85331 - NUOVA ETICA D'IMPRESA

Scheda insegnamento

  • Docente Stefano Zamagni

  • Crediti formativi 6

  • SSD SECS-P/03

  • Modalità didattica Convenzionale - Lezioni in presenza

  • Lingua di insegnamento Italiano

  • Orario delle lezioni dal 07/11/2018 al 13/12/2018

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso ripercorre, in chiave critica, le tre principali tappe concernenti l'ingresso della dimensione etica nell'economia d'impresa. Con l'avvento del capitalismo azionario si afferma il principio dello shareholder value: l'impresa responsabile è quella che nel rispetto della legge mira a massimizzare il valore per l'azionista. La seconda tappa, a partire dalla fine degli anni '60, vede l'affermazione della business ethics: l'impresa responsabile è quella che riesce a bilanciare gli interessi delle varie classi di stakeholders (good business is good ethics). La terza tappa prende avvio nel nuovo secolo: la responsabilita' civile dell'impresa accoglie il principio che good ethics is good business. E’ in ciò il senso della nuova etica d'impresa. Il taglio espositivo del corso è sia teorico sia empirico (studio di casi). Lo studente, al termine del corso, saprà orientarsi da protagonista nel vasto dibattito, oggi più vivace che mai, circa la prospettiva del nostro modello di economia di mercato.

Programma/Contenuti

1. Cos'è l'etica degli affari. E' l'etica degli affari rilevante per la gestione dell'organizzazione? Razionalità organizzativa e conflitti inter-organizzativi: la domanda d'etica

2. Il codice etico come carta costituzionale dell'organizzazione. Perchè rispettare il codice etico dell'organizzazione. L'attuazione dei codici etici nelle organizzazioni: interiorizzazione, reputazione, controllo. Il problema del coordinamento strategico nelle organizzazioni complesse.

3. L'impresa in transizione. L'impresa come merce e l'impresa come comunità. L'impresa nella stagione del post-taylorismo. Dal management alla leadership.

4. L'impresa responsabile in quanto agente morale. La responsabilità sociale dell'impresa: la teoria degli stakeholder. Il mito del "shareholder value". L'ancoraggio etico della responsabilità sociale dell'impresa: utilitarismo, deontologismo, etica delle virtù.

5. Impatto economico e sfide etiche della 4° rivoluzione industriale. Il "Platform Kapitalismus" e la "sharing economy". Il disallineamento tra capitalismo e democrazia. L'etica delle virtù come risorsa nel mondo degli affari.

La responsabilità civile dell'impresa. Un nuovo sguardo sulla realtà dell'impresa. B-corps e creazione di valore condiviso. Nuova finanza e comportamento etico.

 

 

 

Testi/Bibliografia

R. Baldwin, La grande convergenza, Il Mulino, Bologna, 2018

D. Baron, "A Positive Theory of Moral Management", Journal of Economics and Management Strategy, 2009, 18.

P. Bianchi, 4.0. La nuova rivoluzione industriale, Bologna, Il Mulino, 2018

G. Brenkert, T. Beauchamp, The Oxford Handbook of Business Ethics, OUP, 2010

L. Bruni, S. Zamagni, L'economia civile, Bologna, Il Mulino, 2016

A. Fabris (a cura di), Etiche applicate, Roma, Carocci, 2018

B.M.R. Ferrarese, Promesse mancate, Bologna, Il Mulino, 2018

M. O'Hara, Something for Nothing, Norton Co., New York, 2016

M. Porter, M. Kramer, "Creating Shared Value", Harvard Business Review, 2011

L. Sacconi (a cura di), La responsabilità sociale d'impresa, Roma, ABI, 2005

A. Sen, "Does Business Ethics Make Economic Sense?", Business Ethics Quarterly, 1993, 3

S. Zamagni, Impresa responsabile e mercato civile Bologna, Il Mulino, Bologna, 2013

Metodi didattici

Lezioni frontali e discussione in classe

Modalità di verifica dell'apprendimento

Tesina finale su tema a libera scelta dello studente della lunghezza di 8000-8500 parole, da inviare all'indirizzo di mail del docente

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Stefano Zamagni