Medico-Chirurgo

Tirocinio Post Lauream ex DM n. 445 del 19 ottobre 2001 di abilitazione alla professione di medico-chirurgo per i laureati non in possesso del titolo abilitante e ai sensi del decreto legge n. 18 art.102 del 17 marzo 2020.

Titoli di accesso

È requisito di ammissione il possesso di uno dei seguenti titoli: 

  • Laurea magistrale afferente alla classe LM-41, a norma del DM n. 270 del 22/10/2004; 
  • Laurea specialistica afferente alla Classe 46/S a norma del DM n. 509 del 03/11/1999; 
  • Laurea in Medicina e Chirurgia ai sensi degli ordinamenti ulteriormente previgenti; 
  • ovvero analogo titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi della normativa vigente.

Il titolo deve essere conseguito entro il termine specificato nello specifico Bando di riferimento, presso l’Università di Bologna o altra sede universitaria.

I candidati possono presentare domanda di ammissione allo svolgimento del Tirocinio Post Lauream presso una sola sede universitaria autorizzata. La candidatura presso più di più di una sede è causa di esclusione.

Articolazione del Tirocinio Post Lauream

L’emergenza COVID-19 ha accelerato l’entrata in vigore di modifiche normative, da tempo in gestazione, relative al valore abilitante del titolo conseguito al termine del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, al fine di semplificare l’accesso al ruolo di figure professionali strategiche nel contesto attuale.  

L’art.102, comma 1 del DL n. 18 del 17 marzo 2020 infatti dispone che il conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia - Classe LM/41 abilita all'esercizio della professione di medico chirurgo, previa acquisizione del giudizio di idoneità nel tirocinio pratico valutativo di cui al DM 2018/58; il comma 2 dello stesso articolo precisa invece che i laureati in Medicina e Chirurgia, il cui tirocinio non è svolto all'interno del Corso di studi, si abilitano con il conseguimento della valutazione del tirocinio, regolamentato dalla preesistente normativa ancora in vigore solo per questa parte, prescritta dall'articolo 2 del DM 2001/445

Indicazioni sulle modalità di svolgimento e organizzazione dell'attività.

Commissione paritetica

Ai sensi del Regolamento di Ateneo emanato con Decreto Rettorale Rep. 1062, Prot. 40014 del 10 settembre 2012, per l’attuazione e la realizzazione del tirocinio, è istituita una Commissione paritetica formata da 8 componenti, di cui 4 indicati dal Consiglio di Facolta’ di Medicina e Chirurgia dell’Università e 4 nominati dalla dall’Ordine.

Alla Commissione Paritetica spettano, tra gli altri, il compito di monitoraggio delle attività e di revisione del libretto diario.

Composizione della Commissione:

Prof. Davide Festi (Presidente)

Prof. Michelangelo Fiorentino (componente effettivo)

Prof.ssa Olivia Manfrini (componente effettivo)

Prof.ssa Federica Provini (componente effettivo)

Prof. Luigi Bagnoli (componente effettivo)

Prof. Andrea Bonvicinicomponente effettivo)

Prof. Marco Cupardo (componente effettivo)

Prof. Salvatore Lumia (componente effettivo)

Prof. Emilio Franzoni (componente supplente)

Abilitazione, Certificati e Diplomi

Alla conclusione del trimestre di tirocinio, sulla base delle risultanze della documentazione prodotta dai tutor, sarà redatto l’elenco dei candidati che, ai sensi dell’articolo 102, comma 4 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n, 18 avendo conseguito la valutazione prescritta dall'articolo 2 del DM n. 445 del 2001, risultino abilitati all'esercizio della professione di medico-chirurgo.

I certificati di abilitazione sono disponibili su richiesta, senza limite di scadenza, dopo la pubblicazione del Provvedimento Dirigenziale di abilitazione (Sezione Vedi anche).

Risultati finali degli esami

Provvedimento dirigenziale abilitati tirocinio post lauream prima finestra 2022 [.pdf 450 KB]

Archivio prove precedenti

Archivio dei quiz per la prova scritta