90726 - INTRODUZIONE ALL'INTERPRETAZIONE DIALOGICA TRA IL PORTOGHESE E L'ITALIANO

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo/a studente/ssa - conosce i problemi e le strategie di base della interpretazione dialogica; - è capace di utilizzarle in situazioni comunicative elementari.

Contenuti

Obbiettivi generali:

Questo corso di appartenenza al III anno della laurea triennale viene svolto nel II semestre in seguito al corso semestrale denominato Lingua e Cultura Portoghese (40 ore) svoltosi durante il I semestre. Si tratta quindi, di un modulo integrato, ha la frequenza obbligatoria al 70%, e una valutazione finale.

É propedeutico al corso del II anno ed è rivolto agli studenti che hanno già raggiunto una conoscenza intermedia della lingua e che andranno così a perfezionare le proprie conoscenze, e ad arricchire il livello linguistico acquisito attraverso lo sviluppo di diverse strutture specifiche di livello avanzato.

Obbiettivi specifici:

Il principale intento di questo corso è quello di concludere e ampliare, approfondire e sviluppare gli aspetti specifici e pratici della lingua, svolto nel corso Lingua e Cultura Portoghese del I semestre. Lo studente dovrà conoscere tutte le strutture grammaticali sufficienti per la comprensione e produzione di testi, le quali sono necessarie anche per l'espressione orale, e per la traduzione di brevi testi dal e in portoghese.

L'obiettivo di questo corso segue quanto specificato nel programma del corso del I semestre, denominato Lingua e Cultura Portoghese, ovvero sia:

1) consolidamento della grammatica base (nel I ciclo);

2) mediazione linguistica tra l'italiano e il portoghese per avere la capacità di interagire in lingua (nel II ciclo);

3) traduzione in e dal portoghese di brevi testi di diverso genere (commerciale, pubblicitario, giuridico, poetico, letterario, ecc.) (nel II ciclo);

4) breve panoramica sulla letteratura portoghese, attraverso anche la lettura integrale di un'opera di lettura obbligatoria in lingua (I e II ciclo).

Per la mediazione orale e attraverso una serie di attività di simulazione, gli studenti avranno la possibilità di esercitarsi nell'ambito di contesti di carattere informale, come ad esempio in un ristorante, all'aeroporto, in una agenzia viaggi, in un negozio, in una farmacia, dal dottore, al supermercato, ed altri. Mediante tali esercitazioni, gli studenti potranno acquisire dimestichezza con il linguaggio e le strategie adeguate per gestire varie situazioni di potenziale difficoltà/o conflitto.

Per conseguire questo obiettivo è necessario migliorare la comprensione orale e la produzione autonoma spontanea nella lingua di partenza e nella lingua di arrivo, nonché sviluppare un'adeguata autonomia delle capacità orali su temi che introducono alla comprensione degli aspetti caratteristici dell'identità culturale portoghese. Per questo, il corso prevede l'ascolto di brani e la riproduzione/riformulazione scritta e orale dei contenuti in lingua portoghese e italiana.

Attraverso esercizi pratici scritti e orali le strutture grammaticali da studiare sono le seguenti:

- il Modo Congiuntivo - Tempi Semplici e Tempi Composti;

- l'Indicativo vs Congiuntivo;

- il Periodo Ipotetico;

- il Discorso Indiretto;

- l'Infinitivo Pessoal Simples e Composto;

- il Pretérito Mais-que-Perfeito Simples.

Testi/Bibliografia

Testi obbligatori per lo studio:

- Ferreira, Anabela, De Portugal, em Português, ed. Clueb, Bologna, 2017, ISBN 978-88-491-5548-8

- Coimbra, Olga Matos e Leite, Isabel Coimbra, Gramática Ativa II, Lidel, Lisboa, ultima edizione.

- piccolo dizionario bilingue (ad es.: Zanichelli)

- Dizionario monolingue (ad es.: Dicionário Porto Editora)

- Testo di lettura obbligatoria: "Praça de Londres" - Lídia Jorge, ed. Dom Quixote + 1 altro racconto fornito dalla docente.

Bibliografia per approfondimento individuale:

- Ferreira, Anabela e Fornasari, Giulia, Exercícios de Português na cozinha de Pellegrino Artusi, ed. Clueb, Bologna, 2018.

- Canepàri, Luciano, Pronuncia portoghese per italiani, ed. Aracne, Roma, 2010

- Castanho, José Nicau, Portoghese - esercizi, A. Vallardi,Milano, 1999

- Cunha, Celso e Cintra, Luis F. Lindley, Breve Gramática do Português Contemporâneo, Edições Sá da Costa, 1985, Lisboa.

