29942 - STORIA DELLA LINGUA GRECA (1) (LM)

Anno Accademico 2020/2021

  • Docente: Camillo Neri
  • Crediti formativi:: 6
  • SSD: L-FIL-LET/02
  • Lingua di insegnamento: Italiano

Conoscenze e abilità da conseguire

Al termine del corso lo studente conosce in modo approfondito le tappe essenziali della lingua greca nella sua diacronia, dall'età arcaica alla formazione di quella "lingua comune" che porterà al greco moderno. Conosce i concetti fondamentali per collocare storicamente un testo o un documento greco. Possiede le competenze metodologiche per analizzare un testo o un documento greco dal punto di vista storico-linguistico.

Contenuti

Corso monografico

a) Tra μάθος e σοφία: la letteratura didascalico-sapienziale greca da Omero ai Cristiani.


Parte istituzionale

b) Complementi di storia della lingua greca.


Orario delle lezioni: Lunedì, Martedì, Mercoledì 15-17, Aula II (21.9.2020-28.10.2020).

Data di inizio: 21 settembre 2020 (I semestre).

Orario di ricevimento: mer. gio. ven. 9-13 (presso il Dipartimento).

Links: http://www.unibo.it/docenti/camillo.neri
http://www2.classics.unibo.it/Didattica/Programs/20202021/Neri/

Testi/Bibliografia

a) Appunti delle lezioni. Un volume (o tre articoli) a scelta traG. Lanata, Poetica pre-platonica. Testimonianze e frammenti, Firenze, La Nuova Italia, 1963; B. Snell, La cultura greca e le origini del pensiero europeo, trad. it. Torino 1963; B. Gladigow, Sophia und Kosmos. Untersuchungen zur Frühgeschichte von sofos und sofiē, Hildesheim 1965; K. Gaiser, Eine neu erschlossene Menander-Komödie und ihre literaturgeschichtliche Stellung, «Poetica» I (1967) 296-309; J.-P. Vernant, Mito e pensiero presso i Greci, trad. it. Torino 19782; D. Lanza, Lingua e discorso nell’Atene delle professioni, Napoli, Liguori, 1979; M. Vegetti (ed.), Il sapere degli antichi, Torino 1985; G. Colli, La sapienza greca, Milano 1990-19942; C. Miralles, Poeta, saggio, sofista, filosofo: l’intellettuale nella Grecia antica, in I Greci. Storia cultura arte società, I. Noi e i Greci, Torino, Einaudi, 1996, 849-883; H. Fränkel, Poesia e filosofia della Grecia arcaica, trad. it. Bologna, Il Mulino, 1997; M.L. West, The East Face of Helicon. West Asiatic Elements in Greek Poetry and Myth, Oxford 1997; W. Burkert, Da Omero ai Magi: la tradizione orientale nella cultura greca, Venezia, Marsilio, 1999; G. Reale, Corpo, anima e salute. Il concetto di uomo da Omero a Platone, Milano 1999; B. Effe-R. Glei, (edd.), Genie und Wahnsinn. Konzepte psychischer "Normalität" und "Abnormalität" im Altertum, Trier 2000; M. Foucault, La cura di sé, trad. it. Milano 20016; R.B. Onians, Le origini del pensiero europeo, trad. it. Milano 20022; E.R. Dodds, I Greci e l’irrazionale, trad. it. Milano 20033; L. Bruzzese, Lo ‘Schwerathlet’, Eracle e il parassita nella commedia greca, «Nikephoros» XVII (2004) 139-170; M. Detienne, I maestri di verità nella Grecia arcaica, trad. it. Roma-Bari, Laterza, 20084; A. Lo Schiavo, Platone e le misure della sapienza, Napoli 2008; G. Clark, Body and Gender, Soul and Reason in Late Antiquity, Burlington, VT 2011; P. Brown, The Ransom of the Soul: Afterlife and Wealth in Early Western Christianity, Cambridge, Mass. 2015; A.A. Long, Greek Models of Mind and Self, Cambridge, Mass.-London 2015; D. Susanetti, La via degli dei : sapienza greca, misteri antichi e percorsi di iniziazione, Roma 2017; D. Susanetti, Il simbolo nell’anima. La ricerca di sé e le vie della tradizione platonica, Roma 2020. Ulteriore bibliografia su singoli testi sarà fornita a lezione.

