Laurea in Tecniche ortopediche (abilitante alla professione sanitaria di tecnico ortopedico)

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea
Anno Accademico 2018/2019
Codice 8483
Classe di corso L/SNT3 - PROFESSIONI SANITARIE TECNICHE
Anni Attivi I, II, III
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Stefano Zaffagnini
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Nell'ambito della professione sanitaria del tecnico ortopedico, i laureati sono operatori sanitari cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della Sanità 14 settembre 1994, n. 665 e successive modificazioni ed integrazioni; ovvero operano, su prescrizione medica e successivo collaudo, la costruzione e/o adattamento, applicazione e fornitura di protesi, ortesi e di ausili sostitutivi, correttivi e di sostegno dell'apparato locomotore, di natura funzionale ed estetica, di tipo meccanico o che utilizzano l'energia esterna o energia mista corporea ed esterna,mediante rilevamento diretto su paziente di misure e modelli. I laureati in tecniche ortopediche, nell'ambito delle loro competenze, addestrano il disabile all'uso delle protesi ed delle ortesi applicate; svolgono, in collaborazione con il medico, assistenza tecnica per la fornitura, la sostituzione e la riparazione delle protesi e delle ortesi applicate; collaborano con altre figure professionali al trattamento multidisciplinare previsto nel piano di riabilitazione; sono responsabili dell'organizzazione, pianificazione e qualità degli atti professionali svolti nell'ambito delle loro mansioni; svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero- professionale.
Per il raggiungimento degli Obiettivi Formativi specifici del Corso, verranno assegnati 30 CFU al SSD MED/50 nell'ambito disciplinare di scienze e tecniche ortopediche 60 all'ambito disciplinare tirocinio differenziato per lo specifico profilo.
Percorso formativo:
1° Anno
Finalizzato a fornire le conoscenze essenziali fisiche e matematiche, biologiche, biomediche, e le basi delle scienze tecniche e ortopediche e psicologiche, quali fondamenti della disciplina e metodologia professionale, requisiti fondamentali per affrontare la prima esperienza di tirocinio finalizzata all'orientamento dello studente all'apprendimento della deontologia professionale e all'acquisizione delle competenze di base.
2° Anno
Finalizzato a fornire le conoscenze delle patologie mediche per la costruzione di presidi ortopedici, applicare le conoscenze teoriche nella pratica tecnico-ortopedica.
3° Anno
Finalizzato all'approfondimento specialistico, all'acquisizione di conoscenze delle metodologie professionali che mirano al conseguimento dell'ottimale stato di funzionalità e benessere del paziente. Inoltre lo studente acquisisce la conoscenza delle norme giuridiche che regolano l'organizzazione della professione sanitaria del tecnico ortopedico.
Al fine di ottenere una migliore e specifica formazione professionale sono stati assegnati al tirocinio crediti formativi ad aumento progressivo dal primo al terzo anno.
Il laureato in tecniche ortopediche, a conclusione del triennio, ha acquisito le conoscenze teoriche e le abilità tecnico-pratiche per l'immediato inserimento nel mondo del lavoro presso enti pubblici o privati, in regime di dipendenza o di libera professione; inoltre ha sviluppato le capacità di apprendimento necessarie per intraprendere studi specialistici.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: PROPEDEUTICA
Il laureato possiede conoscenze di:
• base di fisica, statistica medica, biologia generale e della cellula, anatomia, neuroanatomia, fisiologia di organi e apparati degli organismi;
• base di patologia generale, medicina interna e fondamenti di ortopedia, chirurgia generale plastica, reumatologia e farmacologia per la conoscenza delle patologie mediche e i loro principi di trattamento inerenti alla professione del tecnico ortopedico;
• base di elettrotecnica e elettronica per la comprensione della relazione fra circuiti reali e la rappresentazione matematica del loro comportamento; l'analisi dei segnali elettrici e il principio di funzionamento dei sensori di misura e la loro conversione analogica e numerica;
• base di informatica e delle applicazioni informatiche nell'area di tecniche ortopediche, con particolare interesse alla scrittura di algoritmi per esecutori teorici e la loro implementazione pratica oltre che al trattamento digitale delle immagini e dell'utilizzo consapevole della rete.

AREA DI APPRENDIMENTO: TECNICO-DIAGNOSTICA
Il laureato:
• Conosce le attribuzioni del profilo professionale ed opera secondo la propria autonomia.
• Conosce le esigenze delle relazioni lavorative, della comunicazione interpersonale, delle aree d'integrazione e di interdipendenza con altri operatori sanitari.
• acquisisce conoscenze e capacità di comprensione per la tutela della salute, dei fattori di rischio, delle strategie di prevenzione, dei sistemi di protezione sia collettivi che individuali e della sicurezza dei lavoratori e degli utenti, dell'importanza e dell'utilità di agire in conformità alla normativa e alle direttive.
• Ha nozione sulla dinamica della relazione operatore sanitario-paziente, lo stress da lavoro, il burn-out nel contesto lavorativo.
• Dimostra adeguata esperienza, mettendo in pratica le conoscenze teoriche acquisite tramite i tirocini 1 e 2 dei primi due anni svolti nelle aziende ortopediche.
• Dimostra conoscenze e capacità di comprensione delle patologie mediche, della costruzione e applicazione di opportuni ortesi e di ausili e della successiva fase riabilitativa.


