96826 - METODI QUALITATIVI PER LO STUDIO DEI MEDIA DIGITALI

Anno Accademico 2023/2024

  • Docente: Federico Pilati
  • Crediti formativi: 8
  • SSD: SPS/08
  • Lingua di insegnamento: Italiano
  • Modalità didattica: Convenzionale - Lezioni in presenza
  • Campus: Bologna
  • Corso: Laurea Magistrale in Comunicazione giornalistica, pubblica e d'impresa (cod. 5703)

Conoscenze e abilità da conseguire

Il corso si propone di fornire una conoscenza di base dei metodi qualitativi per analizzare l’ampio mondo dei media digitali e i fenomeni sociali a questi connessi nell’ambito della comunicazione pubblica, d’impresa, politica e/o giornalistica. Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di: (1) progettare una ricerca relativa ai fenomeni sociali legati al mondo dei media digitali; (2) discutere i diversi paradigmi di ricerca qualitativa nel contesto dei media digitali; (3) utilizzare i più importanti metodi qualitativi per la raccolta dei dati relativi a media digitali e ai fenomeni sociali ad essi connessi; (4) utilizzare i più importanti metodi qualitativi per l’analisi dei dati relativi a media digitali e ai fenomeni sociali ad essi connessi; (5) scegliere i metodi qualitativi più appropriati per la raccolta e l’analisi dei dati a seconda della domanda di ricerca e del proprio caso di studio; (6) presentare la propria ricerca, i metodi utilizzati e i risultati ottenuti in un testo scritto coerente ed efficace dal punto di vista comunicativo.

Contenuti

Questo corso è progettato come un'esperienza pratica di apprendimento, basata sul principio del 'learning by doing'. Pertanto, per i partecipanti, gli argomenti e i contenuti specifici saranno concordati progressivamente attraverso un dialogo continuo con il docente. Nella prima settimana, sarà dedicato del tempo alla selezione e alla definizione di casi studio di ricerca qualitativa sui media digitali, che saranno successivamente implementati in piccoli gruppi di studenti. La scelta dei casi studio avverrà in base al fenomeno sociale da indagare (come ad esempio: l'attivismo dei brand sui social media, la costruzione delle teorie del complotto nel web vernacolare, l'uso delle immagini stock nel giornalismo digitale) e alla piattaforma di interesse (come ad esempio: TikTok, Telegram, Reddit). Questo approccio hands-on garantirà un coinvolgimento attivo degli studenti nell'apprendimento e consentirà loro di applicare direttamente le metodologie discusse durante il corso.

Per quanto riguarda i temi affrontati, inizialmente esploreremo argomenti generici relativi alla ricerca qualitativa, con particolare enfasi sulla metodologia applicata alla ricerca qualitativa su e attraverso i media digitali. Successivamente, esamineremo alcuni dei principali approcci per la raccolta di dati qualitativi nel contesto dei media digitali. Infine, ci concentreremo sull'analisi dei dati raccolti, presentando sia metodi tradizionali di analisi qualitativa applicati allo studio dei media digitali, sia approcci specificamente progettati per analizzare in modo approfondito i media digitali e gli artefatti ad essi correlati.

Testi/Bibliografia

Avallone, A. (2021). # Datastories: seguire le impronte umane sul digitale. HOEPLI EDITORE.

Ricci, O. (2022). L'ultima comunità: I primi vent’anni di Wikipedia. Ledizioni.

Risi, E. (2021). Vite datificate: modelli di ricerca nella società delle piattaforme. FrancoAngeli.

Zurovac, E. (2023). Screenshot society. Come le fotografie dello schermo raccontano il nostro stare online. FrancoAngeli.

Metodi didattici

Il corso è improntato sui metodi e le pratiche di ricerca qualitativa su e attraverso i media digitali. Per questo motivo, dopo la prima settimana in cui verranno concordati i casi studio e gli studenti saranno divisi in piccoli gruppi, il metodo di insegnamento sarà quello della 'didattica capovolta': letture ed esercizi saranno svolti in modo autonomo, mentre in classe discuteremo delle questioni emerse e lavoreremo assieme sull'implementazione dei casi studio.

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

I frequentanti (ovvero coloro che hanno seguito e partecipato attivamente ad almeno l'80% del corso) verranno valutati sulla base di un caso studio di ricerca qualitativa relativa ai media digitali. La ricerca verrà svolta in piccoli gruppi (3/4 persone) durante il corso. Successivamente questo lavoro sarà discusso singolarmente da ogni membro tramite prova orale.

I non frequentanti dovranno studiare i testi in bibliografia e saranno valutati tramite esame orale.

Strumenti a supporto della didattica

Power point, risorse web, software gratuiti, articoli e documenti non compresi nei testi ma significativi per gli argomenti trattati a lezione.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Federico Pilati