87419 - STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE (M-Z)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Salute e benessere Istruzione di qualità Pace, giustizia e istituzioni forti Partnership per gli obiettivi

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Obiettivo del corso è fornire un orientamento nelle questioni teoriche e pratiche dibattute nella storia del pensiero politico in epoca moderna e contemporanea. Al termine del corso lo studente conosce le modalità attraverso le quali si sono formate le principali tradizioni del pensiero politico e le loro principali caratteristiche concettuali e strutturali; possiede strumenti di analisi per comprendere i nessi che legano l’elaborazione delle dottrine politiche con lo sviluppo storico delle dinamiche sociali e delle istituzioni politiche statuali e internazionali.

Contenuti

Il corso affronterà la storia delle dottrine politiche moderne e contemporanee dal punto di vista dell'elaborazione del concetto politico di guerra. Attraverso il prisma della guerra verranno così analizzati alcuni dei concetti centrali del pensiero politico – Stato, potere, soggetto politico, contratto, sovranità, rappresentanza, diritti, società civile, democrazia, governo, costituzione, partito politico, pace e relazioni fra gli Stati– che si determinano in epoca moderna anche a partire dal tentativo di eliminare o di razionalizzare la guerra all'interno dello spazio politico statuale. Verranno analizzati i testi dei principali pensatori politici occidentali, prestando particolare attenzione al concetto politico di libertà, così come si è costituito e determinato storicamente nel discorso politico occidentale. Libertà verrà dunque considerata nella sua continua dialettica, conflittuale e non, con il rischio della guerra e del disordine politico.

Testi/Bibliografia

Testi monografici

C. Galli (a cura di), Il pensiero politico moderno, Bologna, Il Mulino, 2017

R. Gherardi (a cura di), La politica e gli Stati, Roma, Carocci, 2004 

C. Galli (a cura di), Guerra, Roma-Bari, Laterza, 2015

R. Gherardi (a cura di), Relazioni fra gli Stati: pace e guerra, Bologna, Clueb, 2002

 

Per l'eventuale esame orale un testo a scelta fra

N. Matteucci, Organizzazione del potere e libertà, Bologna, Il Mulino, 2016.

M. Chiaruzzi, Politica di potenza nell'età del Leviatano, Bologna, Il Mulino, 2008

P. Portinaro, Stato, Bologna, Il Mulino, 1999

M. Wight, Le tre tradizioni, Bologna, Il Ponte, 2016

 

Studenti non frequentanti 

C. Galli (a cura di), Il pensiero politico moderno, Bologna, Il Mulino, 2017

R. Gherardi (a cura di), La politica e gli Stati, Roma, Carocci, 2004

C. Galli (a cura di), Guerra, Roma-Bari, Laterza, 2015

R. Gherardi (a cura di), Relazioni fra gli Stati: pace e guerra, Bologna, Clueb, 2002



Metodi didattici

Lezioni tradizionali. Dall'inizio delle lezioni gli studenti frequentanti devono iscriversi alla lista di distribuzione docenti-studenti denominata michele.chiaruzzi.sd entro la 1a settimana delle lezioni e frequentarle regolarmente. La lista sarà chiusa dopo la 1a settimana. Sono considerati non frequentanti coloro che non sono iscritti alla lista e gli assenti per più di quattro lezioni in ciascuna sessione di studio e verifica. La frequenza è necessaria, indispensabile e verificata.  

