27179 - ISTITUZIONI E ANTICHITÀ MEDIEVALI (1)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente possiede gli strumenti per analizzare criticamente fonti e testi relativi allo studio della società in epoca medievale. Lo studente conosce ed è in grado di inquadrare, anche nei suoi riflessi storiografici, un caso specifico limitato in senso spaziale e temporale che sa discutere usando la terminologia specifica della disciplina, utilizzando con padronanza documenti iconografici e analisi di passi di autori storici attraverso la verifica di traduzioni. Ha capacità di avvicinare criticamente testi e dati.

Contenuti

Il corso è incentrato sul tema storiografico dei comuni italiani, in particolare in ottica politica e istituzionale. Si tratterà sinteticamente l'evoluzione della questione storiografica sui comuni, per approfondire poi le fasi istituzionali e le questioni politiche generali, con esemplificazioni tratte dalle vicende dei principali comuni italiani. 

Le lezioni inizieranno il 28 gennaio 2019.

 

Testi/Bibliografia

Conoscenze pregresse: per chi non avesse sostenuto l'esame di storia medievale, si consiglia la lettura di un manuale, almeno per la parte sul basso medioevo: ad esempio, A. Zorzi, Manuale di storia medievale, Torino 2016, pp. 273-368.

 

STUDENTI FREQUENTANTI (chi frequenti ALMENO 12 lezioni):

Oltre agli appunti e al materiale usato a lezione, gli studenti frequentanti prepareranno l'esame su: 

1. G. Milani, I comuni italiani, Laterza, Roma-Bari, 2005.

2. L. Tanzini, A consiglio. La vita politica nell'Italia dei comuni, Laterza, Roma-Bari, 2014, CAPITOLI 1-2-3. 

 

STUDENTI NON FREQUENTANTI: 

1. G. Milani, I comuni italiani, Laterza, Roma-Bari, 2005.

2. M. Ascheri, Le città-Stato, Bologna, il Mulino, 2006.

3. L. Tanzini, A consiglio. La vita politica nell'Italia dei comuni, Laterza, Roma-Bari, 2014, CAPITOLI 1-2-3.

 

 

 

 

Metodi didattici

Lezioni frontali: presentazione dei temi e approfondimenti di alcuni aspetti particolari, contestualizzati nel periodo bassomedievale. A lezione saranno utilizzate e commentate anche alcune fonti, fornite in traduzione italiana. Almeno una lezione si svolgerà attraverso la visita ai principali luoghi del comune medievale a Bologna.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame è orale. La verifica dell'apprendimento sarà effettuata attraverso alcune domande finalizzate ad accertare la conoscenza acquisita dei temi trattati a lezione e contenuti nei libri in programma; la proprietà di linguaggio ed esposizione; la capacità di fare collegamenti fra i vari argomenti. 

Il raggiungimento di una conoscenza organica e critica dei temi studiati e di una articolata capacità espositiva saranno valutati con voti di eccellenza.

La conoscenza solo mnemonica degli argomenti, con capacità di sintesi ed esposizione in un linguaggio corretto saranno valutati con voti discreti.

Lacune nella conoscenza e un linguaggio elementare durante l'esposizione saranno valutati con voti appena sufficienti.

Lacune nella conoscenza, linguaggio inappropriato e mancanza di orientamento all'interno dei materiali indicati in programma saranno valutati negativamente.

Strumenti a supporto della didattica

Il materiale utilizzato a lezione sarà disponibile anche su IOL.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Tommaso Duranti