87765 - LETTERATURA E CULTURA GIAPPONESE (LM)

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Uguaglianza di genere

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede gli strumenti teorico-metodologici necessari per l'analisi della storia letteraria e culturale del Giappone del Novecento. L'approccio proposto sarà di tipo comparatistico, e spunti di riflessione saranno introdotti grazie al riferimento ad altre forme espressive (cinema, musica, arti visive) al fine di potenziare le capacità di comprensione e di lettura critica delle specificità culturali del paese in oggetto. Verranno inoltre stimolate l’elaborazione di analisi complesse e la formulazione di riflessioni autonome su tematiche di ricerca specifiche, di volta in volta proposte dal docente

Programma/Contenuti

Corpi femminili, corpo della metropoli

Il corso si propone di esplorare il complesso rapporto tra la donna e la città, il ruolo dello spazio urbano nella costruzione dell’identità di genere le la traccia del femminile nel corpo della metropoli. Un percorso narrativo e metropolitano che si propone, attraverso l'analisi di fiction, manga, film live action e di animazione, di mettere a fuoco i mutamenti socio-culturali, sviscerare le problematiche più attuali, illustrare i temi ricorrenti e le innovazioni. Il noto critico Maeda Ai (2004), nello specifico, ha individuato tre assi sui quali esplorare le interconnessioni di forma e senso fra spazio metropolitano e narrativa:

1.Asse simbolico, sul quale si collocano lo spazio privato della casa da un lato, e dall’altro i luoghi pubblici, legati a specifici contesti sociali o realtà istituzionali.

2.Asse paradigmatico, l’asse cioè delle opposizioni binarie inside/outside, città/campagna, centro/periferia.

3.Asse sintagmatico, ovvero delle connessioni, sistemi di trasporti, reti stradale, ferroviaria, metropolitana.

Nella scrittura del Giappone odierno, frutto di una cultura per definizione metropolitana, queste tre dimensioni molto spesso convivono e diventano i punti cardinali dell’interpretazione, consentendo non solo di evidenziare i tratti salienti di una cultura che in anni recenti ha saputo parlare a un pubblico sempre più vasto e lontano dai confini nazionali, ma anche di seguire il rapido mutare ed evolversi di una Tokyo divenuta simbolo ed epitome di una contemporaneità che sempre più si confonde col futuro.

Non è necessaria alcuna conoscenza preliminare del Giappone o della lingua giapponese.

Testi/Bibliografia

Fonti critiche di riferimento (almeno 4 testi a scelta):

Maeda Ai, Text and the City. Essays on Japanese Modernity, Duke University Press, 2004.

John Clammer, Contemporary Urban Japan: A Sociology of Consumption, Wiley-Blackwell, 2011.

Henrietta Moore,  ‘Understanding Sex and Gender’, in Ingold, Tim (ed.) Companion Encyclopedia of Anthropology, London - New York, Routledge, 1993 (2002) 

Lynne Nakano, ‘Single Women in Marriage and Employment Markets in Japan’, in Kawano, Satsuki, Glenda S. Roberts and Susan O. Long, Capturing Contemporary Japan, pp.163-182, Honolulu, University of Hawaii Press, 2014  

Aoyama Kaoru,  ‘Migrants and the Sex Industry’, in Fujimura-Fanselow, Kumiko (ed), Transforming Japan: How Feminism and Diversity Are Making A Difference, The Feminist Press at CUNY, 2011, (Chapter 20). 

Sharon Kinsella, ‘Narratives and Statistics: How Compensated Dating (enjo kōsai) was Sold’, in Goodman, R, Imoto, Y and T. Toivonen, A Sociology of Japanese Youth: From Returnees to NEETs, Routledge, 2012, Chapter 3

Amanda Seaman, Reading Pregnancy in Low Fertility Japan, Honolulu, University of Hawai'i Press, 2017.

Sarah Chaplin, Japanese Love Hotels, Routledge, 2010.

 

Fonti primarie:

Kirino Natsuo, Grotesque, Neri Pozza, Milano, 2003

Taguchi Randy, Mosaico, Fazi, 2008

No geisha. Otto modi di essere donna nel Giappone di oggi, Mondadori, Milano, 2008

Murakami Ryu, Tokyo decadence, Mondadori, Milano, 2004

Murata Sayaka, La ragazza del convenience store, Atmosphere, 2018

 

Film e documentari: 

Murakami Ryu, Tokyo decadence, Giappone 1992

Mamoru Oshii, Ghost In The Shell 2: Innocence, Giappone 2004

Altri materiali di difficili reperimento saranno forniti dal docente nel corso delle lezioni.

I file di Powerpoint utilizzati durante il corso verranno messi a disposizione degli studenti nella sezione 'Materiale didattico' della pagina del corso.


Metodi didattici

Lezioni frontali tenute dal docente titolare del corso e incontri seminariali. La partecipazione attiva degli studenti alla discussione in classe è caldamente incoraggiata.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consta di una prova orale. Nel corso della prova saranno verificate la conoscenza, supportata da una buona capacità argomentativa, dei temi affrontati durante il corso; la capacità di contestualizzare i fenomeni culturali e di individuare i tratti peculiari dei materiali studiati. Verrà inoltre valutata la capacità di sintesi critica sulla base della bibliografia di riferimento, oltre alle proprietà espressive, in termini di padronanza dei lessici specifici della materia. La conoscenza globale del periodo storico-culturale e l'agilità nell'uso dei materiali di riferimento, saranno valutati come eccellenza, mentre una competenza manualistica priva di sostegno interpretativo sarà considerata con un voto positivo ma non elevato. Infine, la provata e reiterata difficoltà a creare nessi logici e descrittivi tra fenomeni culturali e materiali analizzati sortirà una valutazione negativa.

Strumenti a supporto della didattica

Slides, filmati, supporti multimediali. A integrazione delle lezioni, sono previsti inoltre un ciclo di seminari e altre iniziative che prevedono la presenza di ospiti sia italiani sia internazionali. Tali attività integrative fanno parte a tutti gli effetti del programma d'esame.

I file di Powerpoint utilizzati durante il corso verranno messi a disposizione degli studenti nella sezione 'Materiale didattico' della pagina del corso.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Paola Scrolavezza