28248 - TEORIA POLITICA (1) (LM)

Anno Accademico 2023/2024

  • Docente: Paola Rudan
  • Crediti formativi:: 6
  • SSD: SPS/02
  • Lingua di insegnamento: Italiano

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente acquisisce una padronanza delle coordinate teoriche e storiche dell'analisi critica dei concetti politici. Applicando gli strumenti fondamentali della storia del pensiero politico e della teoria politica, il corso fornirà allo studente la capacità di leggere criticamente gli autori trattati e di cogliere tanto la specificità dei singoli testi quanto il quadro teorico e storico all'interno del quale si collocano.

Contenuti

Politica, potere, soggettivazione

Il corso è dedicato all’analisi e alla critica del potere sviluppata da Karl Marx e Michel Foucault, autori tanto centrali quanto contestati nel dibattito teorico politico contemporaneo. In particolare, si porrà l’attenzione sul modo in cui essi mettono in tensione le categorie fondamentali della politica moderna (Stato, sovranità, libertà, società), sulla loro concezione della storia e dei processi di soggettivazione politica. Il corso è suddiviso in due parti. La prima parte ripercorrerà la riflessione di Karl Marx mostrando in che modo egli analizza il rapporto tra Stato e società, le forme del dominio sociale capitalistico e la sua tensione storica globale, le emergenze storiche della lotta di classe come contestazione costante di quel dominio. Nella seconda parte, si prenderanno in esame alcuni dei testi fondamentali di Michel Foucault, dando particolare risalto al modo in cui egli ha sviluppato un’analitica del potere in aperta antitesi tanto con l’eredità marxiana, quanto con la tradizione politica moderna e in particolare con la centralità che quest’ultima attribuisce allo Stato. In quanto parte del corso integrato di Storia e teoria politica, questo modulo fornisce a studentesse e studenti diversi strumenti teorici e approcci critici per affrontare la genealogia del neoliberalismo presentata nella seconda parte del corso.

Testi/Bibliografia

STUDENTI FREQUENTANTI

Sono considerati frequentanti gli studenti e le studentesse che seguono almeno il 75% delle lezioni.

È data per conosciuta la storia del pensiero politico a livello di laurea triennale. Gli studenti che debbano recuperare e integrare conoscenze al riguardo possono basarsi su C. Galli (a cura di), Il pensiero politico contemporaneo. Il Novecento e l'età globale, Bologna, Il Mulino, 20113.

Studenti e studentesse frequentanti dovranno scegliere uno tra i testi o gruppi di testi della sezione A e uno tra i testi o gruppi di testi della sezione B. E' ammesso l'uso di edizioni diverse da quelle indicate in bibliografia. 

SEZIONE A:

1)

— K. Marx, Critica del diritto statuale hegeliano, a cura di R. Finelli e F. S. Trincia, Roma, Edizioni dell’Ateneo, 1983, cap. I, pp. 41-63.

— K. Marx, Sulla questione ebraica e altri scritti giovanili, in K. Marx, La questione ebraica, Roma, Editori Riuniti, 1978, pp. 47-85.

2)

— K. Marx – F. Engels, L’ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 2000, pp. 5-50.

— K. Marx – F. Engels, Il manifesto del partito comunista, Roma -Bari, Laterza, 2016.

3)

— K. Marx, Il 18 Brumaio di Luigi Bonaparte, Roma, Editori Riuniti, 2001, cap. I.

— K. Marx, La dominazione britannica in India, in K. Marx – F. Engels, India Cina Russia, Milano, Il Saggiatore, 1960, pp. 70-78 (La dominazione britannica in India); pp. 79-89 (La compagnia delle Indie orientali) e pp. 111-118 (I risultati futuri della dominazione britannica in India).

4)

— K. Marx, Il capitale, Torino, UTET, 2013, libro I, capp. I (La merce 4. Il carattere feticistico della merce e il suo segreto), IV (Trasformazione del denaro in capitale, 3. Compravendita della forza lavoro), XXIV (La cosiddetta accumulazione originaria) e XXV (La moderna teoria della colonizzazione).

5)

— M. Foucault, Sicurezza, territorio, popolazione. Corso al Collège de France (1977-1978), Milano, Feltrinelli, 2004, pp. 14-69, 91-104, 142-204, 224-262.

6)

— M. Foucault, Nascita della biopolitica. Corso al Collège de France (1978-1979), Milano, Feltrinelli, 2005, pp. 13-92, 151-174, 217-258.

SEZIONE B:

7)

— C. Galli, Marx eretico, Bologna, Il Mulino, 2018.

— M. Ricciardi, Il potere temporaneo. Karl Marx e la politica come critica della società, Milano, Meltemi, 2019.

8)

— L. Bernini, Le pecore e il pastore. Critica, politica, etica nel pensiero di Michel Foucault, Napoli, Liguori, 2008.

STUDENTI NON FREQUENTANTI

Sono considerati non frequentanti studentesse e studenti che abbiano seguito meno del 75% delle lezioni. Gli studenti non frequentanti dovranno studiare uno dei testi o gruppi di testi elencati nella sezione A e due tra i testi o gruppi di testi elencati nella sezione B. E' ammesso l'uso di edizioni diverse da quelle indicate in bibliografia.

