Rif. 4262 - Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 1 posto di Dirigente di seconda fascia a tempo indeterminato – per le esigenze dell’Area Appalti e Approvvigionamenti dell’Amministrazione Generale di questo Ateneo

Tipologia Concorsi pubblici a tempo indeterminato
Categoria Dirigenti1
Posti 1
Struttura Area Appalti e Approvvigionamenti - APAP
Regime impegno Tempo pieno
Sede di servizio Bologna
Pubblicazione bando Gazzetta Ufficiale - 4a Serie Speciale "Concorsi ed Esami" n.53 del 05/07/2022
Scadenza bando

04/08/2022

Avvisi annullata modifica art. 13 del bando di concorso (vd allegati)
Data di aggiornamento Aggiornamento 01/08/2022
Professionalità ricercata

La professionalità ricercata richiede:

  • conoscenza approfondita del contesto universitario coniugata alla capacità di operare in un’ottica di innovazione e integrazione dei servizi;
  • capacità di dirigere unità organizzative complesse;
  • approfondita conoscenza della normativa di riferimento, in particolare normativa e direttive comunitarie in materia di affidamenti di contratti di lavori, forniture e servizi;
  • approfondita conoscenza del Codice dei contratti pubblici (d.lgs. 50/2016) e regolamenti attuativi;
  • approfondita conoscenza della disciplina in materia di procedimenti amministrativi;
  • approfondita conoscenza dei sistemi e degli applicativi specifici a supporto dell'attività di lavoro (es. Sistema di gestione Elenco Fornitori, Acquisti in rete, Intercenter, Applicativi dell’autorità Nazionale Anticorruzione, Banca dati Unica Nazionale Antimafia);
  • approfondita conoscenza del Diritto Privato concernente le obbligazioni;
  • principali elementi di Diritto Penale e Diritto Amministrativo;
  • tecniche di analisi e razionalizzazione dei processi e all’organizzazione dei servizi;
  • conoscenza della lingua inglese a livello avanzato.
Requisiti

1) essere in possesso di uno tra i seguenti titoli di studio:

  • diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico universitario previgente all’entrata in vigore del D.M. 509/99 (vecchio ordinamento);
  • laurea o laurea specialistica conseguita ai sensi del D.M. 509/99;
  • laurea o laurea magistrale conseguita ai sensi del D.M. 270/04.
    Saranno inoltre ammessi i titoli di studio dichiarati equipollenti dalla normativa vigente.

 

2) trovarsi in una delle seguenti condizioni soggettive alternative:

  • dipendenti di ruolo presso pubbliche amministrazioni, in possesso del titolo di studio previsto al punto 1), che abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio effettivo o, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione conseguito presso le scuole di specializzazione individuate dal D.P.C.M. 27.04.2018 N.80, almeno tre anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corsoconcorso, il periodo di servizio è ridotto a quattro anni;

 

  • soggetti in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche, non ricomprese nel campo di applicazione dell’art. 1, comma 2, del D.Lgs. 30.03.2001 n. 165 e s.m.i., o in organizzazioni private, in possesso del titolo di studio previsto al punto 1), che abbiano ricoperto per almeno due anni le funzioni dirigenziali;

 

  • aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche o in organizzazioni private per un periodo non inferiore a cinque anni, purché in possesso del titolo di studio previsto al punto 1);

 

  • cittadini italiani, in possesso di idoneo titolo di studio universitario, che abbiano maturato, con servizio continuativo per almeno quattro anni, presso enti od organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il diploma di laurea.
Programma di esame

Prima prova scritta
La prima prova scritta, a contenuto teorico comprensivo degli aspetti procedimentali, consisterà nella predisposizione di un elaborato volto ad accertare le conoscenze richieste per l’esercizio del ruolo e indicate all’art.1. Nel corso della prima prova scritta verrà anche accertata la conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse, con particolare riferimento ai programmi Word ed Excel.

 

Seconda prova scritta
La seconda prova scritta, a contenuto pratico, consisterà nella risoluzione di un caso. Sarà diretta ad accertare l’attitudine dei candidati ad elaborare la soluzione corretta, sotto il profilo della legittimità, dell’efficienza e dell’efficacia di questioni connesse all’esercizio del ruolo di cui all’art.1.

Prova orale
La prova orale consisterà in un colloquio in cui verrà accertata, anche attraverso la risoluzione di casi pratici, l’attitudine dei candidati all’espletamento delle funzioni dirigenziali e le competenze professionali oggetto del presente bando, con riferimento alle capacità distintive e trasversali del profilo ricercato, nonché delle conoscenze così come indicate all’art. 1 del presente bando. Sarà inoltre accertata la conoscenza della lingua inglese (mediante la lettura e la comprensione di un testo e/o un breve colloquio).

Diario delle prove

Il giorno 5 settembre 2022 su questa pagina sarà pubblicato il diario della prova scritta e/o della prova orale e/o un eventuale rinvio dovuto a motivi organizzativi, nel rispetto dei termini di convocazione previsti dalla normativa vigente.
Nel medesimo giorno verranno rese note la modalità di svolgimento delle prove (se in presenza o a distanza in via telematica), l’orario di convocazione nonché le eventuali caratteristiche tecniche per lo svolgimento a distanza e le relative istruzioni.

Valutazione titoli

Secondo quanto indicato nel D.P.C.M. 78/2018, ai titoli sono riservati un massimo di 120 punti.
I titoli valutabili sono ripartiti come di seguito indicato:

  • Titoli di studio universitari ed altri titoli fino ad un massimo di punti 50
  • Abilitazioni professionali fino ad un massimo di punti 12
  • Titoli di carriera e di servizio fino ad un massimo di punti 50
  • Pubblicazioni scientifiche fino ad un massimo di punti 8