Dottorato con enti e imprese

Il dottorato di ricerca può rappresentare uno strumento privilegiato per la collaborazione scientifica con l’Università di Bologna e lo scambio di conoscenze e competenze per l’innovazione.

Il dottorato di ricerca fornisce le competenze necessarie per esercitare attività di ricerca di alta qualificazione presso soggetti pubblici e privati, nonché qualificanti anche nell'esercizio delle libere professioni. Il terzo ciclo di studi universitari può rappresentare per enti e imprese uno strumento privilegiato per la collaborazione scientifica e lo scambio di know how per l’innovazione con l’Università di Bologna:

  1. mette a disposizione competenze innovative e altamente qualificate su un tema di interesse per l’ente o azienda;
  2. aumenta la competitività grazie al miglioramento del prodotto o del processo, derivante da attività di ricerca e sviluppo, innovazione e trasferimento tecnologico;
  3. rafforza le sinergie sul territorio regionale e sviluppa risultati di ricerca innovativi.

Caratteristiche dei corsi di dottorato dell'Università di Bologna

Frequenza bando: I bandi ordinari escono a cadenza annuale; ulteriori bandi straordinari possono essere pubblicati nel corso dell’anno
Pubblicazione bando: I bandi ordinari vengono pubblicati nel primo semestre dell'anno e rimangono aperti per circa 30 giorni

Procedure di ammissione: 

Le selezioni si svolgono a chiusura del bando ordinario, indicativamente tra giugno e luglio di ogni anno

Inizio dei corsi di dottorato: 

1 novembre

Durata: 

triennale o quadriennale, a seconda del corso di studio. Elenco corsi di dottorato

Modalità di collaborazione in tema di dottorato

Enti e imprese possono collaborare con l’Università nell’ambito del dottorato secondo diverse modalità:

  • cofinanziando un corso di dottorato in convenzione o consorzio;
  • finanziando borse di dottorato all’interno di un corso già attivo;
  • attivando una posizione di dottorato executive (riservata al personale dipendente).

 

Corso di dottorato in convenzione o consorzio

Enti di ricerca pubblici e privati e imprese possono attivare con il nostro Ateneo corsi di dottorato accreditati in convenzione (a valere su tre cicli di dottorato consecutivi) o in consorzio (a valere su un solo ciclo di dottorato) in cui l’Università di Bologna rilascia il titolo di Dottore di Ricerca. (D.M. 45/2013, Art.2).

Tali corsi prevedono la partecipazione degli enti convenzionati o consorziati al Collegio dei docenti, nonché la messa a disposizione, da parte degli stessi, di risorse finanziarie e strutture operative e scientifiche tali da garantire la sostenibilità del dottorato.

Finanziare una borsa di dottorato

Enti e imprese possono finanziare una o più borse di studio per i corsi di dottorato attivati da questo Ateneo, definendo l’ambito di ricerca di proprio interesse e partecipando alle selezioni dei dottorandi.

L’ente o impresa potrà individuare al proprio interno un supervisore del dottorando, che collaborerà con il tutor di Ateneo durante tutto il percorso formativo.

Per accedere a questa opportunità di collaborazione, enti e imprese devono:

  • individuare il corso di dottorato di interesse tra quelli attivati da questo Ateneo: elenco dottorati a.a. 2021/22;
  • richiedere all’ufficio Accreditamento, Accordi e Finanziamenti del Settore Dottorato il modello di lettera di intenti, che andrà compilato e restituito via pec. La lettera di intenti rappresenta un impegno formale per la successiva sottoscrizione della convenzione;
  • sottoscrivere una convenzione con l’Università al fine di definire l’ambito della ricerca, la tipologia di finanziamento (condivisione o rinuncia ai diritti di proprietà intellettuale), l’importo e le modalità di pagamento. 

Agevolazioni fiscali

Per il finanziamento di borse di studio con clausola di condivisione dei diritti di proprietà intellettuale sui risultati della ricerca è possibile accedere all’agevolazione Credito d’imposta ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica.

Le erogazioni liberali di modico valore sono fiscalmente deducibili. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina benefici fiscali dell'Ateneo.

Dottorato executive (riservato al personale dipendente di enti e imprese)

Enti e imprese possono offrire ai propri dipendenti l’opportunità di seguire un percorso di dottorato, fino al conseguimento del titolo di dottore di ricerca, sviluppando un progetto di ricerca di interesse comune tra Università e impresa/ente nell'ambito di un piano formativo individuale che stabilisca il programma, le modalità di svolgimento dell’attività di ricerca presso l'impresa e la ripartizione dell'impegno del dipendente.

L’ente o impresa dovrà assicurare la più ampia diffusione dell’accordo tra i propri dipendenti per favorirne la massima partecipazione al bando e individuare un supervisore per ogni dottorando, che collaborerà con il tutor di Ateneo durante tutto il percorso formativo.

Per accedere a questa possibilità di collaborazione, enti e imprese devono:

  • individuare il corso di dottorato di interesse tra quelli attivati da questo Ateneo: elenco dottorati a.a. 2021/22;
  • richiedere all’ufficio Accreditamento, Accordi e Finanziamento del Settore Dottorato il modello di lettera di intenti, che andrà compilato e restituito via pec La lettera di intenti rappresenta un impegno formale per la successiva sottoscrizione della convenzione;
  • sottoscrivere una convenzione con l’Università al fine di definire l’ambito della ricerca, gli aspetti relativi alla proprietà intellettuale e alle pubblicazioni.

I dipendenti interessati ad intraprendere il percorso di dottorato executive devono partecipare al bando pubblico e superare le selezioni. La/e posizione/i verranno assegnate ai candidati idonei seguendo l’ordine della graduatoria.