72801 - DINAMICA DELLE STRUTTURE M

Scheda insegnamento

SDGs

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Industria, innovazione e infrastrutture

Anno Accademico 2018/2019

Conoscenze e abilità da conseguire

Con il conseguimento dei crediti formativi lo studente acquisisce le conoscenze delle leggi fondamentali della dinamica e gli strumenti per l'analisi del comportamento dinamico delle strutture.

Programma/Contenuti

Prerequisiti/Propedeuticità consigliate

L’allievo che accede a questo insegnamento sa analizzare, mediante vari strumenti, come le strutture si comportano in ambito statico. In particolare padroneggia i concetti di forza e rigidezza e come questi si coniugano nella risposta delle strutture. Tali conoscenze sono acquisite, di norma, superando l’esame di Scienza delle Costruzioni.

Tutte le lezioni saranno tenute in Italiano. I ricevimenti individuali saranno tenuti in Italiano o in Inglese (su richiesta dello studente).

Programma

  • Sistemi ad un grado di liberta': oscillazioni libere, eccitazione armonica, eccitazione periodica (serie di Fourier), forzanti generiche (integrale di Duhamel, trasformata di Fourier e analisi con spettro di risposta).
  • Metodi di integrazione diretta delle equazioni del moto.
  • Sistemi discreti a piu' gradi di liberta': vibrazioni libere, analisi armonica, analisi modale, analisi con spettro di risposta ed integrazione diretta delle equazioni del moto.
  • Dinamica non lineare: oscillatore elastoplastico, integrazione diretta delle equazioni del moto, analisi con spettro di risposta.
  • Riduzione/Isolamento dalle vibrazioni.
  • Sistemi continui: vibrazioni assiali e flessionali delle travi.
  • Dinamica sperimentale.
  • Propagazione di onde meccaniche in mezzi continui e discreti.

Testi/Bibliografia

  • Appunti di lezione (disponibili su https://iol.unibo.it/).
  • Viola E., Fondamenti di dinamica e vibrazione delle strutture, Pitagora Editrice, Bologna, 2001, Voll.1-2.
  • Viola E., Analisi matriciale delle strutture, Pitagora Editrice, Bologna, 1996.
  • Chopra A.K., Dynamics of structures, Prentice Hall, Upper Saddle River, New Jersey, 2001.

Metodi didattici

Il programma del corso sara' interamente svolto durante le ore di lezione. Il corso comprende alcune esercitazioni di laboratorio, sia numeriche che sperimentali, che riguarderanno gli aspetti pratici delle lezioni. Il docente cordinera' gli studenti durante le attivita' di laboratorio.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso una prova scritta ed una orale, volte ad accertare l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità attese.

La prova scritta richiede di norma la risoluzione di 4 esercizi in 3 ore di tempo.

La prova orale si basa su 3 domande, generalmente da svolgere in forma scritta, e alla loro discussione.

Le prove si svolgono senza l'aiuto di appunti o libri.

Durante la prova orale una prima fase è dedicata alla discussione della prova scritta, in cui l'esaminatore informa l’allievo sui criteri di correzione, riceve eventuali precisazioni dell’allievo e decide se modificare il giudizio.

Il superamento dell’esame sarà garantito agli studenti che dimostreranno padronanza e capacità operativa in relazione ai concetti chiave illustrati nell’insegnamento. Un punteggio più elevato sarà attribuito agli studenti che dimostreranno di aver fatto propri i contenuti dell’insegnamento sapendoli illustrare con capacità di linguaggio, risolvendo problemi anche complessi, e mostrando capacità operativa.

Strumenti a supporto della didattica

Gli strumenti di supporto alla didattica in aula sono la lavagna luminosa, il videoproiettore ed il PC. Il corso comprende alcune sessioni di laboratorio in cui si utilizzera' un software di analisi strutturale.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Alessandro Marzani