SOSTINNOVI

Sostenibilità e Innovazione nella Filiera Vitivinicola

Scopo del progetto SOSTINNOVI è trasformare l'Emilia-Romagna in un punto di riferimento internazionale per l'innovazione sostenibile nella filiera viti-vinicola. Le soluzioni proposte basano la gestione delle pratiche agronomiche sul telerilevamento con droni e sulla valutazione oggettiva della maturazione con smartphone, permettendo di modulare le attività su reali esigenze, coniugando redditività, tecnologia, tradizione, eccellenza, tipicità e sostenibilità.
Salubrità: l’anidride solforosa (SO2) può causare problemi seri al consumatore. L’uso di coadiuvanti alternativi come chitosano, resine a scambio ionico, o protocolli ad hoc ne consentono la quasi completa eliminazione. SOSTINNOVI mira inoltre alla produzione di vini a basso grado alcolico, ma gradevoli, ottenuti con sistemi a membrana per la rimozione dell’alcol, più sostenibili dal punto di vista energetico rispetto ad altri sistemi di rimozione dell’etanolo (es. distillazione sotto vuoto).
Polifenoli: il controllo selettivo dei polifenoli per migliorare qualità dei vini e ridurre i flussi uscita con possibile recupero a fini nutrizionali. SOSTINNOVI mira alla produzione di succhi d’uva stabilizzati a freddo ricchi di polifenoli.
Valorizzazione dei sottoprodotti: il recupero, l’uso e la valorizzazione dei sottoprodotti vitivinicoli sono imperativi importanti della sostenibilità. Il progetto SOSTINNOVI mira alla:

  • progettazione e realizzazione di gassificatori a letto fisso con produzione di energia termica, elettrica e biochar con utili effetti sulla fertilità del suolo;
  • recupero di sostanze di interesse salutistico e per produzione bioplastiche;
  • realizzazione di materiali composit per l’edilizia e di materiali ceramici a porosità controllata.

ICT: SOSTINNOVI prevede la progettazione e realizzazione di una rete di sensori WLAN per il monitoraggio dei principali parametri in cantina di interesse per l’industria vitivinicola. Inoltre tecnologie ICT specifiche sono coinvolte nel monitoraggio del vigneto e nella gestione del risparmio energetico.

Responsabile scientifico: 
Andrea Antonelli

Coordinatore: 
BIOGEST SITEIA

Partner Unibo:
Claudio Riponi - CIRI Agroalimentare

Altri Partner: 
CRPV LAB
INTERMECH.MORE
SITEIA.PARMA

Aziende Coinvolte:
Caviro SCA
Cantine Riunite & Civ
Gruppo Cevico Soc. Coop Agricola
Cantina Sociale San Martino in Rio
Emilia Wine SCA

S3 di riferimento: 
Sistema agroalimentare 

Contributo Regione Emilia-Romagna: 
801.656,20 euro

Durata del progetto in mesi: 
24

Data inizio: 01/04/2016
Data fine: 31/03/2018