OPEN-NEXT

Strutture software real-time e open-source per piattaforme embedded industriali di prossima generazione

L'avvento di piattaforme multi/many-core eterogenee apre enormi opportunità nell'ambito dei sistemi embedded. L'integrazione di più unità di calcolo operanti a frequenze minori permette un significativo aumento di prestazioni con riduzione dei costi e del consumo energetico. Contestualmente si affacciano sul mercato dei sistemi embedded nuove applicazioni industriali che impongono requisiti difficili da soddisfare con la tecnologia esistente:

  • maggiori carichi computazionali, per l'elaborazione rapida e la fusione di molteplici dati sensoriali;
  • ridotto consumo energetico, per consentire l'utilizzo di batterie più piccole associate a fonti energetiche rinnovabili;
  • più rapida ed affidabile interazione con l'ambiente circostante, con una capacità di reazione in tempi predicibili;
  • maggiore criticità, con sistemi che partecipano ad attività safety-critical anche in stretta interazione con l'uomo.

In questa ultima tipologia di sistemi non è ammissibile mirare ad elevate prestazioni medie senza garantire il rispetto dei vincoli sul tempo di risposta. Emerge quindi la necessità di nuove architetture computazionali che possano fornire alte prestazioni in maniera predicibile su piattaforme embedded di nuova generazione, veri e propri super-computer che richiedono complessi stack di sistemi operativi per essere utilizzati in modo ottimale.
OPEN-NEXT intende sviluppare una piattaforma software che permetta l'esecuzione di applicazioni industriali real-time di nuova generazione su dispositivi eterogenei multi/many-core, ottenendo una riduzione fino ad un ordine di grandezza nel consumo energetico e nel costo di sviluppo. La piattaforma sarà scalabile su diversi processori e sarà ingegnerizzata per facilitarne la configurazione e l'uso attraverso interfacce basate su modelli di programmazione parallela di larga diffusione. Il framework sarà testato su casi d'uso forniti da eccellenze regionali che ne garantiranno anche la diffusione.

Responsabile scientifico: 
Claudio Salati

Coordinatore: 
T3LAB

Partner Unibo:
Davide Rossi - CIRI Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione

Altri Partner: 
INFN TTLAB
SOFTECH-ICT
CRIT

Aziende Coinvolte:
DATALOGIC IPTECH srl
SACMI IMOLA soc. coop.
Eostech srl
Active Technologies srl
Leomatic srl

S3 di riferimento: 
Sistema della meccatronica e della motoristica

Contributo Regione Emilia-Romagna: 
739.250,00 euro

Durata del progetto in mesi: 
24

Data inizio: 01/04/2016
Data fine: 31/03/2018