87760 - DIRITTO PENALE DELLA SICUREZZA ALIMENTARE

Scheda insegnamento

  • Docente Attilio Nisco

  • Moduli Attilio Nisco (Modulo 1)
    Attilio Nisco (Modulo 2)

  • Crediti formativi 9

  • SSD IUS/17

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 1)
    Convenzionale - Lezioni in presenza (Modulo 2)

  • Lingua di insegnamento Italiano

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Industria, innovazione e infrastrutture

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente possiede una conoscenza specifica dei principali istituti di diritto penale agroalimentare attraverso l’analisi delle fonti normative a livello nazionale, comunitario ed internazionale e l’eventuale richiamo alla casistica giurisprudenziale. Il “diritto penale agroalimentare” ha ad oggetto le fattispecie penali codicistiche a tutela della incolumità pubblica (artt. 439 e ss.) e dell'Industria e Commercio (art. 515 c.p. e ss.), della legge 30 aprile 1962, n. 283 - Disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande.

Programma/Contenuti

La prima parte del corso tratterà i princìpi costituzionali e la parte generale del diritto penale, che costituisce programma comune dell'insegnamento di diritto penale della navigazione e dei trasporti e di diritto penale della sicurezza alimentare. In particolare, dopo aver illustrato i princìpi di legalità, offensività, colpevolezza e di finalità rieducativa della pena, ci si concentrerà sugli elementi del reato, sui criteri oggettivi e soggettivi d’imputazione della responsabilità penale e su alcune forme di manifestazione del reato (tentativo, concorso di persone, reato circostanziato). Particolare attenzione sarà rivolta al problematico adattamento di tali princìpi e istituti ai contesti di c.d. “diritto penale del rischio”, determinati dall’uso di nuove tecnologie e dall’agire nell’ambito di organizzazioni complesse.

La seconda parte del corso sarà dedicata alla c.d. parte speciale. Nell'ambito del programma di diritto penale della navigazione e dei trasporti, questa parte verterà sulla ricostruzione delle principali fattispecie di reato previste dal codice della navigazione e delle fattispecie previste dal codice penale applicabili al settore dei trasporti, anche attraverso l’esame di alcuni casi giurisprudenziali.

Il programma di parte speciale di diritto penale della sicurezza alimentare verterà sui delitti contro l'incolumità pubblica applicabili in materia di  "sicurezza alimentare" e sul sistema sanzionatorio contenuto nella legislazione speciale (l. 283/1962 e successive modifiche). Saranno analizzati alcuni casi giurisprudenziali. Si farà cenno, inoltre, al tema della responsabilità degli enti.

Testi/Bibliografia

Per lo studio della parte generale, comune ai due insegnamenti, è necessario utilizzare:

D.Pulitanò, Diritto penale, VII ed., Torino Giappichelli 2017, con riferimento in particolare alle pagine seguenti: 3-16, 34-46, 87-128, 136-225, 281-347, 367-369; 380-424, 565-581, 595-608;

o in alternativa:

C.F.Grosso-M.Pellissero-D.Petrini-P.Pisa, Manuale di diritto penale, parte generale, Giuffré 2017, con riferimento, in particolare, alle pagine seguenti: 3-11; 43-143; 171-276; 313-379; 475-553; 589-618; capitolo XXX (solo paragrafo 1, 2, 4); 729-744.

 

I testi di riferimento per lo studio della parte speciale del diritto penale della navigazione e dei trasporti e del diritto penale della sicurezza alimentare saranno indicati in prossimità dell’inizio delle lezioni.


Metodi didattici

Lezione frontale con analisi di casi giurisprudenziali e possibile interazione con gli studenti.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame si svolgerà in forma orale. Allo studente verranno rivolte due domande di parte generale. Una terza domanda, alla quale è possibile accedere solo se lo studente ha dimostrato di possedere una preparazione sufficiente di parte generale, verterà sulla c.d. parte speciale.


Strumenti a supporto della didattica

Attraverso l'apposito sito d'ateneo potranno essere distribuiti materiali normativi o giurisprudenziali utili all'approfondimento delle tematiche trattate a lezione.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Attilio Nisco