Scuola di specializzazione in Studi sull'Amministrazione Pubblica

La Scuola fornisce le competenze di metodo e di contenuti necessarie ad operatori professionali nel settore del diritto amministrativo, nonché adeguate cognizioni sulle rilevanti discipline economiche, aziendalistiche e organizzative.
Codice 1140
Area Giuridica
Anno accademico 2019/2020
Direttore/Coordinatore Prof. Giuseppe Caia
Durata 2 anni
Scadenza bando

03/10/2019

Obiettivi formativi
Il Corso intende fornire le competenze di metodo e di contenuto per la formazione di operatori professionali nel
settore delle scienze amministrative e, più in generale, degli studi sulle Amministrazioni Pubbliche.
Il Corso si rivolge, da un lato, ai giovani laureati che ambiscono ad accedere alle Pubbliche Amministrazioni,
dall’altro, a coloro che desiderano migliorare la loro collocazione nelle stesse, aspirando a funzioni dirigenziali1,
nonché a coloro che intendono specializzarsi nell’ambito delle libere professioni e delle attività di impresa nelle
materie amministrativistiche.
 
Sono disponibili 50 posti per il I anno di corso. Sono inoltre previsti:
 5 posti in soprannumero riservati a dipendenti dell’Ateneo di Bologna;
 3 posti in soprannumero riservati a cittadini di Stati non membri dell’Unione Europea.

Il rilascio del diploma di specializzazione è subordinato all’assolvimento dell’obbligo di frequenza e al superamento delle prove (sia intermedie durante il corso dell’anno che finali al termine di ciascun anno) di verifica del profitto e dell’esame finale. Il Diploma di specializzazione consente, tra l’altro, ai laureati in giurisprudenza l’accesso al concorso, per esami, a posti di magistrato ordinario, ai sensi della L. 30 luglio 2007, n. 111.

L’iscrizione e la frequenza al Corso biennale hanno validità ai fini della formazione forense continua ex art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, secondo le regole e i riconoscimenti stabiliti dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna.
Il Corso ha carattere di corso di III ciclo di cui all’art. 3 comma 1 del Regolamento Didattico di Ateneo dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.
Struttura di riferimento
Dipartimento di Scienze giuridiche - DSG
Requisiti e titoli di ammissione
Possono essere ammessi al Corso i cittadini dell’Unione Europea laureati in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Economia o equipollenti (vecchio ordinamento) e nelle corrispondenti lauree specialistiche, magistrali e magistrali a ciclo unico del nuovo ordinamento.
Sono, altresì, ammessi coloro che possiedono i seguenti titoli di studio:
a) laurea nella Classe 54S-Pianificazione territoriale urbanistica ed ambiente di cui al D.M. 28.03.2000- Determinazione delle classi delle lauree specialistiche e laurea nella corrispondente classe LM 48 di cui al D.M. 16 marzo 2007 – Disciplina delle classi dei corsi di laurea magistrale;
b) lauree del vecchio ordinamento considerate equipollenti alle Lauree 54/S e LM 48 in virtù del Decreto interministeriale 9 luglio 2009, e cioè:
- Laurea vecchio ordinamento in Pianificazione territoriale ed urbanistica;
- Laurea vecchio ordinamento in Pianificazione territoriale urbanistica ed ambientale;
- Laurea vecchio ordinamento in Politica del territorio.
Il titolo di studio deve essere conseguito entro e non oltre la data della prova di ammissione e cioè entro il 14 ottobre 2019.

I cittadini dell’Unione Europea e cittadini di stati non membri dell’Unione Europea, in possesso di titolo di studio conseguito presso Università straniere possono presentare istanza, qualora siano in possesso di un titolo accademico equiparabile, per durata e contenuto, al titolo accademico italiano richiesto per l'accesso. Il titolo deve essere posseduto nei termini sopra indicati. L’ammissione è subordinata alla valutazione, esclusivamente a tali fini, dell’idoneità del titolo da parte della Commissione di ammissione.
Modalità di ammissione
Per l'ammissione alla Scuola è richiesto il superamento di un esame.
Sede didattica
Via Belmeloro, 10 - 40126 Bologna
Frequenza Obbligatoria
Ciascuno dei due anni di corso prevede non meno di 200 ore di lezioni, seminari, esercitazioni.
E' previsto l’obbligo di frequenza per almeno l'80% delle attività formative per ogni anno di corso. Deroghe a tale percentuale possono essere eccezionalmente consentite per gravi e documentati impedimenti.

Le lezioni del primo anno di Corso iniziano il 25/10/2019 e terminano entro il 15/06/2020 (con eventuale proroga in caso di necessità sopravvenute) e si svolgeranno, di norma, il venerdì dalle 15.00 alle 19.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00 (In qualche settimana sarà necessario svolgere le lezioni il venerdì dalle 14 alle 19 e/o il sabato dalle 8:30 alle 13:30).
Esame finale
Per conseguire il diploma di specializzazione, lo studente deve sostenere l’esame finale che consiste nella discussione di una tesi di specializzazione davanti a una Commissione formata da docenti del Corso.