28489 - STORIA DELLE CITTÀ (1) (LM)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2019/2020

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente al termine del modulo acquisisce conoscenze delle principali questioni relative alla storia delle città italiane ed europee dall'età tardo-antica alla prima età moderna, tanto sotto il profilo delle competenze generali quanto sotto quello degli strumenti per analisi specifiche, e capacità di organizzare, raccogliere e comunicare informazioni complesse in una forma coerente. Lo studente acquisisce conoscenze approfondite e specifiche delle linee di sviluppo storico e spaziale della civiltà urbana, e capacità di individuare il contributo specifico che le scienze storiche possono apportare nell'affrontare temi e problemi di interesse per la collettività. Sa comunicare in modo efficace contributi specifici di interesse generale.

Programma/Contenuti

 

Nel corso delle lezioni verranno trattate in particolare alcune questioni:

-la città  che si ritrae al passaggio dal tardo antico all'alto Medioevo

-Bologna dalla crisi alla ripresa e le mura di selenite

-l'invenzione del patronato: il caso di S.Petronio

-le "laudes civitatum"

-regole di vita in città  dagli Statuti del basso medioevo e della prima età  moderna

-la città  che attrae: studenti, lavoratori, ebrei

-i francescani e le città 

-la città  degli ebrei: i ghetti

-Medioevo di ritorno: il revival neogotico

Testi/Bibliografia

Studenti frequentanti:

nel corso delle lezioni si comporrà assieme agli  studenti un testo utilizzando letture e fonti presentate in aula relative ai diversi temi considerati. L'insieme sarà reso disponibile on line durante il corso e costituirà il testo di base per la preparazione.

 

Studenti non frequentanti:

agli studenti non frequentanti è richiesto oltre alla conoscenza del testo di base di cui sopra anche  l'approfondimento di uno dei temi proposti (o di altro da concordare) a partire dalla lettura di uno dei libri sottoelencati:

F. Franceschi, E saremo tutti ricchi. Mobilità  sociale e conflitti nelle città dell'Italia medievale, Pisa 2012

M.G. Muzzarelli, Pescatori di uomini. Predicatori e piazze alla fine del medioevo, Bologna 2005 

C. Frugoni, Una lontana città. Sentimenti e immagini nel Medioevo, Torino 1983

G.Todeschini, Gli ebrei nell'Italia medievale, Roma, Carocci 2018

A. Toaff, Il vino e la carne. Una comunità ebraica nel medioevo, Bologna 2007

D. Balestracci, Medioevo e risorgimento. L'invenzione dell'identità italiana nell'Ottocento, Bologna, il Mulino 2015

Metodi didattici

Si procederà presentando il tema e relativamente ad ogni tema le posizioni della storiografia e alcune fonti significative, documentarie ed iconografiche. A fine corso si svolgerà una visita di alcuni luoghi bolognesi significativi alla luce delle questioni trattate a lezione.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale sui temi trattati a lezione (che corrispondono alla selezione di saggi e fonti disponibili on line) con commento delle relative fonti. 

Per gli studenti non frequentanti l'esame consiste in un colloquio orale sui temi trattati nei saggie nelle fonti disponibili on line e sulla conoscenza più approfondita di uno dei temi in programma grazie alla lettura di uno dei libri proposti in bibliografia

Nella valutazione della prova si terrà conto, in particolare, della capacità dello studente di sapersi orientare all'interno delle fonti e del materiale bibliografico d'esame al fine di trarre le informazioni utili che gli permetteranno di illustrare temi e problemi e di saperli collegare tra loro.

Si valuteranno quindi:

- La padronanza dei contenuti

- La capacità di sintesi e di analisi dei temi e dei concetti

- La capacità di sapersi esprimere adeguatamente e con linguaggio appropriato alla materia trattata

Il raggiungimento da parte dello studente di una visione organica dei temi affrontati a lezione congiuntamente alla loro utilizzazione critica, una buona padronanza espressiva e di linguaggio specifico saranno valutati con voti di eccellenza.

Una conoscenza mnemonica della materia, unitamente a capacità di sintesi e di analisi articolate in un linguaggio corretto, ma non sempre appropriato, porteranno a valutazioni discrete.

Lacune formative e/o linguaggio inappropriato – seppur in un contesto di conoscenze minimali del materiale d'esame – condurranno a voti che non supereranno la sufficienza.

Lacune formative, linguaggio inappropriato, mancanza di orientamento all'interno dei materiali bibliografici offerti durante il corso saranno valutati negativamente.

Il presente corso (6CFU) è componente del corso integrato  "Storia regionale e civiltà urbana" C.I (1) LM. Qualora lo studente abbia in piano di studio il Corso integrato (12 CFU), il voto finale risulterà dalla media aritmetica dei voti ottenuti nei due componenti ("Storia delle città 1" e "Storia dell'Emilia-Romagna nel Medioevo 2 ")

Strumenti a supporto della didattica

Nel corso delle lezioni si presenteranno fonti documentarie ed iconografiche.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Maria Giuseppina Muzzarelli