All’arrivo in Italia: dichiarazione di presenza e permesso di soggiorno per Studenti di scambio

Dichiarazione di presenza per soggiorni inferiori a 90 giorni

Gli studenti non dell’Unione Europea (non-UE) di scambio, che intendono soggiornare in Italia per meno di 90 giorni, devono presentare la dichiarazione di presenza (non è necessario richiedere il permesso di soggiorno).

Se entri in Italia da un Paese che non è parte dell'Area Schengen, il timbro uniforme Schengen, che viene apposto al passaporto durante il controllo di frontiera, sostituisce la dichiarazione di presenza.
Se entri in Italia transitando da un Paese dell’Area Schengen, devi presentare la dichiarazione di presenza entro 8 giorni dal tuo ingresso in Italia alla Questura della Provincia in cui sei domiciliato.

Se alloggi in un albergo, costituisce dichiarazione di presenza la dichiarazione resa all’albergatore e da te sottoscritta.
Devi portare sempre con te copia della dichiarazione di presenza presentata, perché tu possa esibirla in caso di controllo di Polizia.

Permesso di soggiorno per soggiorni superiori a 90 giorni

Gli studenti non dell’Unione Europea (non-UE) di scambio che intendono soggiornare in Italia per più di 90 giorni devono richiedere il permesso di soggiorno entro 8 giorni lavorativi dal loro ingresso in Italia.

Richiedere il permesso di soggiorno usufruendo del supporto dell’Università di Bologna

Prima di compilare la richiesta di permesso di soggiorno devi fare il Check-in presso l’Ufficio Relazioni Internazionali del tuo Campus: BolognaCesena, ForlìRavennaRimini.

Al Check-in  l'Ufficio Relazioni Internazionali ti fornisce i documenti che devono essere allegati alla domanda per il permesso di soggiorno e, se hai bisogno, lo staff dell’ufficio ti può offrire assistenza e informazioni sui documenti necessari per la corretta presentazione della domanda.

Quando ritiri il permesso di soggiorno devi inviare una copia (anche per posta o per e-mail) all’Ufficio Relazioni Internazionali del tuo Campus. Se non lo fai, dopo 180 giorni dalla registrazione dell’arrivo, non puoi sostenere esami.

Se sei domiciliato a Bologna e provincia puoi richiedere al Check-in un appuntamento presso un patronato per ricevere gratuitamente assistenza nella compilazione della domanda di permesso di soggiorno.

Richiedere autonomamente il permesso di soggiorno

Se vuoi richiedere autonomamente il permesso di soggiorno, devi ritirare presso gli uffici postali qualificati (Sportello Amico) il kit, cioè una busta che contiene i moduli e le istruzioni per la compilazione.

Dopo aver correttamente compilato e firmato i moduli, dovrai recarti ad uno degli uffici postali qualificati (Sportello Amico) e consegnare:

  • i moduli in una busta aperta;
  • una marca da bollo da €16;
  • il passaporto originale, le copie delle pagine contenenti i dati anagrafici, il visto e il timbro di ingresso e le copie di eventuali altre pagine con visti e timbri di ingresso e uscita;
  • una copia della lettera di invito rilasciata dall’Università di Bologna e presentata per ottenere il visto presso l’Ambasciata italiana all’estero, vistata dall’Ambasciata stessa;
  • la dichiarazione di arrivo dell’Università di Bologna rilasciata dagli Uffici Relazioni Internazionali al Check-in;
  • la copia dell’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) italiano o dell’assicurazione sanitaria; la copia di un documento attestante le risorse economiche necessarie alla permanenza in Italia (i parametri di riferimento per il 2019 sono: minimo € 458 per mese o € 5.954 per anno). Puoi consegnare i documenti usati per la richiesta di visto o un estratto del conto corrente bancario/postale o una lettera ufficiale che confermi l'assegnazione, l'ammontare, la durata di una borsa di studio;
  • i documenti per dimostrare la disponibilità di un alloggio in Italia.

Inoltre, al momento della consegna della domanda all’ufficio postale, dovrai pagare:

  • il costo del Permesso di Soggiorno Elettronico (PSE) (€ 30,46);
  • il contributo per il Permesso di Soggiorno (€ 40);
  • la spedizione della domanda mediante posta assicurata (€ 30).

All’ufficio postale, ti viene anche assegnato un appuntamento presso l’ufficio stranieri della Questura competente per le operazioni di fotosegnalamento. E’ molto importante rispettare questo appuntamento.

Il permesso di soggiorno viene rilasciato per gli stessi motivi e per la durata indicati nel visto. Se la copertura sanitaria ha una durata più breve del visto, la durata del permesso di soggiorno sarà uguale a quella della copertura sanitaria.

Infine devi:

  • segnalare all’ufficio postale un domicilio corretto: la Questura invia infatti eventuali comunicazioni o convocazioni in caso di problemi nel rilascio del permesso di soggiorno all’indirizzo indicato. E’ importante che il tuo nome e cognome siano correttamente indicati sul citofono/cassetta delle lettere;
  • conservare la ricevuta che ti sarà resa dall’ufficio postale: in caso di controllo di polizia, dimostra che hai fatto regolarmente la richiesta di permesso di soggiorno.

Per conoscere lo stato della richiesta di rilascio/rinnovo dopo l’appuntamento in Questura puoi inserire il codice della pratica assegnato durante l’appuntamento o il numero di posta assicurata (la password scritta sulla ricevuta consegnata dall’ufficio postale) nel sito web della Polizia di Stato.

Attenzione (solo per la Questura di Bologna): la Questura di Bologna non invia sms per avvertire che il Permesso di Soggiorno è pronto. Dopo circa 6-8 settimane dal foto segnalamento, puoi invece controllare su www.questura.bologna.it se il Permesso di Soggiorno è pronto e prenotare la data del ritiro. Ricordati di stampare la prenotazione del ritiro e di portarla con te all’Ufficio Immigrazione.

Quando ritiri il permesso di soggiorno devi inviare una copia (anche per posta o per e-mail) all’Ufficio Relazioni Internazionali del tuo Campus. Se non lo fai, dopo 180 giorni dalla registrazione dell’arrivo, non puoi sostenere esami.