Processo per la preparazione di derivati carbonati organici

Nuovo procedimento per la preparazione di derivati carbonati organici, ciclici o lineari mediante una reazione di trans carbonatazione tra PCC ed un opportuno alcol alifatico, in presenza di un catalizzatore omogeneo o eterogeneo basico.

Titolo brevetto Processo per la preparazione di derivati carbonati organici
Area Chimica e biotecnologie
Titolarità Alma Mater Studiorum Università di Bologna e Università Cà Foscari
Inventori Fabrizio Cavani, Tommaso Tabanelli, Maurizio Selva
Ambito territoriale di tutela Italia
Stato Disponibile per accordi di licenza
Keywords Catecolcarbonato, transesterificazione, catalisi basica, glicerolcarbonato, carbonati simmetrici
Depositato il 24/09/2015

I carbonati organici sono un importante classe di composti, caratterizzati da una bassa tossicità e una buona biodegradabilità. Vengono utilizzati come solventi, intermedi e reagenti sostitutivi al fine di sviluppare una chimica “verde”, oltre ad essere impiegati come monomeri per l’industria dei polimeri.

Il catecolcarbonato (PCC) è stato studiato come reagente per la sintesi efficiente e selettiva di carbonati organici. Il processo complessivo prevede la sintesi ottimizzata del PCC a partire da catecolo e DMC che permette di ottenere, dopo 24 ore di reazione, una resa isolata del prodotto pari a circa l’80% rispetto al catecolo caricato. Successivamente, il suo utilizzo come reagente per la sintesi di altri carbonati di interesse, permette di ottenere rese e selettività dei prodotti di interesse superiori a quelle ottenibili nelle stesse condizioni (temperature relativamente basse e bassi tempi di reazione) rispetto ai più comuni reagenti: lo stesso DMC o un altro carbonato ciclico come l’etilene carbonato (EC).

Il catecolcarbonato mostra una reattività molto più marcata rispetto al dimetilcarbonato. Esso rappresenta uno strumento estremamente versatile in grado di reagire facilmente con tutti gli alcoli primari alifatici testati, consentendo non solo di ridurre di molto i tempi di reazione, ma anche di implementare le rese e le selettività dei prodotti desiderati (carbonati lineari simmetrici e carbonati ciclici).