91647 - BIBLIOTECA DIGITALE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Imprese innovazione e infrastrutture Ridurre le disuguaglianze Partnership per gli obiettivi

Anno Accademico 2020/2021

Conoscenze e abilità da conseguire

Le lezioni introducono alle problematiche di creazione, organizzazione ed accesso della biblioteca digitale. Al termine del corso lo studente conosce: il flusso di lavoro della biblioteca digitale e le sue differenze con la biblioteca tradizionale; i modelli e le teorie della biblioteca digitale; le problematiche del copyright e della privacy; i nuovi modelli della comunicazione scientifica. Sa identificare i bisogni degli utenti; creare e gestire una collezione digitale; capire il funzionamento dei motori di ricerca e l’'architettura dell'’informazione; valutare e scegliere i diversi modi di preservazione dei documenti.

Contenuti

Nel chiarimento concettuale relativo alla Digital Library risiede il contenuto dell'insegnamento che prende in esame infatti le due realtà implicatevi: i servizi e le pratiche bibliotecarie automatizzate da un lato, le collezioni di documenti digitalizzati e i progetti di digitalizzazione dall'altro.

Il corso indicherà quali sono le attuali attività di indicizzazione dei documenti (attraverso le linee guida e gli standard internazionali seguiti, e i formati, le regole e i codici applicati in particolare in Italia), per giungere ad approfondire i nuovi aspetti della biblioteconomia legati al web-semantico, e alle nuove frontiere di comunicazione culturale dell'open access, dei linked data, delle biblioteche digitali e delle virtual exhibitions. Ne deriverà una visione completa della realtà di Digital Library come spazio informativo in cui le collezioni digitali, i servizi di accesso e le persone interagiscono a supporto del ciclo di creazione, preservazione e uso del documento digitale.

Sono prerequisiti formativi una conoscenza di base del mondo delle biblioteche e degli strumenti di recupero dell'informazione on line (OPAC, banche dati, motori di ricerca).

Testi/Bibliografia

Maria Teresa Biagetti, Le biblioteche digitali. Tecnologie, funzionalità e modelli di sviluppo, Milano, Franco Angeli, 2019.

Mauro Guerrini - Tiziana Possemato. Linked data per biblioteche, archivi e musei. Perché l'informazione sia del web e non solo del web. Milano, Editrice Bibliografica, 2015, soltanto cap.1-6.

------

Letture aggiuntive consigliate:

Maria Teresa Biagetti, Interoperabilità semantica tra fonti eterogenee del patrimonio culturale: ontologie e linked open data, in Progressi dell’informazione e progresso delle conoscenze: granularità, interoperabilità e integrazione dei dati, a cura di Roberto Raieli, Roma, AIB, 2017, p.123-138.

Alberto Salarelli, Sul perché, anche nel mondo dei Linked Data, non possiamo rinunciare al concetto di documento, <<AIB Studi>> . 54, N. 2/3 (2014), p.279-293, [https://aibstudi.aib.it/issue/view/671]

-----------------------

I non frequentanti aggiungeranno:

Anna Maria Tammaro - Alberto Salarelli, La biblioteca digitale. Milano, Editrice Bibliografica, 2006.

 

Metodi didattici

Lezioni frontali e da remoto, approfondimenti con esperti.

In 'Virtuale' sarà dato conto del programma, compresi eventi correlati (presentazioni di libri, seminari, convegni e approfondimenti con ospiti esterni), e  sarà fornito  materiale di approfondimento e di sintesi dei temi trattati nelle lezioni. A Virtuale si accede con una password fornita a lezione dalla docente (i non frequentanti possono richiederla via chat sul canale Teams).

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale a partire dall'esposizione di un argomento a scelta dello studente.

Si valuteranno: la conoscenza e la padronanza degli argomenti discussi durante le lezioni e della bibliografia di riferimento indicata, la capacità di sapersi esprimere adeguatamente e con linguaggio appropriato alla materia trattata, la capacità di sintesi e di analisi dei temi e dei concetti, e infine le capacità critiche e metodologiche maturate dallo studente  

Si avverte che lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti durante il corso saranno valutati negativamente.

La docente può prevedere l'assegnazione di una prova scritta intermedia da svolgersi in aula o di una relazione da comporre in autonomia per poi discuterne in sede di esame orale.

Strumenti a supporto della didattica

Power Point esemplificativi e di approfondimento; dispense fornite dalla docente.

Si segnala che iniziative (visite didattiche, seminari, convegni, presentazioni di libri...) indicate e/o organizzate dalla docente sono da considerarsi integrative dell'insegnamento e avranno riconoscimento in sede di esame.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Fiammetta Sabba