattica

Powerpoint, articoli scientifici, materiale multimediale, oltre al testo consigliato. Discussione in aula.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Silvia Franzellitti