Sala studio multimediale di Palazzo Paleotti

La sala studio multimediale di Palazzo Paleotti si inserisce nell'ambito delle linee della politica culturale tracciata dall'Università di Bologna volta a favorire lo studio e la ricerca. Punto d'accesso privilegiato alle risorse bibliografiche dell'Ateneo, centro di assistenza e formazione, sala congressi e luogo di socializzazione.

Gli spazi allestiti a Palazzo Paleotti costituiscono un polo d'avanguardia tecnologico situato in pieno centro.
Al loro interno sono disponibili oltre 300 postazioni per l'accesso a internet, tramite credenziali universitarie, per gli studenti regolarmente iscritti, e per il personale dell'Università di Bologna.

Sono ammessi alla struttura anche gli utenti maggiorenni, di Sala Borsa dotati di tessera della biblioteca, ma senza possibilità di utilizzo dei pc, se sprovvisti di credenziali Universitarie.

Da ogni computer, collegato alla rete d'Ateneo, è possibile consultare cataloghi bibliografici, banche dati, digitalizzazioni, riviste elettroniche, libri, dizionari, enciclopedie e altre risorse a testo pieno.

Sono presenti postazioni per consultazioni brevi, per videoscrittura, e postazioni per non vedenti e ipovedenti.

Servizio di assistenza informatica e assistenza bibliografica

Assistenza informatica: personale addetto offre supporto, informatico di base e sull'utilizzo del portale dell'Università di Bologna. Tutti i giorni dalle 9:00 alle 22:00.

Assistenza bibliografica: offre consulenza sull'utilizzo dei servizi del Sistema Bibliotecario di Ateneo - SBA e sulla consultazione, fruizione e ricerca delle risorse online. Per coloro che hanno esigenze particolari è possibile fissare un appuntamento, con il personale addetto.

Dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 15:00; il sabato solo su appuntamento.

Informazioni per l'ingresso alla sala studio

Gli studenti devono esibire il tesserino universitario, mentre gli utenti di Sala Borsa la tessera di iscrizione alla biblioteca e un documento valido di identità. Le postazioni sono numerate: l'accesso è consentito solamente se ci sono postazioni libere.