84226 - STRATEGIA, ORGANIZZAZIONE E MERCATI

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Istruzione di qualità Consumo e produzione responsabili

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Alla fine del percorso di studi lo studente acquisirà i principi economici che sono alla base delle scelte strategiche e dell’analisi della struttura dei settori industriali. In particolare, si affrontano i fondamenti economici alla base delle scelte di crescita, di espansione orizzontale e verticale delle aziende, di entrata e di uscita dai mercati e della definizione delle strategie competitive.

Programma/Contenuti

 

1) Introduzione. Le funzioni di costo dell'azienda e la quantità prodotta in concorrenza perfetta.

2) Le scelte di produzione e di crescita in presenza di economie di scala e di esperienza.

3) Strategie di diversificazione.

4) Strategie di integrazione e disintegrazione verticale.

  4.1 - Teoria dei costi di transazione.

  4.2 - Teoria dei diritti di proprietà (Grossman, Hart e Moore).

5) Dinamiche concorrenziali

  5.1 - Il riconoscimento dei concorrenti.

  5.2 - Il modello della concorrenza monopolistica

  5.3 - Oligopolio: Concorrenza alla Cournot.

  5.4 - Oligopolio: Concorrenza alla Bertrand.

6) Dinamica di entrata e uscita dai settori

  6.1 - La tipologia di Bain delle condizioni di entrata.

  6.2 - Strategie di deterrenza: Strategia del prezzo limite.

  6.3 - Strategie di deterrenza: Prezzi predatori.

6.4 - Strategie di Bundling

7) Dinamiche concorrenziali

  7.1 - Impegni vincolanti strategici.

  7.2 - Modello di Stackelberg.

  7.3 - Impegni strategici Aggressivi Accomodanti. Tassonomia delle strategie di impegno.

  7.4 - Dinamica di competizione di prezzo: Aggiustamenti Tit- for-Tat.

  7.5 - Sostenibilità dei prezzi cooperativi.

 

Testi/Bibliografia

Il libro di testo è:

Besanko, D., Dranove, D., Shanley, M. and S. Schaefer. (2012). Economics of Strategy. 6th Edition. Wiley.

Esiste una traduzione in Italiano del libro:

Besanko,D., Dranove, D., Shanley, M.,Schaefer, S.”Economia dell’industria e strategied’impresa”. Edizioni ISEDI. A cura di A. Enrietti, E. Ottoz, P.P.Patrucco. Seconda edizione 2013.

Tuttavia, è consigliato di utilizzare, se possibile, la versione in lingua originale.

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova d’esame mira a verificare il raggiungimento dei seguenti obiettivi didattici:

  • conoscenza approfondita dei modelli e dei concetti illustrati e spiegati durante le lezioni frontali;
  • capacità di impiegare tali modelli e concetti per analizzare i fenomeni economico-aziendali.

La prova d’esame è svolta in forma scritta e prevede una valutazione in trentesimi. Oltre a rispondere ad alcune domande che vertono sui metodi (nel linguaggio comune “domande di teoria”), gli studenti dovranno svolgere esercizi in cui dimostrano di saper applicare gli strumenti acquisiti per stimare un particolare modello, verificare particolari ipotesi e interpretare i risultati ottenuti.

L'esame prevede, di norma, tre tipi di quesiti:

  • Domande a risposta chiusa;
  • esercizi da svolgere;
  • domande a risposta aperta.

Non sono previste prove parziali. Le prove d'esame si svolgeranno in gennaio, febbraio e settembre. Gli studenti che non avranno superato la prova d'esame potranno sostenere l'esame nella sessione d'esame successiva.

Per sostenere la prova d'esame è necessaria l'iscrizione tramite bacheca elettronica, nel rispetto inderogabile delle scadenze previste. Coloro che non riuscissero ad iscriversi entro la data prevista, sono tenuti a comunicare tempestivamente (e comunque prima della chiusura ufficiale delle liste di iscrizione) il problema alla segreteria didattica. Sarà facoltà del docente ammetterli a sostenere la prova.

I risultati della prova sono pubblicati su Almaesami e lo studente potrà verbalizzare la prova mandando una email al docente in cui autorizza la verbalizzazione del voto. Per essere valida ai fini dell’autorizzazione, la email deve contenere:

  1. nome e cognome,
  2. numero di matricola,
  3. data della prova,
  4. materia,
  5. voto ricevuto.

E' possibile prendere visione del compito e chiedere chiarimenti prendendo appuntamento con il docente.

 

 

 

Strumenti a supporto della didattica

Libro di testo e lucidi delle lezioni disponibili sul sito.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Edoardo Mollona