29821 - ELEMENTI DI URBANISTICA

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Città e comunità sostenibili Lotta contro il cambiamento climatico

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede le conoscenze di base relative: 1) alle origini dell'urbanistica, alla sua evoluzione disciplinare ed all'apparato strumentale di cui si avvale; 2) agli strumenti teorici, metodologici ed operativi per la descrizione e la rappresentazione dei sistemi urbani e territoriali. In particolare lo studente è in grado di: - leggere e comprendere i contenuti di uno strumento urbanistico; - comprendere e contestualizzare un'opera riferibile alle principali teorie elaborate in questo ambito disciplinare; - descrivere ed interpretare il funzionamento di un sistema urbano o territoriale.

Contenuti

Il programma del corso include approfondimenti sui seguenti temi:

1)Nascita ed evoluzione dell'urbanistica come corpo disciplinare; livelli e strumenti per il governo della città e del territorio in Italia; il piano regolatore urbanistico: evoluzione di forma e contenuti dal 1942 ad oggi.

2)Elementi di analisi urbana: lettura dei principali tipi insediativi riconoscibili nella città moderna e contemporanea.

3)Tecniche di analisi urbana: letture funzionali, morfologiche e percettive e tecniche per la loro restituzione. Nozione di base per l'uso del GIS.

4)La legge urbanistica nazionale 1150/1942 e la legge urbanistica regionale dell'Emilia-Romagna 24/2017: gli elaborati costitutivi dei piani comunali e la loro attuazione. La “cassetta degli attrezzi” degli urbanisti: indici e parametri urbanistici, il Regolamento Edilizio e l'attuazione dei piani. Elementi di economia urbana: servizi, standard urbanistici, oneri di urbanizzazione.

5)Territorio, ambiente, paesaggio, città storica: nascita e sviluppo della tutela paesaggistica in Italia. Gli strumenti urbanistici generali e di settore e le tutele paesaggistico/ambientali. La Convenzione Europea del Paesaggio e il Codice dei beni Culturali. La tutela dei centri storici e del paesaggio storico urbano.

6) Consumo di suolo e sostenibilità delle trasformazioni urbane alla luce degli Obiettivi della Agenda ONU 2030.

Durante lo svolgimento del corso saranno illustrati e condotti alcuni esercizi analitici, da svolgere individualmente e da restituire in un taccuino originale in formato digitale la cui consegna è propedeutica al sostenimento dell'esame. Gli esercizi sono finalizzati all'acquisizione delle tecniche di base per la lettura e l'interpretazione dei fenomeni urbani, utili al proseguo della formazione in Urbanistica.

Testi/Bibliografia

Per l'approfondimento dei temi trattati a lezione si suggeriscono i seguenti riferimenti generali:

Claudia Mattogno, Ventuno parole per l'urbanistica, Carocci, Roma 2008

Luca Gaeta, Umberto Janin Rivolin, Luigi Mazza, Governo del territorio e pianificazione spaziale, Cittastudi, Torino 2013

Patrizia Gabellini, Le mutazioni dell'urbanistica. Principi, tecniche, competenze, Carocci, Roma 2018

Ulteriori riferimenti bibliografici saranno suggeriti nel corso delle lezioni

Metodi didattici

Il corso, articolato in due Moduli strettamente integrati, prevede lezioni frontali, seminari sul GIS e giornate dedicate all'approfondimento dei temi dell'esercitazione ed alla verifica e revisione del lavoro sul taccuino. Tutte le attività saranno svolte in presenza e/o in remoto e in coordinamento tra tutti i docenti partecipanti.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

I due moduli sono integrati e l'esame si svolge in un unico colloquio in cui il candidato deve dimostrare di aver acquisito conoscenze adeguate rispetto ai temi di approfondimento proposti.  Requisito per accedere all’esame è la consegna di un taccuino in cui sono raccolti gli esercizi assegnati durante corso.

Nello specifico il voto finale è determinato dalla somma delle seguenti valutazioni:

- Completezza e qualità degli elaborati contenuti nel taccuino (fino a un massimo di 5 punti).

- Colloquio orale sugli argomenti teorici trattati durante il corso a partire da una griglia di temi-chiave illustrati al termine di ciascuna lezione. La valutazione terrà conto dei seguenti criteri

  • Livello di conoscenza dei contenuti del corso (fino a un massimo di 10 punti)
  • Capacità di esposizione e contestualizzazione degli argomenti discussi (fino a un massimo di 5 punti)
  • Capacità di costruire collegamenti tra gli argomenti discussi (fino a un massimo di 5 punti)
  • Conoscenza del linguaggio tecnico specifico della disciplina urbanistica (fino a un massimo di 5 punti)

Un ulteriore elemento di valutazione è costituito dalla presentazione orale di una lettura a scelta (tra i titoli compresi in una lista fornita dai docenti) che costituirà il primo argomento trattato nel colloquio. Tale presentazione sarà considerata come fattore correttivo della valutazione fino a un massimo di 3 punti.

 

Strumenti a supporto della didattica

Lezioni frontali in presenza e/o in remoto, con presentazioni multimediali depositate e consultabili tramite il portale "Insegnamenti online".

Biblioteca del Dipartimento come supporto per attività di ricerca bibliografica, documentazione specifica e approfondimenti.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Enrico Brighi

Consulta il sito web di Valentina Orioli