81733 - LABORATORIO MULTIMEDIALE E AUDIOVISIVO (2) (LM) (G.C)

Scheda insegnamento

  • Docente Paola Brembilla

  • Crediti formativi 6

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Campus di Bologna

  • Corso Laurea Magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale (cod. 0966)

Anno Accademico 2021/2022

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente al termine del laboratorio acquisisce fondamenti relativi ad alcuni aspetti specifici dei linguaggi multimediali, attraverso un programma di esercitazioni guidate.

Contenuti

Per conseguire i crediti previsti, è necessario scegliere e frequentare una delle attività proposte di seguito.

Tutte le attività che compongono l'offerta del LABORATORIO MULTIMEDIALE E AUDIOVISIVO (2) (LM) (G.C) sono a numero chiuso e a frequenza obbligatoria (almeno il 90% degli incontri in programma).

In caso di richieste superiori al numero di partecipanti ammessi, saranno prese in considerazione le prime pervenute, come indicato nelle modalità d'iscrizione.

Attenzione: la pagina è in aggiornamento. I laboratori verranno pubblicati nel corso delle prossime settimane.

 

1. IL MONTAGGIO NEL CINEMA CRIME

Laboratorio a cura di Matteo Biancucci

Il laboratorio è rivolto a* student* interessat* al montaggio audiovisivo e alle sue dinamiche di funzionamento, con riferimento al formato del cortometraggio e al genere crime.

Una prima sezione (4 ore) fornirà un’introduzione agli aspetti produttivi e distributivi del cortometraggio per definirne il ruolo e l’impatto all’interno dell’industria del cinema.
La seconda sezione (6 ore) si focalizzerà sull’analisi di alcuni casi studio (cortometraggi e film crime) con lo scopo di individuare la funzione del montaggio nella costruzione delle cause/effetto tipiche del genere crime. Mediante il confronto tra le sequenze proposte si vuole evidenziare il diverso approccio con cui è possibile sviluppare e collegare gli elementi narrativi del genere crime.
L’ultima sezione (20 ore) prevede la messa in pratica delle nozioni discusse e maturate in precedenza. Gli studenti – divisi in tre gruppi – avranno accesso all’intero girato di un cortometraggio dal quale dovranno realizzare tre versioni da 15 minuti.
Ogni gruppo compirà un percorso che prevede le seguenti fasi di lavorazione: la selezione del girato confrontando i takes di ogni scena, il montaggio delle singole scene e la conseguente costruzione dell’intero cortometraggio, il montaggio degli effetti sonori e delle musiche e la finalizzazione del lavoro.
Concluso il laboratorio, gli studenti saranno in grado di gestire un workflow base di un progetto audiovisivo tramite il software Adobe Premiere e avranno acquisito alcuni strumenti teorici e tecnici per elaborare in maniera critica il ruolo e le potenzialità del montaggio.

Modalità di iscrizione: inviare una e-mail all'indirizzo: dar.spaziocinema@unibo.it indicando nell'oggetto “richiesta iscrizione laboratorio Il montaggio nel cinema crime”, precisando: Nome/Cognome, matricola, n. telefono.
Saranno ammessi a frequentare i primi 12 studenti che ne avranno fatto richiesta.

Calendario
Mercoledì 22/9 – h. 9/11; Venerdì 24/9 – h. 9/11; Lunedì 27/9 – h. 9/11; Mercoledì 29/9 – h. 9/11; Venerdì 1/10 – h. 9/11.

Incontri suddivisi a gruppi: Martedì 5/10 – h. 9/13 + 14/17; Mercoledì 6/10 – h. 9/13 + 14/17; Giovedì 7/10 – h. 9/13 + 14/17; Venerdì 8/10 – h. 9/13 + 14/17; Lunedì 11/10 – h. 9/11.