b) Appunti delle lezioni. Un volume a scelta tra O. Hoffmann-A. Debrunner-A. Scherer, Storia della lingua greca, trad. it. Napoli, Macchiaroli, 1969; A. Meillet, Lineamenti di storia della lingua greca, trad. it. Torino 2003 (3a ed.); L.R. Palmer, Greek Language, London 1980; V. Pisani, Storia della lingua greca, Torino 1960; L. Heilmann, Grammatica storica della lingua greca, Torino 1963; O. Szemerényi, Introduzione alla linguistica indoeuropea, a c. di G. Boccali-V. Brugnatelli-M. Negri, Milano 1985, F. Villar, Gli indoeuropei e le origini dell’Europa, trad. it. Bologna 1997; W.P. Lehmann, La linguistica indoeuropea. Storia, problemi e metodi, trad. it. Bologna 1999; A.C. Cassio (ed.), Storia delle lingue letterarie greche, Firenze 2016 (2a ed.).

Gli studenti non frequentanti sono tenuti a portare lo stesso programma per quanto riguarda la parte istituzionale e a concordare un programma personalizzato, anche in ragione dei propri interessi, per la parte monografica.

Metodi didattici

Dopo alcune lezioni introduttive e l'analisi esemplificativa di alcuni testi a cura del docente, le lezioni saranno svolte in forma di relazione dagli stessi studenti, che potranno in tal modo verificare le competenze maturate durante il corso; gli incontri avranno forma seminariale e costituiranno momenti di vero e proprio 'studio di gruppo', con la scoperta e l'impiego dei principali strumenti - tradizionali e informatici - del lavoro filologico.


Tutti i materiali distribuiti nel corso delle lezioni saranno progressivamente resi accessibili e scaricabili sul web all'indirizzo http://www2.classics.unibo.it/Didattica/Programs/20202021/Neri/

Modalità di verifica e valutazione dell'apprendimento

Una prima verifica dell'apprendimento avverrà già nelle relazioni individuali e nel lavoro seminariale, dove gli studenti avranno modo di auto-valutare il proprio apprendimento.
La prova di esame è invece orale e consiste in un colloquio in cui il docente, attraverso una serie di domande, accerterà le conoscenze teoriche e le metodologie teorico-pratiche presentate a lezione.
Coloro che non avessero svolto la relazione durante le lezioni dovranno tradurre e analizzare linguisticamente uno o due testi durante la prova di esame.

Il massimo dei voti prevede risposte precise e complete a tutte le domande poste nel corso dell'esame orale, che si riterrà superato (con valutazione variabile a seconda della qualità delle risposte) qualora il candidato abbia risposto in modo preciso e completo alla maggior parte delle domande. La metrica è la seguente: conoscenze teoriche e capacità di traduzione ed esegesi dei testi eccellenti: 30L; ottime: 28-30; buone: 25-27; discrete: 22-24; sufficienti: 18-21.

Per radicata convinzione didattica non si propongono qui links a syllabi di domande, che finirebbero inevitabilmente per impoverire la preparazione generale degli studenti. Poiché gli appelli sono quindicinali, si invitano gli studenti che vogliano rendersi conto delle modalità pratiche di interrogazione a presenziare, da spettatori, alle sedute di esame, che sono pubbliche.

 

Strumenti a supporto della didattica


PC, videoproiettore, lavagna luminosa, fotocopie.

Link ad altre eventuali informazioni

http://www2.classics.unibo.it/Didattica/Programs/20202021/Neri

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Camillo Neri

SDGs

Istruzione di qualità Parità di genere Ridurre le disuguaglianze Pace, giustizia e istituzioni forti

L'insegnamento contribuisce al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 dell'ONU.