Trasformazione di etanolo ad alcoli superiori

Trasformazione di etanolo ad alcoli superiori.

Titolo brevetto Procedimento migliorato per la trasformazione di alcoli alifatici primati in alcoli alifatici superiori
Area Chimica e biotecnologie
Titolarità Alma Mater Studiorum - Università Di Bologna
Inventori Fabrizio Cavani, Valerio Zanotti, Rita Mazzoni, Carlo Lucarelli, Cristiana Cesari, Tommaso Tabanelli, Francesco Puzzo
Ambito territoriale di tutela Italia, con possibilità di estensione in altri territori
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords Alcoli, catalizzatore, sintesi, catalisi, etanolo
Depositato il 05/04/2018

Le applicazioni dell’etanolo come materiale chimico di base suscitano sempre maggiore interesse per motivi di tipo ambientale in relazione allo sviluppo crescente di nuovi procedimenti di raffinazione e trasformazione delle biomasse vegetali, in contrapposizione con i processi tradizionali.

L’esigenza di sostituire i processi di trasformazione di derivati petrolchimici tradizionali, per la produzione di carburanti, con processi di raffinazione e trasformazione dei derivati da rifiuti e da biomasse di seconda generazione in carburanti con caratteristiche energetiche simili e buona miscibilità si colloca fra gli obiettivi primari della chimica sostenibile. 

La conversione catalitica di bio-etanolo di scarto in butanolo ed alcoli superiori è una via promettente per la trasformazione di una sostanza a basso costo in molecole con maggiore valore aggiunto per questo tipo di applicazione, grazie al più elevato contenuto energetico e alla maggior affinità con i carburanti classici. 

Procedimento per l’ottenimento di alcoli alifatici superiori a partire da alcoli primari alifatici tramite reazione di condensazione.

La reazione di Guerbet descritta fornisce un meccanismo ideale per questo tipo di trasformazione.

Nonostante l’apparente semplicità del meccanismo, questa reazione continua a presentare problemi di selettività a causa di reazioni consecutive che portano alla formazione di prodotti secondari indesiderati. Per migliorare l’efficienza del sistema catalitico, la ricerca ha recentemente focalizzato i propri sforzi verso l’ottimizzazione di sistemi catalitici omogenei.

A partire dall'arte nota, attraverso l’impiego di un additivo, il brevetto  offre un sistema catalitico in grado, attraverso la condensazione controllata di alcoli alifatici primari, di migliorare rese, selettività e tempi di reazione, rispondendo al problema tecnico legato ai sottoprodotti e al costo energetico del processo con un procedimento migliorato.

-        Aumento della conversione dell’etanolo a butanolo del 20%

-        Riduzione dei tempi di reazione dalle 4 alle 10 volte

-        Processo stabile

-        Possibilità di riciclo del catalizzatore e dell’additivo