Presidio medico per la cura di patologie cutanee

L’invenzione consiste in una garza pre-medicata ideata per il trattamento di ferite ed ustioni cutanee

Titolo brevetto Presidio medico per la cura di patologie cutanee e relativo metodo di realizzazione
Area Biomedicale
Titolarità Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Università Cattolica del Sacro Cuore
Inventori Maura Di Vito, Paola Mattarelli, Monica Marianna Modesto, Francesca Bugli, Francesca Mondello
Ambito territoriale di tutela Italia, con possibilità di estensione internazionale
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords garza premedicata, lesioni cutanee, effetto citocida, prevenzione delle infezioni
Depositato il 26/02/2019

L’invenzione nasce dalla necessità di individuare un prodotto utilizzabile in salute umana ogni qual volta sia necessario: (i) medicare una superficie cutanea lesa, evitando il proliferare di microrganismi patogeni; (ii) evitare l’adesione della garza alla ferita e (iii) promuovere la risposta immunitaria del paziente. In contesti quali ferite (chirurgiche, piaghe ecc.) o ustioni gravi diventa importante la fase di medicazione del paziente. In questi casi, l’uso di garze imbevute di idrogel, a causa dell’elevata presenza di acqua, risulta inefficace nell’assorbimento di grandi quantità di essudato. Gli idrogel aiutano a mantenere umida la zona della lesione, favoriscono il debridement autolitico, la granulazione e l’epitelizzazione. Le maggiori controindicazioni riguardano la necessità di prestare attenzione allo sviluppo di infezioni poiché, a causa della saturazione di acqua, le garze possono diventare potenzialmente occlusive con il conseguente instaurarsi di un ambiente idoneo alla proliferazione microbica. Inoltre, come noto, tutte le ferite sono terreno fertile per l’instaurarsi di processi infettivi che se non idoneamente medicati possono compromettere seriamente la guarigione della ferita e la salute del paziente. Per questo motivo, sono generalmente necessarie medicazioni secondarie volte a limitare questa eventualità.

L’invenzione consiste in una garza pre-medicata con idrogel solido contenente alcuni principi attivi naturali, ottenuti come sottoprodotti del metodo di produzione degli oli essenziali. La formulazione proposta conferisce alla soluzione le caratteristiche antimicrobiche necessarie ad esercitare un’azione antipatogena su diversi patogeni cutanei batterici (Staphylococcus spp, Streptococcus spp, Enterococcus spp, Pseudomonas spp) e fungini (Candida spp) sensibili o resistenti agli antimicrobici. Inoltre la garza pre-medicata è in grado di   stimolare una risposta immunitaria locale. Gli studi di laboratorio hanno studiato l'effetto in vitro di un prototipo rudimentale di garza, dimostrandone gli effetti citocidi. I dati, oltre a mostrare risultati molto interessanti per quanto riguarda l'azione antimicrobica offerta dalla garza, promettono una buona applicazione sull'uomo data la loro sicurezza d'uso. Pertanto, i campi di applicazione possono essere molteplici: trattamento delle piaghe da decubito, trattamento delle ferite postoperatorie e trattamento delle ustioni. Tra i vantaggi principali: veloce guarigione della ferita, prevenzione delle infezioni causate da batteri o funghi, anche resistenti ai comuni farmaci di sintesi.

La garza pre-medicata, essendo ideata per il trattamento di ferite ed ustioni cutanee, ha un potenziale applicativo molto ampio.Questa tipologia di garza, oltre a presentare tutti i vantaggi propri di una garza imbevuta di idrogel, si distingue in termini di vantaggi perché:

  • presenta azione lenitiva
  • reidrata il “letto” della lesione
  • favorisce il debridement autolitico
  • riempie le cavità (garze impregnate, amorfe)
  • facilita l’applicazione e la rimozione dalla lesione.

 

La garza pre-medicata è in grado di prevenire lo sviluppo di infezioni microbiche, esercitando un’azione citocida su un ampio spettro di specie batteriche generalmente coinvolte nelle infezioni cutanee umane.

Quanto detto permette una migliore gestione della ferita: la prevenzione delle infezioni, unitamente ad una attenuazione delle risposte pro-infiammatorie aggressive, consente di completare il processo di guarigione in tempi brevi senza il ricorso a terapie antimicrobiche locali che debilitano il paziente e concorrono allo sviluppo di antibiotico resistenze.

Infine, la soluzione brevettata permette il rilascio graduale nel tempo dei principi attivi contenuti nel gel, e quindi un continuo e graduale trattamento della zona cutanea lesa.

Attraverso un’idonea medicazione il paziente potrà guarire in tempi rapidi riducendo il periodo di convalescenza e evitando le spese sanitarie correlate allo sviluppo di ferite infette.