Contrattazione integrativa

La contrattazione integrativa, a norma dell'art. 40 D. Lgs. 165/2001, si svolge su tutte le materie relative al rapporto di lavoro e alle relazioni sindacali.

Ai sensi dell’art. 9 bis del d.lgs. n. 33/2013 e dell’art. 42, comma 2, del d.lgs. n.97/2016, a decorrere dal 23 giugno 2017 l’obbligo di pubblicazione dei Contratti integrativi stipulati dall’Amministrazione è assolto con l’indicazione del collegamento ipertestuale alla Banca Dati dei contratti integrativi delle amministrazioni pubbliche,  gestita da ARAN e CNEL. Tuttavia, per maggiore comodità di consultazione, nella pagina sono presenti i dati riferiti al CCIL ad oggi vigente in Ateneo. 

Contratti Collettivi integrativi per il Personale Tecnico Amministrativo e per il Personale Collaboratore ed Esperto Linguistico – CEL

La contrattazione integrativa si svolge in piena autonomia sulle materie, con le procedure, nei limiti e tra i soggetti individuati dai Contratti Nazionali. Essa assume un ruolo importantissimo, non solo per la concreta attuazione dei sistemi di progressione professionale all'interno delle categorie definite con il CCNL, ma anche per la disciplina della produttività, delle posizioni organizzative e delle indennità tese a remunerare lo svolgimento di attività particolarmente disagiate o pericolose o dannose per la salute (indennità di turno, di reperibilità ecc.).

Contratti collettivi integrativi per il personale dirigente

 

Pagina aggiornata il 16 novembre 2017