89994 - POLITICA, IDEOLOGIA, CULTURA (1) (LM)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Sconfiggere la povertà Parità di genere Ridurre le disuguaglianze

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso intende ricostruire di volta in volta il significato politico di determinate costellazioni ideologico-culturali che si sono affermate e si affermano sul piano globale in epoca moderna e contemporanea. Ogni costellazione ideologico-culturale comprende gli elementi grazie ai quali gli individui stabiliscono, valutano, affermano gli uni rispetto agli altri le proprie conoscenze e le proprie rappresentazioni collettive. Ognuna delle costellazioni storiche indagate non è solamente un effetto discorsivo, ma è il prodotto della tensione tra la costituzione materiale della società e la sua rappresentazione politica, ed è al contempo fondamentale per la riproduzione della società e la legittimazione della sua organizzazione politica. Al termine del corso lo studente: - ha acquisito una conoscenza storica del significato politico delle costellazioni ideologico-culturali - ha acquisito una conoscenza storica degli effetti politici del discorso ideologico - ha acquisito una conoscenza storica della funzione di legittimazione politica della cultura - è in grado di valutarne l'importanza per la riproduzione della società - è in grado di analizzare l'azione politica in relazione alle ideologie e alla cultura che la legittimano.

Contenuti

Il laboratorio mira a ricostruire la costellazione ideologico-culturale stabilita dalle critiche della riproduzione sociale che si sono affermate a partire dagli Settanta del Novecento. Da questo momento in avanti, infatti, le analisi della riproduzione della società divengono un luogo privilegiato per indagare la riconfigurazione dei rapporti di potere e dominio. Proprio per questo ogni discorso sulla riproduzione rimanda sempre alla critica della società stessa. Dopo una ricostruzione della storia del concetto di critica, il corso sarà diviso in tre blocchi tematici: a) la critica della riproduzione della società capitalista; b) la critica della riproduzione degli apparati culturali e delle forme simboliche; c) la critica femminista della riproduzione.

Il corso sarà articolato nel modo seguente:

  1. Critica e crisi: sulla storia di due concetti politici
  2. Gli anni Settanta: produzione e riproduzione
  3. L’ideologia e la sua critica
  4. Riproduzione del capitale culturale
  5. Dominio e forme della riproduzione
  6. Il ritorno della teoria critica e la crisi della critica
  7. Sociologia della critica o teoria critica
  8. Alienazione e riproduzione
  9. Il dominio maschile e la sua riproduzione
  10. Neoliberalismo e critica
  11. Critica sociale e critica artista
  12. La critica femminista della riproduzione
  13. La riproduzione come produzione del dominio maschile
  14. La riproduzione sessuata della società
  15. Per la critica della riproduzione sociale

Testi/Bibliografia

1. Critica e crisi 

Rahel Jaeggi, Il punto di vista della teoria critica. Riflessioni sulla rivendicazione di oggettività della teoria critica, in «Consecutio temporum», n. 7, 2014, pp. 1-16, disponibile all’indirizzo: http://www.consecutio.org/2014/12/il-punto-di-vista-della-teoria-critica-riflessioni-sulla-rivendicazione-di-oggettivita-della-teoria-critica-2/

R. Koselleck, Crisi. Per un lessico della modernità, Verona, Ombre Corte, 2012

M. Foucault, Illuminismo e critica, a cura di P. Napoli, Roma, Donzelli, 1997.

2. Ideologia e costituzione della società

K. Marx, L'ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 2018 (solo il primo capitolo)

K. Marx, Per la critica dell'economia politica, Roma, Editori Riuniti, 1991 (solo la prefazione).

K. Marx, Il capitale, Torino, UTET ; Novara, De Agostini libri, 2013 (solo il primo capitolo)

L. Althusser, Lo Stato e i suoi apparati, Roma, Editori Riuniti, 1997.

M. Ricciardi, L’eterna attualità dell’ideologia tra individuo, storia e società, in Storia d’Europa e del Mediterraneo, XIV: Culture, ideologie, religioni, a cura di G. Corni, Roma, Salerno Editrice, 2017, pp. 717-747.

3. Capitalismo e critica

L. Boltanski - E. Chiapello, Il nuovo spirito del capitalismo, Milano, Mimesis, 2014.

Rahel Jaeggi, Che cosa c’è (se c’è qualcosa) di sbagliato nel capitalismo? Tre strategie della critica, in Id., Forme di vita e capitalismo, Torino, Rosenberg & Sellier, 2016, pp. 91-118.

4. Pierre Bourdieu e la riproduzione culturale

P. Bourdieu, Homo academicus, Bari, Dedalo, 2013

P. Bourdieu, La riproduzione: per una teoria dei sistemi di insegnamento, Rimini, Guaraldi, 2006

5. Rancière ai bordi della critica 

J. Rancière, Il maestro ignorante, Milano - Udine, Mimesis, 2008.

J. Rancière, Le disavventure della critica, in Id. Lo spettatore emancipato, Roma, DeriveApprodi, 2018.

J. Rancière, Ai bordi del politico, Napoli, Cronopio, 2011

6. Critica del dominio maschile

P. Bourdieu, Il dominio maschile, Milano, Feltrinelli, 2014.

Eleonora Cappuccilli – Roberta Ferrari, Il fermento femminile. Marx e la critica del patriarcato, in Global Marx. Storia e critica del movimento sociale nel mercato mondiale, Milano, Meltemi, 2020, pp. 95-114.

