Tirocinio formativo e di orientamento

I tirocini formativi e di orientamento consentono di realizzare un'esperienza lavorativa successivamente al periodo di studio, pur non costituendo, al pari del tirocinio curriculare, un rapporto di lavoro.


La durata massima del tirocinio formativo e di orientamento è di 6 mesi (proroghe incluse) e deve essere attivato entro 12 mesi dalla data di conseguimento del titolo.

Per visualizzare le aziende convenzionate e le offerte di tirocinio, per presentare candidature o autocandidature, è necessario autenticarsi all'applicativo Tirocini - Accesso Studenti

I contenuti e la modalità di partecipazione al tirocinio sono definiti da apposito documento di progetto e concordati tra un docente dell'Ateneo denominato "tutore" ed il responsabile della struttura ospitante (o suo delegato) denominato "referente" ed il tirocinante.


Elementi del tirocinio formativo e di orientamento (n.b.: è sempre necessario consultare le leggi della regione ove si svolge il tirocinio per i dettagli):


• Progetto formativo sottoscritto dal tirocinante, da un ente promotore (Università di Bologna), dal tutor dell'ente promotore e da un ente/ azienda ospitante.
• Convenzione regionale tra ente promotore ed ente/azienda ospitante
• Durata massima: 6 mesi, comprensiva di eventuali proroghe.
• Inizio effettivo del tirocinio entro 12 mesi dal conseguimento del titolo.
• Indennità di partecipazione (sulla base delle singole norme regionali della sede aziendale/operativa).
• Copertura assicurativa.
• Tutorship (tutor aziendale e tutor didattico - docente di ruolo).
• Rispetto delle norme/previsioni relative agli enti ospitanti.


Per i tirocini attivati in Emilia Romagna:


• l’indennità, a carico del soggetto ospitante, non può essere inferiore a 450,00 euro mensili;
• il progetto formativo di tirocinio deve fare riferimento al Sistema Regionale delle Qualifiche
l'attestazione dell'attività svolta e delle competenze acquisite a fine tirocinio deve essere realizzata attraverso il sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze (SFRC)


I tirocini svolti in altre Regioni devono sono promossi secondo le norme previste dalla Regione in cui ha sede il tirocinio.