97379 - BIOSICUREZZA NELL'ALLEVAMENTO INTENSIVO DEL SUINO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente avrà acquisito le conoscenze relative al management sanitario e zootecnico delle diverse tipologie di allevamenti suinicoli intensivi (ciclo aperto/ciclo chiuso, multisito). Sarà in grado di individuare le principali forme patologiche trasmissibili e non trasmissibili presenti in allevamento attraverso un approccio integrato delle conoscenze relative ai fattori di rischio ambientali e zootecnici, all’epidemiologia, eziologia, patogenesi, diagnosi. Sarà inoltre in grado di pianificare, realizzare e valutare l’efficacia delle misure di biosicurezza e di profilassi diretta e indiretta.

Contenuti

Modulo 1 (Giuseppe Sarli) Aspetti anatomopatologici (macroscopici e microscopici) e diagnosi e Modulo 2 (Gianfranco Militerno) Esame necroscopico

  • Individuazione delle principali forme patologiche presenti in allevamento attraverso la valutazione dei dati produttivi dell’azienda (compresa la valutazione dei fattori di rischio ambientali, strutturali e zootecnici), definizione dei protocolli diagnostici (diagnosi eziologica, anatomopatologica).

Modulo 3 (Fabio Ostanello) Biosicurezza nei confronti delle patologie batteriche e virali e Modulo 4 (Roberta Galuppi) Biosicurezza nei confronti delle patologie parassitarie

  • Pianificazione di misure di profilassi diretta e indiretta, implementazione o miglioramento delle pratiche di biosicurezza interna ed esterna.

Modulo 5 (Luca Sardi) Miglioramento della gestione zootecnica finalizzata al miglioramento della situazione sanitaria

  • Pianificazione di strategie zootecniche per il contenimento dell’impatto dei fattori di rischio ambientale (temperatura, umidità, ventilazione, qualità dell’aria, adeguamento delle strutture, gestione dei lotti di produzione, alimentazione).

Testi/Bibliografia

Diseases of swine. 11th ed., Wiley

De las Heras Guillamòn M., García de Jalón J.A.: Guida alla diagnosi necroscopica in patologia suina, vol.56. Iniziative Zooprofilattiche e Zootecniche - Brescia - 2004, http://www.fondiz.it/ 


Metodi didattici

Il corso è finalizzato a favorire una visione olistica della gestione delle patologie trasmissibili negli allevamenti suinicoli intensivi. Attraverso un corretto approccio anamnestico e diagnostico verranno individuate le cause delle principali forme patologiche trasmissibili presenti nelle diverse realtà operative aziendali e i fattori di rischio ad esse correlate. Successivamente verranno pianificate le strategie sanitarie e zootecniche in grado di ridurre l’impatto economico e sanitario delle patologie. Verranno infine implementati i metodi di valutazione dei risultati conseguiti.

Il corso è articolato in due fasi:

a) Fase introduttiva/teorica in cui i docenti tramite lezioni frontali forniscono concetti di base relativamente agli argomenti di loro competenza.

b) Fase pratica in cui gli studenti lavorano ad un “caso clinico” sotto la supervisione dei docenti e per il quale devono impostare i dati di input (realtà aziendale, patologia ed iter diagnostico) e di output (pianificare le strategie ed indicare il monitoraggio dei risultati).


Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La valutazione degli studenti frequentanti il corso terrà conto di due aspetti:

  • Esito di un test scritto sugli argomenti trattati nella parte introduttiva.
  • Visione critica e consapevolezza delle problematiche affrontate durante la fase pratica

Strumenti a supporto della didattica

Videoproiettore

Strumentario per sala anatomica


Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Giuseppe Sarli

Consulta il sito web di Gianfranco Militerno

Consulta il sito web di Fabio Ostanello

Consulta il sito web di Roberta Galuppi

Consulta il sito web di Luca Sardi