Tirocini post laurea

L'Università di Bologna è soggetto promotore dei tirocini post laurea con sede di svolgimento in Emilia Romagna per i suoi studenti che hanno conseguito un titolo di studio (laurea, laurea magistrale, scuola di specializzazione, dottorato di ricerca, master universitario di primo e di secondo livello) da non più 12 mesi.

Avviso emergenza sanitaria Covid 19

Durante la fase di emergenza sanitaria permane la possibilità di avviare il tirocinio con modalità a distanza laddove le caratteristiche del progetto lo consentano.

Per attivare il tirocinio 'in presenza' è necessario comunicare via email all’Ufficio tirocini la volontà del tirocinante e del soggetto ospitante di avvalersi di questa possibilità. Successivamente l’Ufficio tirocini dovrà acquisire il parere del Tutor accademico. Solo con il parere positivo dei tre interlocutori (tirocinante, tutor accademico, ente ospitante) è possibile attivare un tirocinio in presenza. 

Gli Enti ospitanti hanno l'obbligo di rispettare la normativa sulla sicurezza e le disposizioni specifiche riguardanti la fase emergenziale, di illustrare ai tirocinanti il Protocollo di sicurezza aziendale e di fornire i dispositivi di protezione previsti affinché il tirocinio si svolga in condizioni di sicurezza.

Cos'è

I tirocini post laurea sono finalizzati a creare un contatto diretto tra l'azienda o ente ospitante e il tirocinante allo scopo di favorirne l’arricchimento del bagaglio di conoscenze, l’acquisizione di competenze professionali e l’inserimento lavorativo.

I tirocini post laurea consistono in un periodo di orientamento al lavoro e di formazione che non si configura come un rapporto di lavoro.

L'Università di Bologna gestisce esclusivamente i tirocini post laurea con sede di svolgimento in Emilia-Romagna.

I tirocini post laurea che hanno luogo in regioni diverse dall'Emilia-Romagna sono promossi secondo le rispettive normative e l'attivazione è gestita dai soggetti promotori autorizzati (es. Centri per l'Impiego, Agenzie per il lavoro, Enti di formazione).

Le esperienze post laurea all'estero sono regolate da leggi nazionali che di norma non prevedono il coinvolgimento dell'università di provenienza del laureato o da specifici programmi internazionali.

Come attivarlo

Le seguenti informazioni riguardano i tirocini che si svolgono in Emilia-Romagna per i quali l’Università di Bologna può svolgere il ruolo di ente promotore.

La normativa regionale (n° 1/2019) definisce le regole per l’attivazione dei tirocini post laurea e  richiede a tirocinante, ente ospitante e ente promotore l’accesso alla piattaforma regionale “Lavoro per te”.

Non è possibile attivare tirocini in favore di professionisti abilitati o qualificati all’esercizio di professioni regolamentate per attività tipiche riservate alla professione e con tirocinanti che abbiano prestato opera per il soggetto ospitante come lavoratori subordinati o con qualunque altra forma contrattuale nei due anni precedenti.

L'Università di Bologna svolge la funzione di ente promotore dei tirocini post laurea che si svolgono in regione per i propri studenti che abbiano conseguito un titolo di studio (laurea, laurea magistrale, scuola di specializzazione, dottorato di ricerca, master universitario di primo e di secondo livello) da non più 12 mesi. Dopo i 12 mesi dal conseguimento del titolo, il tirocinio post laurea può essere attivato con uno dei soggetti promotori autorizzati dalla Regione Emilia Romagna Soggetti promotori — Formazione e lavoro (regione.emilia-romagna.it)

Per visualizzare le offerte di tirocinio e le strutture convenzionate con l’Università di Bologna è necessario accedere al Servizio Tirocini online per studenti.
I contenuti e le modalità di partecipazione al tirocinio sono concordati tra un referente della struttura ospitante, il tirocinante e un docente dell'Ateneo denominato "responsabile didattico/organizzativo".

Per avviare un tirocinio è necessario stipulare una convenzione tra Università e Soggetto ospitante e redigere un progetto formativo individuale di tirocinio individuale per il tirocinante in cui si stabiliscono gli obiettivi di apprendimento del percorso, con riferimento agli standard di capacità e conoscenze del Sistema regionale delle qualifiche.

Il progetto formativo individuale di tirocinio deve contenere:

  • i dati del Tirocinante;
  • i dati dei Tutor;
  • i dati relativi al Soggetto ospitante;
  • la qualifica del Sistema regionale SRQ a cui il tirocinio fa riferimento e le unità di competenza della qualifica che dovranno essere acquisite dal tirocinante nel corso dell’esperienza;
  • gli estremi identificativi delle assicurazioni INAIL e per la responsabilità civile;
  • il Soggetto certificatore del tirocinio.

Il Progetto Formativo individuale deve essere firmato da tutti i soggetti coinvolti che nella Piattaforma Lavoro per Te devono dare conferma informatica dei dati inseriti.

Durata

La durata minima del tirocinio post laurea è di 2 mesi, quella massima è di 6 mesi all’interno dello stesso soggetto ospitante (proroghe comprese). Non sono previsti periodi di prova.

Indennità

Per i tirocini attivati in Emilia-Romagna l’indennità per il tirocinante non può essere inferiore a 450,00 euro mensili.

Autorizzazione

I tirocini non possono iniziare se non è stata data l’autorizzazione preventiva dall’Agenzia Regionale per il Lavoro.

Conclusione

Tutti i tirocini si devono concludere con la consegna all’Ufficio tirocini delle schede individuali di rilevazione delle presenze e la formalizzazione e certificazione delle competenze acquisite. Il servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze acquisite dal tirocinante è fornito dal soggetto certificatore del tirocinio.