A)

1) 

— C. Galli, Marx eretico, Bologna, Il Mulino, 2018.

— M. Ricciardi, Il potere temporaneo. Karl Marx e la politica come critica della società, Milano, Meltemi, 2019.

2)

— L. Bernini, Le pecore e il pastore. Critica, politica, etica nel pensiero di Michel Foucault, Napoli, Liguori, 2008.

B)

1)

— K. Marx, Critica del diritto statuale hegeliano, a cura di R. Finelli e F. S. Trincia, Roma, Edizioni dell’Ateneo, 1983, cap. I, pp. 41-63.

— K. Marx, Sulla questione ebraica e altri scritti giovanili, in K. Marx, La questione ebraica, Roma, Editori Riuniti, 1978, pp. 47-85.

2)

— K. Marx – F. Engels, L’ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 2000, pp. 5-50.

— K. Marx – F. Engels, Il manifesto del partito comunista, Roma -Bari, Laterza, 2016.

3)

— K. Marx, Il 18 Brumaio di Luigi Bonaparte, Roma, Editori Riuniti, 2001, cap. I.

— K. Marx, La dominazione britannica in India, in K. Marx – F. Engels, India Cina Russia, Milano, Il Saggiatore, 1960, pp. 70-78 (La dominazione britannica in India); pp. 79-89 (La compagnia delle Indie orientali) e pp. 111-118 (I risultati futuri della dominazione britannica in India).

4)

— K. Marx, Il capitale, Torino, UTET, 2013, libro I, capp. I (La merce 4. Il carattere feticistico della merce e il suo segreto), IV (Trasformazione del denaro in capitale, 3. Compravendita della forza lavoro), XXIV (La cosiddetta accumulazione originaria) e XXV (La moderna teoria della colonizzazione).

5)

— M. Foucault, Sicurezza, territorio, popolazione. Corso al Collège de France (1977-1978), Milano, Feltrinelli, 2004.

6)

— M. Foucault, Nascita della biopolitica. Corso al Collège de France (1978-1979), Milano, Feltrinelli, 2005.

Metodi didattici

I metodi didattici sono basati su lezioni frontali con lettura e commento dei testi. La docente introduce l'argomento e l'autore trattato contestualizzando storicamente e leggendo criticamente i testi selezionati. Studentesse e studenti sono incoraggiati a commentare e fare domande. 

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Studentesse e studenti frequentanti potranno redigere una tesina (minimo 3000, massimo 5000 parole, note e bibliografia incluse) sulla base dei testi della Sezione A e di quelli scelti nella Sezione B. La tesina è finalizzata a dimostrare le conoscenze acquisite da studentesse e studenti, con attenzione particolare alla loro capacità di focalizzarsi sui nodi concettuali e politici che legano gli autori trattati. Tutti i testi - sia quelli della sezione A sia quelli scelti dalla sezione B, dovranno essere citati nel paper. Il paper dovrà essere inviato via mail alla docente una settimana prima dell'esame. Non è previsto un colloquio orale, gli studenti riceveranno comunicazione del voto e della valutazione del paper via mail prima della data dell'esame. Il paper dovrà contenere sul frontespizio il nome dello studente/della studentessa, il numero di matricola, l'indirizzo mail studio.unibo, la data dell'appello d'esame. Ogni criterio editoriale è valido purché sia applicato in maniera omogenea e ordinata.

Studentesse e studenti non frequentanti dovranno sostenere un esame orale.

Nella valutazione della prova si terrà conto, in particolare, della capacità dello studente di sapersi orientare all'interno delle fonti e del materiale bibliografico d'esame al fine di trarre le informazioni utili che gli permetteranno di illustrare temi e problemi e di saperli collegare tra loro.

Si valuteranno quindi:

— La padronanza dei contenuti

— La capacità di sintesi e di analisi dei temi e dei concetti

— La capacità di sapersi esprimere adeguatamente e con linguaggio appropriato alla materia trattata.

Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiuntamente alla loro utilizzazione critica, una buona padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza.

Una conoscenza mnemonica della materia, unitamente a capacità di sintesi e di analisi articolate in un linguaggio corretto, ma non sempre appropriato, porteranno a valutazioni discrete.

Lacune formative e/o linguaggio inappropriato – seppur in un contesto di conoscenze minimali del materiale d'esame – condurranno a voti che non supereranno la sufficienza.

Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti durante il corso saranno valutati negativamente.

Per studentesse e studenti del corso integrato (Storia delle dottrine politiche LM + Teoria politica) il voto finale coinciderà con la media dei voti conseguiti per ciascun modulo.

 

Persone con disabilità e DSA

Le persone con disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento hanno diritto a speciali adattamenti in relazione alla loro condizione, previa valutazione del Servizio d’ateneo per le studentesse e gli studenti con disabilità e DSA. Si prega di non rivolgersi al/la docente, ma di contattare il Servizio per un appuntamento. Sarà cura del Servizio stabilire quali adattamenti si rendono opportuni. Maggiori informazioni alla pagina site.unibo.it/studenti-con-disabilita-e-dsa/it/per-studenti.

Strumenti a supporto della didattica

Power point (disponibili su Virtuale)

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Rudan

SDGs

Ridurre le disuguaglianze

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.