TERMOREF

Integrazione di processi termochimici e reforming su biomasse di scarto e valorizzazione dei prodotti con un approccio a rifiuti zero

Il progetto TERMOREF è finalizzato allo sviluppo di due processi termochimici integrati con processi di reforming e upgrading in modo da aumentare la sostenibilità ambientale ed economica attraverso l'ottenimento di prodotti a più alto valore aggiunto e minor impatto ambientale. La sostenibilità economica e ambientale sarà valutata in un ottica di chiusura dei cicli e di analisi di filiera.
I due prototipi hanno l'obiettivo comune di ottenere un biochar ad elevate prestazioni e sicurezza da utilizzare come ammendante, le cui proprietà saranno analizzate in uno studio dettagliato, e una fase gassosa costituita da gas di sintesi e idrocarburi leggeri trasformabile in gas naturale sintetico (Bio-SNG) del tutto equivalente al biometano.
Il primo prototipo riguarda un pirogassificatore che produce una frazione contenente gas e vapori e un biochar. Esso ha elevata flessibilità nell'alimentazione della biomassa permettendo l'utilizzo di biomasse ad elevata umidità, digestato o rifuti in coalimentazione. L'integrazione fra il pirogassificatore e il tar reforming permette di ottenere un gas pulito e alte prestazioni. Infine l'alimentazione H2O/O2 come agente gassificante alternativo all'aria permette di ottenere un gas di sintesi senza diluenti su cui sviluppare il processo catalitico per la produzione di Bio-SNG.
Il secondo prototipo, costituito da un processo termochimico in cui le ceneri sono attive in un parziale reforming, permette la condensazione dei vapori e l'ottenimento di un gas più pulito. Il progetto mira a migliorare il reforming attraverso l'alimentazione di additivi a base di magnesio (Mg) e ferro (Fe) con la biomassa in modo da facilitare la successiva trasformazione in Bio-SNG attraverso metanazione. Il miglioramento del biolio in cui è conservata la maggiore quantità di energia rappresenta per questo processo un aspetto fondamentale che sarà affrontato attraverso lo sviluppo di un processo catalitico di idrodeossigenazione che aumenti le qualità del fuel.

Responsabile scientifico: 
Francesco Basile

Coordinatore: 
CIRI Energia e Ambiente

Altri Partner: 
CIDEA
CNR ISTEC
CRPA LAB
Azienda Tadini 

Aziende Coinvolte:
Super Taurus srl
Sauber srl

S3 di riferimento: 
Sistema agroalimentare; Sistema della meccatronica e della motoristica

Contributo Regione Emilia-Romagna: 
976.317,20euro

Durata del progetto in mesi: 
24

Data inizio: 01/04/2016
Data fine: 31/03/2018