00603 - LINGUA E LETTERATURA LATINA

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2022/2023

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso mira a fornire le competenze di base della lingua e letteratura latina attraverso l'analisi diretta di testi e documenti. Al termine del corso lo studente acquisisce gli strumenti fondamentali per collocare un testo nel contesto storico e culturale di appartenenza, con particolare riguardo alla cultura materiale, a miti, rituali e istituzioni.

Contenuti

I. CORSO MONOGRAFICO. Et in Arcadia ego: le Bucoliche e l’idealizzazione pastorale

Il corso propone una lettura delle Bucoliche di Virgilio e l’analisi della loro idealizzazione nella poesia successiva e nella storia dell’arte e della musica.

Testi: lettura e commento delle Bucoliche di Virgilio e di testi poetici rinascimentali e moderni.

Letture critiche: la lettura di testi è accompagnata alla discussione di alcuni saggi critici (che saranno caricati online, su 'Virtuale').

II. PARTE ISTITUZIONALE
- Autori: è richiesta la lettura (in latino) e l'analisi delle Bucoliche e di Georgiche 4.453-566.
- Istituzioni di lingua (morfologia e sintassi).
- Istituzioni di letteratura (storia della letteratura). Per quanto riguarda la Storia letteraria, è richiesta – oltre alla periodizzazione e ad un inquadramento storico generale – la conoscenza dei principali autori (Agostino, Apuleio, Catullo, Cesare, Cicerone, Cornelio Nepote, Ennio, Giovenale, Girolamo, Livio, Livio Andronico, Lucano, Lucilio, Lucrezio, Marziale, Nevio, Orazio, Ovidio, Petronio, Plauto, Plinio il Vecchio, Properzio, Quintiliano, Sallustio, Seneca, Svetonio, Tacito, Terenzio, Varrone, Virgilio).

Testi/Bibliografia

1. TESTI
Virgilio, Bucoliche, introduzione di A. La Penna, traduzione e note di L. Canali, Milano, BUR, 1978; in alternativa: Publio Virgilio Marone, Le Bucoliche, Introduzione e commento di Andrea Cucchiarelli, traduzione di Alfonso Traina, Roma, Carocci editore, 2011.

Virgilio, Georgiche, Introduzione di G.B. Conte, testo, traduzione e note di A. Barchiesi, Milano, Mondadori, 1980.

N.B.
Agli studenti non frequentanti, oltre alle Bucoliche e a Georgiche 4.453-566, sono richieste la lettura (in latino) e l'analisi del libro VI dell'Eneide.
A chi sostiene l'esame come 'Corso singolo', oltre allo studio dei testi indicati (Bucoliche, Georgiche 4.453-566 e Eneide VI) è richiesto lo studio di A. Traina, G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna: Pàtron, 2007, capp. I-VII.

2. LETTURE CRITICHE
A. Cucchiarelli, Introduzione in Publio Virgilio Marone, Le Bucoliche, Introduzione e commento di Andrea Cucchiarelli, traduzione di Alfonso Traina, Roma, Carocci editore, 2011.

Arcadia, in Enciclopedia Virgiliana, vol. 1, Roma, Istituto dell’Enciclopedia italiana, 1984, 272-285.

3. FONDAMENTI DI LINGUA E STORIA LETTERARIA
Lingua: si consiglia I. Dionigi - E. Riganti - L. Morisi, Il latino, Bari: Laterza 2011. Per la sintassi A. Traina, Sintassi normativa della lingua latina, Bologna: Patron, 2015. Per particolari problemi di fonetica, morfologia, sintassi, si suggerisce la lettura di A. Traina - G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, Bologna: Pàtron, 2007, capp. II-VI.

Letteratura: si può ricorrere ad un manuale delle scuole superiori, oppure a G.B. Conte, Letteratura latina. Manuale storico dalle origini alla fine dell'impero romano, Firenze: Le Monnier, 2002; oppure M. Citroni, Letteratura di Roma antica, Bari: Laterza, 1997.

Metodi didattici

Lezione frontale con momenti di interazione e lavoro seminariale.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

L'esame è orale, e prevede una verifica:
- delle conoscenze delle nozioni di base di lingua (fonetica, morfologia, sintassi): la verifica è effettuata sulla base dei testi esaminati a lezione (vd. punto I)
- della capacità di leggere, tradurre e comprendere i brani analizzati a lezione e indicati nel programma
- della conoscenza della storia letteraria
- della capacità di inquadrare nel loro contesto storico e letterario i testi esaminati a lezione
- della capacità di discutere in maniera critica i saggi studiati.

Durante l’esame NON è ammesso l’uso del vocabolario.

N.B.: Si consiglia di sostenere l'esame in un'unica sessione. È possibile tuttavia sostenere in appelli diversi l'esame della conoscenza della parte letteraria (storia letteraria + letture critiche) e la parte di lingua (testi in latino + corso monografico), purché quest'ultima sia sostenuta entro due appelli successivi.

La valutazione si atterrà alle seguenti indicazioni:
- voto insufficiente: carenza delle conoscenze linguistiche di base e incapacità di produrre una traduzione e un'interpretazione corrette dei testi; carenza delle conoscenze di storia letteraria.
- voto sufficiente: possesso delle conoscenze letterarie e linguistiche di base; traduzione e interpretazione dei testi prevalentemente corretta, ma condotta con imprecisione e scarsa autonomia.
- voto positivo: possesso di conoscenze letterarie e linguistiche di livello intermedio; traduzione e interpretazione dei testi pienamente corretta, ma non sempre precisa e autonoma.
- voto eccellente: possesso di conoscenze letterarie, linguistiche di livello medio-alto; traduzione e interpretazione dei testi non solo corretta ma condotta con autonomia e precisione. Buona conoscenza dei fenomeni prosodici e metrici.

 


Strumenti a supporto della didattica

L'attività didattica del corso è supportata da un corso (online) di avviamento alla conoscenza della lingua latina, indicato in particolar modo agli studenti del primo anno.
I testi esaminati a lezione saranno resi disponibili nei materiali didattici.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Antonio Ziosi