AcrOSS

Ambiente per Operazioni Sicure di Sistemi aeromobili a pilotaggio remoto

Il progetto AcrOSS contribuisce all'integrazione sicura ed efficiente delle operazioni di piccoli droni (sUAS) nello spazio aereo a bassa quota, controllato (aeroportuale) o non, dove coesistono il traffico di velivoli con o senza pilota a bordo. Il Progetto studierà e svilupperà capacità e tecnologie innovative, a terra e bordo velivolo, per una più chiara visione delle condizioni del traffico degli sUAS e più accurata gestione di situazioni di emergenza dovute a vincoli dinamici dello spazio aereo o a eventi imprevisti impattanti sicurezza ed efficacia delle operazioni. Principali attività sono: analisi del quadro normativo relativo alle operazioni sUAS; definizione dei CONOPS e dei requisiti; progettazione e sviluppo dei seguenti componenti:

  • sistema di supporto per il controllo dinamico del traffico droni in aree critiche UAS side e ATC side;
  • drone box Multi canale e Multi costellazione;
  • soluzione UAS avanzata - Tethered and non-tethered;
  • piattaforma innovativa per servizi di notifica e autorizzazione (N&A);
  • sistema radar avanzato di rilevazione e tracciamento di piccoli droni per applicazioni aeroportuali;
  • piattaforma di simulazione e Playback Investigation.

I sottosistemi sviluppati saranno integrati e testati, anche con sistemi e piattaforme esterne. Infine, verrà eseguita una campagna di volo e una di simulazioni per dimostrare la fattibilità tecnica e operativa delle tecnologie sviluppate. Verranno rilasciate linee guida e raccomandazioni insieme a una campagna di comunicazione e disseminazione, per massimizzare l'impatto dei risultati di progetto.
Lo svolgimento del progetto produrrà forti innovazioni che porteranno a:

  • maggiore sicurezza per tutti gli attori dello spazio aereo;
  • nuove procedure per gli attori coinvolti nelle operazioni di sUAS;
  • contributo alla standardizzazione di nuovi CONOPS e raccomandazioni per linee guida e task force di regolamentazione;
  • sblocco di nuovi mercati potenziali in BVLOS e operazioni autonome in aree sensibili;
  • azioni di innovazione attraverso lo sviluppo di nuove capacità e tecnologie abilitanti, a bordo e a terra;
  • riduzione delle barriere all'accesso equo allo spazio aereo a bassa quota per tutti gli utenti.

Si prevede un incremento occupazionale tra i partner di circa 10 unità, oltre a sviluppi occupazionali indotti dalla crescita del mercato associato ai droni, sia per la fornitura di servizi che per la loro commercializzazione.

 

Referente scientifico dell'Università di Bologna
Fabrizio Giulietti

Dipartimenti dell'Università di Bologna
Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aeropazio-Aerospace

Coordinatore
I.D.S. INGEGNERIA DEI SISTEMI Spa

Partnership
Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Aeroporti di Puglia Spa
Exprivia SpA
TOPVIEW Srl Start Up Innovativa
Università del Salento

Contributo MIUR relativo all'intero progetto: € 1.785.311,80

Durata del progetto (in mesi): 30
Data inizio attività: 06/12/2018
Data fine attività: 29/04/2021