Christine Delphy, Per una teoria generale dello sfruttamento: forme contemporanee di estorsione del lavoro, Verona, Ombre Corte, 2020.

P. Rudan, Omologazione, differenza, rivolta. Carla Lonzi e l’imprevisto dell’ordine patriarcale, in Strategie dell’ordine: categorie, fratture, soggetti, a cura di R. Baritono e M. Ricciardi, in Quaderni di Scienza & Politica, n. 8, 2020, pp. 261-281, disponibile all'indirizzo: http://amsacta.unibo.it/6332/1/Quad 8 ORDINE DEF-3.pdf

7. Femminismo e critica

Mariarosa Dalla Costa, Donne e sovversione sociale: un metodo per il futuro, Verona, Ombre Corte, 2021.

Lucia Chisté, Alisa Del Re, Edvige Forti, Oltre il lavoro domestico: il lavoro delle donne tra produzione e riproduzione, Verona, Ombre Corte, 2020.

Raffaella Baritono, «Dare conto dell’incandescenza». Uno sguardo transatlantico (e oltre) ai femminismi del lungo ’68, in «Scienza & Politica. Per una storia delle dottrine, 30, n. 59, dic. 2018, pp. 17-40. Disponibile all'indirizzo: <https://scienzaepolitica.unibo.it/article/view/8900/8832 >

8. Critica femminista della riproduzione sociale

Tithi Bhattacharya, Introduction: Mapping Social Reproduction Theory e How Not to Skip Class: Social Reproduction of Labor and the Global Working Class, entrambi in Tithi Bhattacharya (ed), Social Reproduction Theory. Remapping Class, Recentering Oppression, London, Pluto Press, 2017, rispettivamente alle pp. 1-20 e 68-93

Cinzia Aruzza, Genere e capitale: la critica marxiana
dell’economia politica e il femminismo
, in «Iride», Vol. XXVIII, No. 74, 2015, pp. 79–92.

Isabella Bakker – S. Gill, Ontology, Method and Hypotheses, Isabella Bakker – S. Gill (eds) Power, Production and Social Reproduction, Houndsmills, Basingstoke - New York, Palgrave Macmillan, 2003, pp. 17-41.

Danièle Kergoat, Dynamique et consubstantialité des rapports sociaux, in Elsa Dorlin (ed), Sex, Race, Classe: pour une épistémologie de la domination, Paris, Puf, 2009, pp. 111-125.

Roberta Ferrari, Donne, migrazioni, confini, in S. Mezzadra – M. Ricciardi (eds), Movimenti indisciplinati. Migrazioni, migranti e discipline scientifiche, Verona, ombre corte, 2013, pp. 29-49.

Chandra Talpade Mohanty, Sotto gli occhi dell’Occidente, in Id., Femminismo senza frontiere. Teoria, differenze, conflitti, Verona, ombre corte, 2012, pp. 29-62 e pp. 176-215.

Nancy Fraser, Contradictions of Capital and Care, in «New Left Review», 110, 2016, pp. 99-117.

Paola Rudan, Gayatri Spivak e il femminismo come critica globale, in Marx nei Margini, Dal marxismo nero al femminismo postcoloniale, a cura di Miguel Mellino e Andrea Ruben Pomella, Roma, Alegre, 2020, pp. 115-133.

Metodi didattici

Salvo ulteriori indicazioni, a causa delle restrizioni imposte dall’attuale emergenza sanitaria l’insegnamento verrà svolto con modalità didattica:


Tradizionale: il docente sarà sempre in presenza nell’aula designata per l’insegnamento, gli studenti si alterneranno in presenza secondo uno schema di turni in corso di definizione (informazioni più dettagliate rispetto alla turnazione e alla modalità di accesso alla lezione in presenza saranno fornite più avanti). Sarà sempre possibile collegarsi da remoto e seguire in diretta streaming le lezioni svolte in aula tramite piattaforma TEAMS, frontali e discussioni seminariali.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Dato il carattere seminariale del laboratorio è vivamente consigliata la frequenza.

1) Studenti frequentanti

Gli studenti frequentanti dovranno scrivere un paper di almeno 2500 parole utilizzando oltre a quanto detto a lezione i testi indicati in uno dei punti tematici della bibliografia.

2) Studenti non frequentanti

Gli studenti non frequentanti dovranno scrivere un paper di almeno 3500 parole utilizzando la bibliografia indicata in uno dei punti tematici della bibliografia. 

Tutti i paper dovranno essere consegnati almeno una settimana prima della data istituzionale d’esame.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Maurizio Ricciardi