SACHER

Smart Architecture for Cultural Heritage in Emilia Romagna. Piattaforma Innovativa di gestione dei BBCC tangibili per l'Industria Culturale e Creativa

La valorizzazione del patrimonio culturale manca di piattaforme ICT per la gestione completa del ciclo di vita dei dati per BBCC tangibili e per l'integrazione delle banche dati, eterogenee e frammentate, dei diversi operatori culturali pubblici/privati. SACHER intende colmare questa lacuna, operando sinergicamente a due livelli: tecnologico in primis e, secondariamente, di modello di business.
A livello tecnologico SACHER fornirà una piattaforma per la gestione del ciclo di vita di dati BBCC basata su un ambiente di Cloud Computing, completamente distribuito e opensource, in grado di integrare le diverse infrastrutture hw/sw e i dati già disponibili presso enti privati/pubblici e sul paradigma Active Digital Identity in grado di rendere uniche ed interoperabili tutte le risorse per gli operatori/fruitori di servizi culturali.
La piattaforma SACHER promuoverà la fruizione e condivisione rapida, sicura e scalabile dei BBCC tra le diverse comunità formate da enti privati e pubblici e cittadini, nonché abiliterà una più facile collaborazione. La piattaforma metterà a disposizione anche servizi applicativi per garantire accesso, analisi finalizzate e presentazione avanzata dei dati BBCC, personalizzati per le diverse categorie finali e per gli obiettivi specifici (gestionale, storico, ecc.).
A livello di business, SACHER definirà nuovi modelli basati sul participatory design per i dati BBCC nella direzione dell'imprenditoria sociale. La validazione della piattaforma SACHER avverrà in collaborazione con il Comune di Bologna su BBCC tangibili all'interno dell'area del Palazzo del Podestà. Lo scopo finale di SACHER è non solo realizzare un dimostratore che possa rapidamente essere trasferito sul mercato e riutilizzato in vari contesti di città d'arte, ma anche di generare un ecosistema di servizi ed attori in grado di produrre nuove catene di valore nell'area della produzione/fruizione collaborativa di servizi culturali.

Responsabile scientifico: 
Rebecca Montanari

Coordinatore: 
CIRI Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione

Altri Partner: 
SOFTECH-ICT
CENTURIA 

Aziende Coinvolte:
Imola Informatica spa
Engineering Ingegneria Informatica spa

S3 di riferimento: 
Industrie culturali e creative

Contributo Regione Emilia-Romagna:
879.398,30 euro

Durata del progetto in mesi:
24

Data inizio: 01/04/16
Data fine: 31/03/18