AREA DI APPRENDIMENTO: TECNOLOGIE ORTOPEDICHE
Il laureato:
• Dimostra un forte orientamento alla pratica professionale assicurata da una preparazione adeguata al mondo del lavoro.
• Conosce e comprende il funzionamento delle protesi di arto inferiore e superiore.
• Conosce come si devono elaborare i dati acquisiti per la ricerca sperimentale.
• Conosce i materiali da utilizzare nei diversi settori delle tecniche ortopediche.
• Conosce le tecnologie innovative e sviluppa l'approfondimento dei contenuti studiati nei contesti professionali.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: PROPEDEUTICA
Il laureato:
• E' in grado di utilizzare i programmi opensource per il testo, foglio elettronico di data base e presentazione power point.
• Sa utilizzare le metodologie per l'analisi quantitativa e statistica dei risultati.
• Sa utilizzare le competenze linguistiche per l'approfondimento degli studi e la ricerca scientifica.
• Sa applicare le nozioni relative alle principali patologie di interesse ortopedico;
• Sa sviluppare il ragionamento nelle tecniche diagnostiche e garantisce l' uso di metodiche e tecnologie appropriate.


AREA DI APPRENDIMENTO: TECNICO-DIAGNOSTICA
Il laureato:
• È in grado di capire le esigenze dei pazienti.
• Sa applicare le tecniche relazionali acquisite per confrontarsi con i medici e i pazienti in modo positivo.
• E' in grado di individuare le normative di riferimento della propria professione e le proprie responsabilità.
• Acquisisce le capacità per la progettazione e la fabbricazione dei presidi ortesici e protesici.
• E' in grado di addestrare il disabile all'uso delle protesi e delle ortesi;
• E' in grado di svolgere, in collaborazione con il medico, assistenza tecnica per la fornitura, la sostituzione e la riparazione delle protesi e delle ortesi.


AREA DI APPRENDIMENTO: TECNOLOGIE ORTOPEDICHE
Il laureato:
• E' in grado di approfondire le problematiche bioetiche connesse alla ricerca e alla sperimentazione, in considerazione del proprio profilo professionale.
• Acquisisce le conoscenze e la capacità di comprendere i metodi di costruzione degli ausili ortopedici su prescrizione medica e successivo collaudo.
• Acquisisce le conoscenze e la capacità di adattare protesi e ortesi utilizzando l'energia esterna o l'energia mista corporea ed esterna, mediante rilevamento diretto su paziente di misure e modelli.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato:
- possiede la capacità di individuare e segnalare al medico le sospette condizioni patologiche che richiedono un approfondimento diagnostico o un intervento terapeutico;
- è in grado di prendere decisioni coerenti, con le dimensioni tecnico- scientifiche, legali e deontologiche che regolano l'attività libero professionale, le organizzazioni sanitarie e le responsabilità professionali;
- possiede l'autonomia di giudizio, che viene coltivata nello studente mediante simulazioni, esercitazioni pratiche, lavoro in piccoli gruppi, analisi di casi, attività di tirocinio e l'elaborazione del progetto di tesi.
Verifica il raggiungimento dei risultati attesi avviene attraverso colloqui orali, elaborati scritti e prove pratiche.



ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato:
- possiede capacità di relazione nei confronti degli utenti;
- è in grado di gestire i propri interventi integrandosi con altri operatori nel rispetto delle reciproche competenze.
- possiede le abilità comunicative scritte e orali che sono sviluppate in
occasione delle verifiche delle attività di laboratorio, che prevedono relazioni scritte e discussione dei risultati in gruppi di lavoro. A quest'obiettivo concorrono, con metodologie analoghe, il tirocinio, che prevede la stesura di una relazione conclusiva e la prova finale, che prevede relazioni e incontri periodici con il Relatore e la discussione davanti a una apposita commissione.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato:
− applica i metodi di apprendimento sviluppati per aggiornare e approfondire i contenuti studiati in contesti professionali, in percorsi di studio successivi e nell'ambito della ricerca.
− è in grado di aggiornarsi sui metodi, le tecniche e gli strumenti di settore attraverso la consultazione e lo studio di fonti bibliografiche e siti nazionali ed internazionali;
-ha le capacità di apprendimento che vengono sviluppate durante l'intero percorso mediante lo studio individuale, il confronto con i docenti durante le verifiche orali, le revisioni degli elaborati scritti e le esercitazioni di laboratorio.
- ha occasioni fondamentali di amplificare le propria capacità di apprendimento mediante il tirocinio e l'attività svolta per la preparazione della prova finale.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea specialistica / magistrale) e master universitario di primo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Tecnico Ortopedico

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
1) Il laureato in Tecniche Ortopediche può svolgere il ruolo professionale e relative funzioni nell'ambito di strutture sanitarie pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero professionale.
2) Effettua rilievi tecnici su pazienti, progetta e costruisce dispositivi protesici ed ortesici su misura ed adatta e personalizza ausili per disabili, fornisce assistenza tecnico-progettuale per la fornitura, in collaborazione con il medico, istruisce all'uso il paziente e monitora funzionalità e sicurezza dei dispositivi messi in servizio; effettua la sostituzione e la riparazione dei dispositivi protesici ed ortesici.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito sanitario. Può essere necessaria una maggiore specializzazione e capacità di approfondimento in uno o più settori di professionalizzazione. Oltre a capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo, sono richieste adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo- relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professioni, utenti e pazienti).


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Strutture sanitarie pubbliche o private, Aziende Ortopediche in regime di dipendenza o libero professionale.