73501 - TECNOLOGIE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE M

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Energia pulita e accessibile Industria, innovazione e infrastrutture Città e comunità sostenibili Consumo e produzione responsabili

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso si propone di fornire elementi di conoscenza in merito alle principali tipologie di apparecchiature utilizzate per il trattamento delle acque reflue, delle emissioni gassose e dei rifiuti solidi, con riferimento ai principi di funzionamento, ai criteri di scelta ed ai metodi di progettazione e verifica.

Programma/Contenuti

Prerequisiti/Propedeuticità consigliate

Pur non essendo previste propedeuticità formali, l’allievo che accede a questo insegnamento conosce e sa utilizzare gli elementi fondamentali di chimica generale e chimica organica, i bilanci di materia, la cinetica chimica, il moto dei fluidi in circuiti idraulici e la psicrometria.

Tutte le lezioni saranno tenute in Italiano. È quindi necessaria la comprensione della lingua italiana per seguire con profitto il corso e per poter utilizzare il materiale didattico fornito.

Il programma del corso descrive i processi e le tecnologie per il trattamento di inquinanti per la protezione ambientale in fase gas, liquida e solida.

a) Lo smaltimento dei rifiuti

Elementi introduttivi sulla progettazione di impianti per il riciclaggio e l'incenerimento di rifiuti.

b) Inquinamento idrico

Le caratteristiche delle acque di rifiuto civili ed industriali. Operazioni unitarie per il trattamento delle acque reflue: trattamenti preliminari; sedimentazione; trattamento biologico aerobico ed anaerobico; abbattimento di azoto (nitrificazione / denitrificazione) e fosforo.

c) Inquinamento atmosferico

Classificazione degli inquinanti presenti in correnti gassose.

Inquinanti gassosi. Gli interventi tecnologici per il controllo delle emissioni d'inquinanti gassosi, con particolare riferimento all'assorbimento.

Materiale particolato. Gli interventi tecnologici per il controllo delle emissioni di materiale particolato (cicloni, elettrofiltri, filtri a maniche, abbattitori ad umido).

Testi/Bibliografia

Il docente fornirà copia delle slides proiettate, estratti da libri e dispense relative agli argomenti trattati a lezione.

Testi raccomandati sono:

Cooper C. D., Alley F.C. “Air Pollution Control: A Design Approach”. 3rd Ed. Propsect Heights (IL): Waveland Press Inc, 2002.

Kreith K., Tchobanoglous G., “Handbook of Solid Waste Management", Mcgraw-Hill, 2nd Edition, 2002

Metcalf & Eddy, Inc. “Wastewater engineering : treatment and reuse” 4th Ed. Boston: McGraw-Hill, 2003.

Eckenfelder W. W., “Industrial Water pollution Control”. 3rd Ed. Boston: McGraw-Hill, 2000.

Metodi didattici

Lezioni in aula con proiezione di diapositive. Svolgimento di esercizi consistenti nel dimensionamento e nella verifica di impianti di trattamento di effluenti inquinanti.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Ai fini del superamento dell'esame, lo studente deve dimostrare una conoscenza di base dei principi di funzionamento e dei criteri di progettazione e verifiche delle principali attrezzature per il trattamento di acque reflue, di rifiuti solidi e di emissioni in atmosfera

L'esame consiste in una prova scritta relativa al trattamento di emissioni in atmosfera ed allo smaltimento di rifiuti (modulo 1), la seconda al trattamento di acque reflue (modulo 2).

Ogni prova scritta includerà un problema di progettazione o verifica di uno o più apparati per il trattamento di effluenti liquidi o gassosi, ed una domanda a carattere teorico relativa al programma del corso.

Gli esami relativi ai 2 moduli possono essere sostenuti separatamente. In ogni appello si potrà sostenere un solo modulo o entrambi.

Non c’è una distanza temporale minima fra l’appello in cui si sostiene un modulo e quello relativo all'altro modulo.

Per la verbalizzazione dell’esame, è necessario aver conseguito un voto pari ad almeno 18 in entrambi i moduli.

Se viene conseguito un voto maggiore o uguale a 18 in un modulo, non è possibile ripetere la prova relativa a tale modulo, se non dopo aver sostenuto la prova relativa all’altro modulo ed aver rifiutato il voto finale.

Strumenti a supporto della didattica

Il corso prevede lo svolgimento, in aula, di esercizi consistenti nel dimensionamento e nella verifica di impianti di trattamento di effluenti inquinanti.

Le slide del corso saranno caricate su specifica lista di distribuzione.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Ernesto Salzano

Consulta il sito web di Dario Frascari