Laurea Magistrale in Advanced automotive engineering

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2018/2019
Codice 9239
Classe di corso LM-33 - INGEGNERIA MECCANICA
Anni Attivi Il corso è interateneo attivato dall'Università di Modena e Reggio Emilia (sede amministrativa) dove si effettuano le iscrizioni e si svolge la didattica relativa al I semestre del primo anno. Dal secondo semestre del primo anno presso l'Università di Bologna sono attivati i curricula "Advanced Powertrain”, “Advanced Motorcycle Engineering” e “Advanced Sportscar Manufacturing.
Tipo di accesso Numero programmato
Tipologia di corso Titolo congiunto
Atenei Convenzionati UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA , UNIVERSITA' DI FERRARA , UNIVERSITA' DI PARMA
Coordinatore del corso
Lingua Inglese

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola dispecializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

Ingegnere del Veicolo (Advanced Automotive Engineer)


Funzione in un contesto di lavoro

Il profilo professionale dell’Ingegnere del Veicolo (Advanced Automotive Engineer) è quello di un professionista che, a partire da una conoscenza di base di tipo industriale e, almeno inizialmente, meccanica/meccatronica, sia in grado, sulla base di una completa visione di insieme del sistema veicolo, di progettare, sviluppare e produrre i principali sotto-sistemi che compongono autoveicoli e motoveicoli stradali, con particolare riferimento al mercato di fascia premium e dei veicoli da competizione, e sviluppare e gestire i relativi processi tecnologici e produttivi.
Le principali funzioni in contesto di lavoro dell’Ingegnere del Veicolo (Advanced Automotive Engineer) sono l’impostazione del veicolo, la progettazione e lo sviluppo dei principali sottosistemi e componenti relativi a: motopropulsione termica, ibrida ed elettrica, comprensiva delle soluzioni di immagazzinamento e conversione dell’energia, e relative problematiche di modellazione e controllo; architettura “fredda” di autoveicoli e motoveicoli stradali, sia in ambito industriale che di competizione; sistemi di produzione caratterizzati da aspetti tipici del nuovo panorama di industria 4.0 (robotica industriale, progettazione e gestione della supply chain, big data, etc).
La multidisciplinarità del profilo professionale è il suo principale punto di forza sebbene, data la crescente complessità dei veicoli stradali di nuova generazione e la conseguente, progressiva specializzazione delle funzioni e delle mansioni che gli ingegneri del veicolo devono assumere all’interno delle imprese, siano stati definiti, in collaborazione con i partner industriali, cinque specifici profili professionali, descritti nel seguito:
1. Advanced Automotive Engineer esperto nell’architettura veicolo stradale: si occupa di impostare e sviluppare il sistema veicolo, a partire dalla comprensione degli aspetti fondamentali, e di progettare tutti i principali gruppi e sottogruppi “freddi” di veicoli stradali ad alte prestazioni.
2. Advanced Automotive Engineer esperto nell’architettura veicolo da competizione: si occupa di impostare il sistema veicolo, a partire dalla comprensione degli aspetti fondamentali, e di progettare tutti i principali gruppi e sottogruppi “freddi” di veicoli da competizione. Si differenzia dal precedente per una maggiore specializzazione in merito agli aspetti aerodinamici, all’impiego di materiali leggeri (Carbon Fiber Reinforced Materials), e per una spiccata capacità di eseguire attività di carattere sperimentale.
3. Advanced Automotive Engineer esperto nei sistemi motopropulsivi: si occupa di progettare e concorrere all’ingegnerizzazione dei sistemi di propulsione tradizionali e innovativi, con attenzione alla loro ottimizzazione, al controllo e alla soluzione delle problematiche ambientali e energetiche.
4. Advanced Automotive Engineer esperto in motoveicoli: si occupa della progettazione e dello sviluppo di motoveicoli ad alto contenuto tecnologico, sia di serie, sia dedicati alle competizioni. Affronta e gestisce aspetti tipici dell’ingegneria elettronica e della progettazione industriale, peculiari per il motoveicolo.
5. Advanced Automotive Engineer esperto in produzione: punta a formare ingegneri in grado di pianificare, sviluppare, controllare e gestire sistemi di produzione in ambito automotive. Le principali aree di conoscenza coperte dagli insegnamenti sono: l’ingegneria di processo, la progettazione di impianti e sistemi industriali, la gestione e l’ottimizzazione della produzione, le tecnologie e le soluzioni di automazione, le tecnologie digitali della fabbrica 4.0 e la gestione dei processi di controllo della qualità.
Oltre a tali competenze tecniche e ingegneristiche, si richiedono spiccate competenze trasversali finalizzate alla precisa comunicazione dei contenuti tecnici, alla pianificazione della gestione delle attività progettuali (project working), anche di carattere multidisciplinare, al continuo affinamento delle competenze teoriche e pratiche attraverso lo sviluppo di un approccio “learning by doing”.

