Dottorati di Ricerca in Alto Apprendistato

Un'iniziativa per rafforzare il rapporto tra Atenei e imprese.

L’Università di Bologna ha sottoscritto il Protocollo d’intesa relativo ai contratti di alto apprendistato finalizzati al conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca con la Regione Emilia-Romagna, le altre Università aventi sede sul territorio regionale (Università degli Studi di Ferrara, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Università degli Studi di Parma) e le parti sociali.

Ai sensi del Protocollo d’intesa:

  • gli Atenei coinvolti individuano i corsi di dottorato disponibili ad aderire all’iniziativa, presentando alla Regione Emilia-Romagna la propria offerta formativa;
  • le imprese interessate, aventi almeno una sede operativa situata sul territorio della Regione-Emilia Romagna, stipulano "contratti di apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca" con dottorandi già iscritti o risultati idonei alle prossime selezioni per l’ammissione al Dottorato;
  • la Regione Emilia-Romagna approva l’offerta formativa degli Atenei ed eroga un assegno formativo (voucher) all’Ateneo per ogni contratto di alto apprendistato sottoscritto, a titolo di rimborso delle quote di partecipazione ai corsi di dottorato;
  • il monitoraggio dell’andamento dell’iniziativa sarà coordinato da una rappresentanza di tutte le parti firmatarie.

Cos’è il contratto di alto apprendistato

È un contratto sottoscritto tra il dottorando e l’impresa, avente durata non inferiore a ventiquattro mesi né superiore a quarantotto mesi. Il beneficiario del contratto non deve aver compiuto il trentesimo anno di età.

Cos’è il piano formativo individuale

Il piano formativo individuale:

  • è costituito dal progetto di ricerca ed è parte integrante del contratto di alto apprendistato;
  • è definito di concerto dall’Università e dall’impresa;
  • prevede un minimo di 120 ore annue di formazione orientate all’acquisizione di competenze negli ambiti dell’innovazione tecnologica e organizzativa dell’economia delle imprese regionali (frequenza minima richiesta al dottorando: 80% delle ore minime);
  • copre l’intera durata del contratto di apprendistato e garantisce l’alternanza studio-lavoro e il completamento del percorso formativo necessario per conseguire il titolo di Dottore di Ricerca.

Benefici specifici

  • collaborazione scientifica pluriennale per lo sviluppo di tematiche di ricerca di interesse comune;
  • possibilità di partecipazione alla procedura di selezione;
  • definizione congiunta del percorso formativo (48 ore annue di attività di formazione interna e  72 ore di formazione esterna);
  • l’impresa è esonerata dal corrispondere il trattamento retributivo per le ore di formazione esterna (conseguente esclusione dell’obbligo di versamento contributivi)
  • sgravi ai contributi INPS;

Modalità e tempistiche

L’Azienda deve sottoscrivere la Lettera di Intenti per Dottorato in Apprendistato con cui si impegna a stipulare un contratto di Alto Apprendistato con un candidato che risulterà idoneo alla selezione di dottorato.

Un rappresentante dell’Azienda può partecipare alle procedure di selezione, in qualità di membro esperto, al fine di esprimere un giudizio in merito all’idoneità dei canditati con riferimento al tema dell’alto apprendistato.

A selezione terminata:

  • l’azienda può procedere all’assunzione a condizione che il candidato idoneo si sia immatricolato;
  • viene stipulato il Protocollo tra Azienda e Università.
  • Il Protocollo regola i compiti e le responsabilità dell’Ateneo e del datore di lavoro, attraverso la definizione della durata, dei contenuti e dell'organizzazione didattica dei percorsi, nonché la disciplina della proprietà intellettuale;
  • a seguito della prima seduta di inizio ciclo del Collegio dei docenti, i tutor di entrambe le parti definiscono il Piano formativo individuale.

Il rapporto di lavoro tra l’azienda e il proprio dipendente deve essere garantito per l’intera durata del corso di dottorato.

Informazioni per i dottorandi

I dottorandi che non abbiano ancora compiuto il trentesimo anno di età possono stipulare contratti di alto apprendistato sulla base di contatti con aziende interessate, previo assenso del tutor.

Si segnala che il contratto ha una durata minima di 24 mesi che devono essere svolti presso l'azienda durante la carriera fino alla discussione della tesi. Pertanto occorre attivarsi tenendo conto di tale requisito obbligatorio.

Informazioni per i docenti e ricercatori

I docenti possono fare da tramite tra i dottorandi e le aziende interessate al fine di promuovere contratti di alto apprendistato e contattare AFORM - Settore Dottorato di Ricerca per ricevere assistenza.

Nell’ambito di ciascun contratto di alto apprendistato saranno attivati servizi di tutoraggio a beneficio del dottorando-apprendista sia da parte dell’Ateneo sia da parte dell’impresa.

 

Tutti i corsi di dottorato possono aderire all'iniziativa previa approvazione dell'offerta formativa da parte della Giunta della Regione Emilia Romagna, nel rispetto dei requisiti previsti per l'attivazione dei contratti di Alto Apprendistato.