Bibliografia consigliata
EJZENŠTEJN, Sergej M., 1986, Il montaggio, Venezia, Marsilio.
GHEZZI, Enrico e GIUSTI, Marco, 20082, Kim Arcalli. montare il cinema, Venezia, Marsilio.
KULEŠOV, Lev, 2016, L'arte del cinema. Scritti teorici e riflessioni didattiche, Roma, Audino.
MANOVICH, Lev, 2013, Visualizing Vertov, [http://softwarestudies.com/cultural_analytics/ Manovich.Visualizing_Vertov.2013.pdf].
MURCH, Walter, 2007, In un batter d’occhi. Una prospettiva sul montaggio cinematografico
nell’era digitale, Torino, Lindau, (trad. di: In the blink of an Eye. A Perspective of Film Editing).
PEARLMAN, Karen, MACKAY, John, SUTTON, John, 2018, Creative Editing: Svilova and
Vertov’s Distributed Cognition, “Apparatus Journal”, n. 6, 2018, [http://www.apparatusjournal.net/
index.php/apparatus/article/view/122/306].
VITELLA, Federico, 2009, Il montaggio nella storia del cinema. Tecniche, forme e funzioni,
Venezia, Marsilio.

 

Testi/Bibliografia

Ogni singola attività offerta nel contesto del LABORATORIO MULTIMEDIALE E AUDIOVISIVO (2) (LM) (G.C) prevede specifiche letture e materiali didattici di riferimento che saranno di volta in volta proposti dalla docente o concordati con lei.

Metodi didattici

Tutti i percorsi offerti dal LABORATORIO MULTIMEDIALE E AUDIOVISIVO (2) (LM) (G.C) sono basati su una modalità didattica partecipativa, volta a stimolare la creatività degli studenti e la loro capacità di apprendimento su questioni tecniche e specifiche. Per alcune offerte laboratoriali sono previste esercitazioni pratiche con l'aiuto del personale tecnico del DAMSLab

Alcuni dei percorsi proposti  potranno prevedere ore di ricerca e pratica in esterno (per esempio: ricerche online, in archivi, biblioteche, sopralluoghi; riprese...).

 

ATTENZIONE: Data la fluidità della situazione emergenziale che stiamo vivendo, e dal momento che questo programma viene pubblicato a luglio 2021, è possibile che le modalità di erogazione della didattica cambino nei prossimi mesi. In tal caso ne sarà data tempestiva comunicazione attraverso un aggiornamento di questo programma, così come attraverso opportuni avvisi pubblicati sui consueti canali istituzionali e cioè: avvisi pubblicati sulla pagina docente, sul sito Web del Corso di Laurea CITEM (https://corsi.unibo.it/magistrale/Cinema ) e sulla pagina FB ufficiale del Corso di Laurea CITEM (https://www.facebook.com/Unibo.Citem/ ) che tutti gli studenti sono invitati a consultare periodicamente.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

La costante e attiva partecipazione al percorso prescelto, monitorata dal registro presenze, costituirà uno dei criteri di valutazione finale assieme all'esito finale previsto dal percorso scelto (video, pitch, tesina, project work, colloquio, etc.). Si ricorda che per ottenere l'idoneità lo studente deve frequentare almeno il 90% degli incontri in programma.

Oltre alla presenza, all'impegno e alla partecipazione sarà valutato il contributo apportato dal singolo partecipante al lavoro di gruppo (se previsto), nonché le competenze acquisite da ognuno nel corso del laboratorio.

Strumenti a supporto della didattica

Alcuni dei percorsi si svolgono presso il DAMSLab (Piazzetta Pier Paolo Pasolini 5/b, ingresso da Via Azzo Gardino 65). Le attrezzature a disposizione sono :

SALA POLIVALENTE - videoproiezione su schermo (PC, VHS, DVD, DSR) - blue screen; 30 sedute; 2 tavoli; teatro di posa;

SALA MONTAGGIO 1 - Sistema di montaggio Adobe CS4 Creative production (Premiere; After Effects; Flash...);

SALA MONTAGGIO 2 - Sistema di montaggio Adobe CS4 Creative production (Premiere; After Effects; Flash...);

SALA MONTAGGIO 3 - Sistema di montaggio Adobe CS5 Creative production (Premiere; After Effects; Flash...)

SALA MONTAGGIO 4 - Sistema di Montaggio avid liquid pro

VIDEOCAMERE - 2 DVCAM SONY, 1 151 HDPanasonic; 2 Panasonic HD Canon; 5 Handycam/Panasonic NV SG 150

14 PC S.O. Windows con Lavagna interattiva LIM

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Brembilla