85365 - DIRITTO DEL LAVORO E DELLA SICUREZZA SOCIALE

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Uguaglianza di genere Lavoro dignitoso e crescita economica Ridurre le disuguaglianze Consumo e produzione responsabili

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce i principali istituti giuridici del diritto del lavoro (in riguardo a costituzione, svolgimento ed estinzione del rapporto lavorativo) e del diritto della sicurezza sociale (in riguardo agli obblighi contributivi e ai diritti a prestazioni di welfare). In termini di abilità, lo studente è in grado di orientarsi criticamente in merito alle più importanti problematiche giuridiche in materia, anche reperendo le pertinenti fonti legali, le sentenze pubblicate nelle principali banche dati, i contributi dottrinali editi sulle principali riviste d’ambito.

Programma/Contenuti

  1. La subordinazione: nozione, effetti, fattispecie affini. Lavoro e nuove tecnologie: problemi definitori.
  2. L’inquadramento dei lavoratori e la disciplina delle mansioni. I poteri di controllo del datore di lavoro, in particolare i controlli sanitari e la riforma del 2015 dei controlli a distanza mediante tecnologia.
  3. Il potere disciplinare (sanzionatorio) del datore di lavoro. La riforma del 2015 della disciplina dei licenziamenti.
  4. Trasferimento d’azienda ed esternalizzazioni.
  5. La previdenza sociale in Italia: origini, evoluzione, fonti di diritto nazionale e dell’Unione europea.
  6. Regole generali in tema di prestazioni previdenziali.
  7. Regole generali in tema di contribuzione previdenziale.
  8. La tutela previdenziale rispetto alla vecchiaia.
  9. La retribuzione, con particolare riguardo al tfr; i fondi pensione.
  10. La sicurezza sul lavoro e la tutela previdenziale rispetto agli infortuni e alle malattie professionali.

Gli studenti di annate precedenti possono in alternativa scegliere di preparare il programma che era previsto nel loro anno (facendolo presente prima dell’inizio del colloquio d’esame).

Gli studenti che devono sostenere una prova corrispondente ad un numero di crediti inferiori al totale di questo insegnamento si rivolgeranno via email al docente, indicando quale esame hanno già sostenuto per quanti crediti, con quale programma e testi.

Testi/Bibliografia

F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Diritto del lavoro, 2, Il rapporto di lavoro subordinato, Utet, Torino, 2016 (edizione 2019, per gli appelli estivi e successivi),
SOLO capitoli:
- II sulla nozione di subordinazione (ma esclusi i paragrafi 7-10 sui tipi speciali),
- V sul decentramento produttivo,
- VI su mansioni e inquadramento,
- VIII sui poteri e doveri datoriali (ma esclusi i paragrafi A.4-7 sulle discriminazioni e i paragrafi D.5-6 su informazione e cooperazione all'adempimento),
- IX sulla retribuzione,
- XI sulla cessazione del rapporto lavorativo (ma esclusa la sez. B sui licenziamenti collettivi);

nonchè

M. Cinelli, S. Giubboni, Lineamenti di diritto della previdenza sociale, Cedam Wolters Kluwer, Milano, 2018,
ma ESCLUSI:
- paragrafo 7 del capitolo quarto;
- capitolo sesto;
- paragrafi 2, 6, 7, 8, 9 del capitolo settimo;
- sezione B del capitolo nono.

Metodi didattici

Il corso si svilupperà attraverso dieci lezioni frontali, con possibile interazione degli studenti ed eventuale utilizzo di diapositive proiettate.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame di profitto si svolgerà in forma orale. Il colloquio verterà su tematiche attinenti ai contenuti delle parti da studiare dei volumi che sono indicate nella sezione "Testi/Bibliografia" di questa pagina web (con particolare riguardo alle tematiche più direttamente trattate a lezione indicate nella sezione "Programma/Contenuti").

La valutazione della prova verrà effettuata tenendo in considerazione:

- la conoscenza dei profili istituzionali;

- la capacità di analizzare gli orientamenti giurisprudenziali e dottrinali;

- la capacità di effettuare collegamenti tra le diverse parti del programma;

- la capacità di sviluppare argomentazioni critiche;

- l’articolazione dell’esposizione;

- l’accuratezza dell’esposizione.

L’iscrizione alla prova finale dovrà essere effettuata mediante l’applicativo Almaesami: https://almaesami.unibo.it/almaesami/welcome.htm

Gli studenti che per ragioni dipendenti da disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) necessitino di strumenti compensativi potranno comunicare al Docente le loro esigenze in modo da concordare l’adozione degli accorgimenti più opportuni.

Le tesi di laurea sono assegnate e seguite dal prof. Casale, al quale gli studenti possono rivolgersi per ogni informazione preliminare.

Strumenti a supporto della didattica

Slides e altri materiali potranno essere disponibili sul sito e-learning https://iol.unibo.it

Inoltre si consiglia vivamente l'iscrizione alla lista di distribuzione telematica:

    CLAMEDdirittodeLAVORO2018-2019

nella quale ci si puo' inserire seguendo le istruzioni nella seguente pagina web www.dsa.unibo.it .

Tramite la lista potranno essere inviati avvisi sullo svolgimento delle lezioni, nonche' indicato o trasmesso materiale di studio.

Coloro che non consultano abitualmente la propria casella di posta elettronica d'Ateneo (www.unibo.it/Portale/Il+mio+Portale/La+mia+e-mail.htm ), possono impostare la redirezione ad altro indirizzo email (tramite l'apposito comando all'interno della casella medesima).

Si prega di non rispondere ai messaggi provenienti dalla lista, né di inviarvi alcuna comunicazione (scrivere alla lista significa rivolgersi a tutti gli iscritti).

I messaggi spediti dal docente tramite la lista telematica non vengono reinviati dal sistema informatico a coloro che si iscrivono alla lista medesima successivamente alla spedizione degli stessi.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Davide Casale