Competenze associate alla funzione

Le funzioni associate al profilo dell’Advanced Automotive Engineer esperto nell’architettura veicolo stradale richiedono competenze specialistiche nei principali aspetti di disegno e progettazione, costruzioni veicolistiche, dinamica del veicolo e NVH (Noise Vibration Harshness), comportamento dei materiali, tecnologia meccanica, aerodinamica, termofluidodinamica, controlli automatici, elettronica e sensori, aerodinamica.
Le funzioni associate al profilo dell’Advanced Automotive Engineer esperto nell’architettura del veicolo da competizione richiedono competenze particolari in: impostazione del veicolo, meccanica del veicolo, calcolo strutturale con materiali leggeri, compositi e per manifattura additiva, aerodinamica e dinamica del veicolo.
Le funzioni associate al profilo dell’Advanced Automotive Engineer esperto nei sistemi motopropulsivi richiedono competenze nella modellizzazione, ottimizzazione, controllo e soluzione delle problematiche ambientali e energetiche relative ai sistemi di propulsione tradizionali e innovativi. Le competenze specifiche vanno dallo studio dei motori a combustione interna, dei sistemi di propulsione elettrica, delle soluzioni per la conversione e l’immagazzinamento delle energia elettromeccanica e delle principali tecnologie di progettazione e produzione dei motopropulsori, fino allo studio delle più avanzate tecniche di controllo e calibrazione.
Le funzioni associate al profilo dell’Advanced Automotive Engineer esperto in motoveicoli richiedono specifiche competenze tipiche dell’ingegneria elettronica e del design industriale, legati al disegno, alla meccanica delle vibrazioni, alla tecnologia meccanica, alla dinamica del motoveicolo, alla progettazione di motopropulsori endotermici e BEV, allo sviluppo di sistemi di assistenza alla guida.
Le funzioni associate al profilo dell’Advanced Automotive Engineer esperto in produzione richiedono competenze specialistiche in: ingegneria di processo, progettazione di impianti e sistemi industriali, gestione e ottimizzazione della produzione, tecnologie e soluzioni di automazione, tecnologie digitali della fabbrica 4.0 e gestione dei processi di controllo della qualità.

Sbocchi occupazionali

I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea magistrale della classe sono quelli dell’innovazione e dello sviluppo dei prodotti e dei processi, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione della produzione, della gestione di sistemi complessi nelle imprese manifatturiere o di servizio impegnate nella progettazione e produzione di autoveicoli e motoveicoli di fascia premium o da competizione e nelle relative filiere, attive in ambito internazionale.
Il laureato in Advanced Automotive Engineer può proseguire gli studi, completando la propria preparazione in una Scuola di Dottorato, ovvero in un Master di II livello.
I laureati magistrali sono anche in possesso delle competenze e dei requisiti previsti dalla normativa vigente per svolgere a professione di Ingegnere nelle varie specializzazioni regolate dalle leggi dello Stato nell'ambito dell'Ordine Professionale degli Ingegneri, sezione A, settore Industriale.