Comunicazione della stato di gravidanza

La specializzanda comunica il proprio stato di gravidanza al Direttore dell'Unità Operativa/struttura dell'Azienda Sanitaria dove sta svolgendo l'attività formativa, il Direttore della Scuola di Specializzazione di appartenenza, e l'Ufficio Scuole di Specializzazione Mediche inviando il certificato medico attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto.

A tutela della salute della donna e del nascituro la specializzanda esposta a radiazioni ionizzanti deve comunicare il proprio stato di gravidanza non appena accertato. Negli altri casi è suggerito di farlo il prima possibile.

Ricevuta la comunicazione, l'Ufficio Scuole di Specializzazione colloca l'interessata in congedo di maternità a partire da due mesi prima della data presunta del parto (2+3).

In determinati caso è possibile chiedere lo slittamento del periodo di astensione obbligatoria all'ottavo mese.