MATER SOS

MATERiali SOStenibili per il ripristino e la realizzazione di nuovi edifici

Il settore delle costruzioni in Europa è il principale utilizzatore di energia (circa 40%) e il maggior responsabile delle emissioni di gas serra (circa 36% del totale delle emissioni di CO2 in Europa). L'industria delle costruzioni rappresenta uno dei principali soggetti su cui intervenire per raggiungere l'obiettivo della decarbonizzazione proposta dalla Unione Europea (UE) mediante un'azione mirata sui materiali e processi utilizzati nel settore.
Per ottenere un'edilizia a basso impatto ambientale occorre, pur nel necessario miglioramento del comfort abitativo:

  • ridurre i consumi energetici e le emissioni di CO2 associate alla produzione dei materiali da costruzione;
  • migliorare la gestione delle risorse e dell'energia disponibili.

Il progetto MATER SOS ha lo scopo di sviluppare e prototipare materiali da costruzione a basso impatto ambientale al fine di utilizzarli nell'intera filiera costruttiva. Ciò sarà raggiunto innovando le formulazioni e/o i processi produttivi di materiali da costruzione tradizionali con l'intento di arrivare a realizzare nuovi prodotti con prestazioni avanzate (aumentata resistenza meccanica; incremento del comfort termo-igrometrico; funzionalizzazione superficiale e di massa, etc).
L'innovazione delle formulazioni si basa sull'utilizzo di materiali di scarto che saranno mappati a livello regionale e qualificati per diventare materie prime seconde in accordo con i principi dell'economia circolare promossa dalla UE. La percentuale di riciclo andrà anche oltre il 60%.
L'innovazione di processo sarà volta (i) all'abbassamento dei consumi energetici del processo produttivo dei materiali da costruzione, (ii) al riciclo di materiali di scarto (con conseguente risparmio di materie prime da fonti non rinnovabili), (iii) alle migliorate prestazioni dell'edificio stesso. La realizzazione di pacchetti costruttivi (prototipi) con relative schede tecniche prestazionali confermeranno il raggiungimento degli obiettivi proposti.

Responsabile scientifico: 
Claudio Mazzotti

Coordinatore: 
Centro Ceramico

Partner Unibo:
CIRI Edilizia e Costruzioni

Altri Partner: 
CNR ISTEC
CERTIMAC
RI.COS

Aziende Coinvolte:
Marazzi Group
Consorzio Cave Bologna
Fili & Forme

S3 di riferimento: 
Sistema dell'edilizia

Contributo Regione Emilia-Romagna: 
999.912,88 euro

Durata del progetto in mesi: 
24

Data inizio: 01/04/2016
Data fine: 31/03/2018