Riciclo di materie plastiche

Metodo e sistema per separare materiali plastici, in particolare materiali plastici diversi destinati al riciclo.

Titolo brevetto Nanostrutture di silicio come marcatori luminescenti per il riciclo della plastica
Area Chimica e biotecnologie
Titolarità Alma Mater Studiorum - Università Di Bologna
Inventori Paola Ceroni, Francesco Romano
Ambito territoriale di tutela Internazionale
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords Nanostruttura, silicio, plastica, luminescenza, riciclo, marcatore, separazione
Depositato il 26/10/2018

Le plastiche costituiscono un materiale molto diffuso così come la consapevolezza che possono risultare in una minaccia all’ecosistema del pianeta. Per questo le strategie per ridurre la presenza di plastica puntano, tra le altre cose, sul riciclaggio. Tuttavia molti materiali polimerici al giorno d’oggi non vengono riciclati perché non è ancora stato sviluppato un sistema di separazione automatizzato a basso costo ed efficiente.

Infatti gli impianti per la differenziazione attuali utilizzano personale umano o sistemi automatizzati che sfruttano detector di varia natura (ottici, raggi X, tribologici). I sistemi meccanizzati sono i più promettenti, e tra questi, quelli che sfruttano un sistema ottico di riconoscimento stanno ricevendo particolare interesse ultimamente per la semplicità della strumentazione richiesta e la riproducibilità dei risultati. Questi sistemi presentano delle limitazioni nella differenziazione di miscele complesse o di polimeri con differenti composizioni. 

Una delle sfide maggiori nel campo del riciclo delle materie plastiche è la differenziazione dei multi-materiali di scarto in mono-materiali con un elevato grado di purezza.

L’invenzione consiste in un metodo per separare materiali plastici diversi, destinati al riciclo, tramite inserimento negli stessi di marcatori luminescenti ovvero di nanocristalli di silicio, invisibili all'occhio umano. I materiali plastici, in cui siano stati inseriti tali marcatori, possono essere riconosciuti univocamente da un detector ottico.

 

 

L'invenzione si applica al settore del riciclo di materie plastiche, nonché a sistemi di anti-contraffazione

Tra i vantaggi di questo sistema:

  • utilizza un materiale poco costoso, biodegradabile, abbondante, non tossico;
  • i lunghi tempi di vita di luminescenza permettono di utilizzare la tecnologia time-gated detection;
  • offre la possibilità di separare plastica di colore nero, attualmente la più complessa da separare.