Tutti gli avvisi riguardanti il corso e gli esami saranno comunicati a lezione, salvo imprevisti comunicati tramite la lista succitata.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Modalità d’esami 2019-2020 (Pandemia Covid-19)

Fino a nuove disposizioni gli esami si svolgeranno in remoto tramite la piattaforma Teams e la piattaforma Goggle, replicando la normale modalità scritta in presenza – esemplificata nella sezione "Contenuti utili". Prima dell'esame studenti e studentesse devono creare un proprio account Google e dotarsi della piattaforma Teams. Studenti e studentesse s’iscriveranno regolarmente, come di consueto, tramite Almaesami. Si accede all’esame entrando con la piattaforma Teams nell'aula virtuale dell’insegnamento tramite l’accesso “Lezioni online” dalla pagina “Didattica" di questo sito web docente. Le modalità ad hoc saranno illustrate dal docente il giorno dell'esame. Esse prevedono di rispondere con precisa sintesi entro il tempo stabilito, pena invalidità dell'esame. Il plagio è reato (Legge 19/04/1925 n. 475) e verificato dal Servizio Antiplagio. Dopo tale verifica e a correzione completata gli esiti degli esami saranno verbalizzati, a partire dal giorno seguente.

_________________________________________

Legge 19/04/1925 n. 475

Chiunque in esami o concorsi, prescritti o richiesti da autorità o pubbliche amministrazioni per il conferimento di lauree o di ogni altro grado o titolo scolastico o accademico (…) presenta, come propri, dissertazioni, studi, pubblicazioni, progetti tecnici e, in genere, lavori che siano opera di altri, è punito con la reclusione da tre mesi ad un anno.

La pena della reclusione non può essere inferiore a sei mesi qualora l'intento sia conseguito.

Art. 2.

Chiunque esegue o procura dissertazioni, studi, pubblicazioni, progetti tecnici, e in genere lavori per gli scopi di cui all'articolo precedente, è punito a norma della prima parte dell'articolo stesso. E' punito a termine del capoverso del detto articolo se l'aspirante consegua l'intento.

Studenti frequentanti 

 Il corso prevede prove d'esame intermedie scritte al termine di ogni parte fondamentale del programma. Ogni prova concerne 6 domande a risposta aperta sintetica; il tempo a disposizione per ogni verifica è di circa 45'. Il voto finale è dato dalla media ponderata delle prove.

La partecipazione alle prove è riservata agli studenti frequentanti e iscritti alla lista denominata michele.chiaruzzi.sd. L'assenza ad una prova deve essere giustificata con idonea certificazione scritta del motivo. In sua mancanza si sosterrà l’intero esame durante gli appelli, analogamente ai non frequentanti. Nel caso di media finale insufficiente gli studenti sosterranno durante gli appelli un esame sull'intero programma, analogamente ai non frequentanti.

Il voto finale ottenuto potrà essere migliorato (o peggiorato, a seconda dei casi), con lo svolgimento di un esame orale facoltativo, su richiesta dello studente, da svolgersi nella prima sessione d'esami ufficiale. Per accedere all'orale facoltativo la media delle prove deve essere sufficiente.

Studenti non frequentanti

Esame scritto e orale. La prova scritta di circa 1h concerne 10 domande aperte su: C. Galli (a cura di), Il pensiero politico moderno, Bologna, Il Mulino, 2017; R. Gherardi (a cura di), La politica e gli Stati, Roma, Carocci, 2004; R. Gherardi (a cura di), Relazioni fra gli Stati: pace e guerra, Bologna, Clueb, 2002.

 In caso di esito positivo, l'esame orale si svolge su C. Galli (a cura di), Guerra, Roma-Bari, Laterza, 2015 e uno dei testi a scelta fra M. Chiaruzzi, Politica di potenza nell'età del Leviatano, Il Mulino, 2008, M. L. Lanzillo, Tolleranza, Il Mulino, 2002, D. Palano, Partito, Il Mulino, 2013, P. Portinaro, Stato, Il Mulino, 1999.

 

Strumenti a supporto della didattica

Gli avvisi e le informazioni riguardanti il corso e gli esami saranno comunicati a lezione, salvo eventi imprevisti comunicati in questo sito: pregasi consultarlo. I partecipanti possono creare un collegamento RSS che dovrebbe dare la possibilità di leggere gli avvisi ogni volta che s'aggiunge un avviso.

 

 

 

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Michele Chiaruzzi