- Lanciani Giulia e Tavani Giuseppe, Grammatica Portoghese, Edizioni Led, Milano, 1993

- Moreira, Augusto, Dicionário Técnico Ilustrado de máquinas e ferramentas, Alcochete, ed. Algibeira de Alfarroba, 2014

- Moutinho, Lurdes de Castro, Uma introdução ao estudo da fonética e fonologia do português, Colecção Plátano Universitária, Lisbona, 2000

- Teyssier, Paul, História da Língua Portuguesa, Colecção Nova Universidade - Linguística, Edições Sá da Costa, 1982.

- Tocco, Valeria, Breve storia della letteratura portoghese, Carocci editore, Roma, 2011

Inoltre, presso la Biblioteca Ruffilli di Forlì si trovano per consultazione le seguenti importanti pubblicazioni portoghesi di cui la biblioteca ne è abbonata:

- JORNAL DE LETRAS ARTES E IDEIAS

- LER : LIVROS & LEITORES

- PALAVRAS (revista da APP)

Metodi didattici

Lezioni frontali e in modalità mista, esercitazioni varie in aula e a casa.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La verifica dell'apprendimento avviene attraverso una prova scritta finale di 90 minuti, suddivisa in una prima parte di 45 minuti che mira ad accertare le abilità acquisite nell'ambito delle tematiche affrontate durante il corso, e sarà composta da diversi esercizi grammaticali di completamento, scelta multipla o di trasformazione sugli argomenti grammaticali trattati durante il corso, e che sono indicati nel programma. Non è ammesso l'uso di libri, quaderni, appunti, dizionari e/o supporti informatici.

La seconda parte dell'esame scritto consiste nella realizzazione di un tema sull'opera di lettura obbligatoria, con un minimo di 160 parole. Non è ammesso l'uso di libri, quaderni, appunti, dizionari e/o supporti informatici, ma solo del testo di lettura obbligatoria previsto ed indicato nel programma del corso.

È obbligatoria la previa iscrizione nelle liste on line predisposte dalla segreteria.

Griglia di valutazione della prova scritta:

30-28: conoscenza approfondita della grammatica, precisione e chiarezza nelle risposte. L'attribuzione della lode presuppone, oltre ai precedenti requisiti, una completezza nelle risposte, una chiara ed elegante presentazione del compito, l'originale rielaborazione nel completare le risposte, e il contributo personale nel tema con il superamento del numero minimo di parole.

27-26: conoscenza approfondita ma meno precisa dei contenuti della grammatica, precisione e chiarezza nelle risposte. Presentazione meno elegante del compito, e una minore rielaborazione nel completamento delle risposte e nel contributo personale nel tema.

25-24: discreta conoscenza della grammatica, precisione e chiarezza nelle risposte. Linguaggio complessivamente corretto anche se caratterizzato da qualche inesattezza, distrazione e errore.

23-21: sufficiente conoscenza della grammatica e linguaggio non del tutto corretto. Presenza di diversi errori nelle risposte, risposte lasciate in bianco, tema poco più grande del minimo richiesto.

20-18: conoscenza complessivamente poco più che sufficiente, anche se talvolta lacunosa, dei contenuti grammaticali con linguaggio poco corretto e incongruente. Presentazione del compito insoddisfacente, poca certezza nelle risposte, tema poco originale e/o personale.

prova non superata: Gravi lacune nella preparazione inerenti ai contenuti grammaticali, con interferenze linguistiche, refusi, alcune parte lasciate incompiute, tema con troppi errori e linguaggio confuso, scorretto e inadeguato.

La prova scritta viene valutata attraverso un giudizio che deve risultare positivo di almeno 18 punti.

Trattandosi di un modulo integrato, il voto finale, espresso in trentesimi, andrà a sommarsi ai due voti (dello scritto e dell'orale) del corso svoltosi durante il I semestre denominato Lingua e Cultura.

I risultati dell'esame scritto vengono resi pubblici nel sito internet della Scuola, assieme al voto finale previsto dalla docente e risultante dalla media con i voti dello scritto e dell'orale del modulo del I semestre.

Gli studenti possono dare l'esame di questo modulo in uno dei tre appelli previsti per ogni sessione, vale a dire, giugno, settembre e febbraio.

Nel corso della prima e dell'ultima lezione verranno date tutte le informazioni sull'esame, così come nel corso dell'ultima lezione verrà anche effettuata una simulazione di esame, oltre alla pubblicazione di copie di esami passati nella pagina della docente.

Strumenti a supporto della didattica

Libri di testo

Grammatiche portoghesi

Dizionari bilingue e monolingua

Cd rom

Dvd

Filmati/film video presenti su vari siti Internet

Applicazioni di supporto alla didattica

Materiale pubblicato dalla docente sulle pagine dedicate al corso di "Virtuale".

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Anabela Cristina Costa Da Silva Ferreira