TARANTO

Tecnologie e processi per l’Abbattimento di inquinanti e la bonifica di siti contaminati con Recupero di mAterie prime e produzioNe di energia TOtally green

Il progetto TARANTO è finalizzato allo sviluppo di un insieme di tecnologie innovative funzionali a generare energia rinnovabile conseguendo contestualmente effetti di bonifica delle matrici ambientali contaminate e favorendo l’economia circolare e la decarbonizzazione. Le tecnologie proposte promuovono l’efficienza energetica trasformando gli scarti (reflui, fanghi, biomasse da bonifiche) in fonti rinnovabili di energia, stimolando una profonda riconsiderazione del modo di produrre e utilizzare energia e di fare impresa.

Il progetto TARANTO è articolato in 6 Obiettivi Realizzativi:

  • Coordinamento del progetto, valorizzazione e diffusione dei risultati;
  • Progettazione e realizzazione di catalizzatori e foto-catalizzatori nanostrutturati per la rimozione di inquinanti prioritari ed emergenti in matrice acquosa e loro integrazione in impianti pilota; Sintesi e caratterizzazione chimico-fisica e funzionale di nano-fotocatalizzatori; sintesi di ossidi misti con proprietà acido-base modulabili per la produzione di biodiesel da biomasse di scarto; immobilizzazione dei catalizzatori su matrici solide;
  • produzione di biofuel da biomasse derivate dal trattamento di acque reflue; caratterizzazione, pretrattamenti e preparazione biomasse; produzione di biodiesel liquidi; produzione di biofuel gassosi;
  • sviluppo di processi di trattamento intensivi per la rimozione di inquinanti da siti contaminati e da acque di scarico dell’area di Taranto; processi di ossidazione avanzata per la rimozione di inquinanti organici; integrazione di processi chimico-biologici per l’efficientamento energetico del trattamento di scarichi recalcitranti; biorimedio fitoassistito di suoli e sedimenti contaminati; bonifica di sedimenti contaminati presso il Mar Piccolo di Taranto mediante processi ossidativi e biorisanamento;
  • depurazione e recupero di materia e energia dalle acque di scarico; recupero di energia termica dalla depurazione delle acque di scarico urbane mediante pompe di calore; trattamento di acque di scarico mediante schemi semplificati per il riutilizzo in agricoltura; trattamento di acque di scarico per il riuso a fini irrigui tramite bioreattori anaerobici a membrana e sistemi naturali di fitodepurazione;
  • studio dell’impatto ambientale e Life Cycle Assessment (LCA) per la valutazione delle tecnologie e dei processi implementati nel progetto e studio di un modello di Fiscalità Circolare; la dimensione giuridica; sviluppo di software; LCA.

 

Referente scientifico dell'Università di Bologna
Attilio Toscano

Dipartimenti dell'Università di Bologna
DISTAL, DICAM

Coordinatore
CNR Bari

Partnership
Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
ASTRA ENGINEERING Srl
Biotec Srl
CISA SpA
COMFORT ECO Srl
ECOPAN Srl
ICMEA Srl
Omnitech Srl
SOCRATE srl
Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"

Contributo MIUR relativo all'intero progetto: € 4.828.999,96

Durata del progetto (in mesi): 30
Data inizio attività: 22/11/2018
Data fine attività: 21/05/2021