Studenti in mobilità @unibo e info per università partner: regole per l’ingresso in Italia

Regole da osservare e procedure da svolgere per l’ingresso e il soggiorno in Italia degli studenti di cittadinanza non-UE.

Le università partner sono invitate a informare per tempo gli studenti, che sono stati selezionati per un programma di scambio con l’Università di Bologna, delle regole per l’ingresso e il soggiorno in Italia e dei documenti necessari.

Gli studenti con cittadinanza non dell’Unione Europea devono avere un visto di ingresso in Italia per motivi di studio, salvo esenzioni (vedi sotto). Per richiedere il visto devono:

L’Università di Bologna rilascia la lettera di invito agli studenti che hanno completato la registrazione online su AlmaRM in formato PDF. Il formato cartaceo può essere richiesto se necessario.

L’Università di Bologna non è responsabile per il ritardato o il mancato rilascio dei visti da parte delle Ambasciate.

Gli studenti con cittadinanza non dell’Unione Europea, che ricadono nella seguente situazione:

  • sono iscritte a un’università nell’Unione Europea (Area Schengen) e
  • possiedono un permesso di soggiorno per motivi di studio rilasciato in un Paese membro dell’Unione Europea (Area Schengen) che copre l’intero periodo di mobilità e che è rinnovabile nel Paese dove è stato rilasciato e
  • partecipano a un programma di mobilità europeo o svolgi una mobilità nell’ambito di un accordo internazionale dell’Università di Bologna,

devono verificare, presso l’Ufficio Visti dell’Ambasciata d’Italia nel Paese dove attualmente studiano e risiedono, se siano esenti da visto. è consigliato avere una risposta scritta per e-mail dell’Ufficio Visti.

Attenzione! nel periodo di emergenza coronavirus gli studenti devono rispettare l’obbligo di isolamento fiduciario, ove previsto.